25 mag 2012

Parcheggio strisce blu : obbligatorie anche le strisce bianche


Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con la circolare prot. n° 1712 del 30.03.2012 ribadisce la necessità della presenza di parcheggi liberi in prossimità delle strisce blu e chiarisce il concetto di “Immediate vicinanze”. Con la presente circolare siprecisa che le aree di parcheggio delimitate dalle strisce blu devono avere nelle vicinanze aree gratuite di sosta per le auto, delimitate da strisce bianche. La circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che punta a metter fine a una diatriba che continua da tempo e che vede diversi contenziosi tra automobilisti e amministrazioni locali.


Nel provvedimento, il dicastero precisa anche il concetto di “Immediate vicinanze”, i cui principi generali sono contenuti nell’art. 7 comma 8 del Cds che recita chiaramente “qualora il comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta”.

Pertanto le delibere comunali che violino questa importante norma, sono da considerarsi illegittime, con il susseguente annullamento dei verbali elevati in conseguenza di esse. Secondo diverse unioni consumatori, questo avviene in molti comuni, e Palermo purtroppo non è esente, che hanno destinato intere aree al parcheggio auto a pagamento delimitandole con le strisce blu, senza riservare nelle vicinanze aree con strisce bianche, ledendo pertanto il diritto degli utenti della strada di posteggiare in quest’ultime.


Parcheggiparcheggi pagamentoparcheggi palermostrisce blu

9 commenti per “Parcheggio strisce blu : obbligatorie anche le strisce bianche
  • kersal 90
    25 mag 2012 alle 6:39

    Il problema vero è che il costo della multa e quello del ricorso sono pressoché identici, con l’aggravio che puoi trovare il giudice che ti condanna o che compensa le spese e che devi anche pagare l’avvocato.

  • Portacarbone 70808
    25 mag 2012 alle 8:20

    @kersal: una di quelle cose fatte apposta per far desistere in partenza eventuali pionieri di questa causa.

    Poi il concetto di “immediate vicinanze” è scritto in modo tale che tutto può essere opinabile. Basterebbe specificare i casi (citando possibilmente i mt. di raggio) per venir meno a incomprensioni o interpretazioni equivocabili.

  • Fabion54 48954
    25 mag 2012 alle 8:34

    Le strisce blu teoricamente a palermo sono tutte illegali , sono solo perché non ci sono parcheggi gratuiti vicino ad esse, ma anche perché vengono tracciate direttamente all’interno della carreggiata di transito…Se volete ulteriori chiarimenti guardatevi questo servizio delle Iene che spiega l’illegittimità delle zone blu a Milano, come a Roma, Napoli, Palermo ecc: http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/211717/viviani-parcheggi-blu-illegali.html

  • Fulippo1 1357
    25 mag 2012 alle 9:39

    Il centro storico di Palermo dovrebbe preticamente essere per la metà striscie bianche se non ho capito male…

    Poi sapete se si parla anche del’obbligo di avere nelle immediate vicinanze un erogatore di tagliandi?
    Perchè nella stragrande maggior parte dei casi, non vi è alcun modo di reperire il tagliando senza allontanarsi dall’auto parcheggiata, evitando possibili multe in quel lasso di tempo.
    Lo chiedo perchè mi è accaduto e sò che accade spesso.

  • The.Byfolk 43
    25 mag 2012 alle 9:57

    Quoto Fabion54 e aggiungo che creare le strisce bianche senza posizionare le strisce blu al di fuori della carreggiata non avrebbe senso…

    In pratica l’unica opzione, che non verrà mai presa in considerazione, per ovvi motivi di cassa, è quella della abolizione della sosta a pagamento nel 90% dei casi, in attesa della rimodulazione della carreggiata.

    Per chi si chiede come dovrebbe essere un parcheggio blu a norma può prendere ad esempio quelli su via notarbartolo o quelli su via empedocle restivo lato sx.

    In pratica tali parcheggi dovrebbero costituire una insenatura nel marciapiedi, al di fuori della linea che delimita la carreggiata, come una piazzuola di sosta.

  • Giovanni 320
    25 mag 2012 alle 10:03

    e inoltre buona parte degli introiti dei parcheggi a pagamento andavano a una società privata toscana e nn al comune quindi sono provvedimenti inutili, caso mai nelle strisce bianche si potrebbe mettere la zona disco

  • Otto Mohr 47
    25 mag 2012 alle 12:11

    Da quanto detto dall’ass alla mobilità giuffré l’altro ieri, il primo provvedimento che sarà preso dal comune in tema di mobilità sarà proprio il dimezzamento delle zone blu da sostituire in zone a disco orario….

  • capricorno 60
    25 mag 2012 alle 13:55

    C’è un escamotage! Basta leggersi il comma 8 dell’art. 7 e il comma 1 dell’art. 3 del codice della strada per capire che le zone blu a Palermo possono non essere illegali. In città vigono ancora le targhe alterne e Palermo è quindi una città “a traffico limitato” e può fare a meno di ottemperare sia all’art. 7 comma 8 che alla circolare del ministero. Mah…. io non so se le zone blu sono un bene o un male, frequento poco il centro, sono fortunato da questo punto di vista… sono però certo dell’idea che una grossa porzione di centro vada assolutamente chiusa al traffico!


Lascia un Commento