24 mag 2012

SindacoReminder – [edit: aggiunte richieste]

Adesso abbiamo ufficialmente un nuovo sindaco, innanzi tutto facciamo un grosso in bocca al lupo ad Orlando, perchè l’impegno che lo aspetta non sarà facile, inoltre vogliamo fare un piccolo elenco circa le emergenze che dovrà affrontare scimmiottando un po’ il nome delle applicazioni per smartphone oramai tanto diffuse. Naturalmente ci occupiamo soltanto delle emergenze che riguardano i temi affrontati sul nostro sito, lasciando ad altri le emergenze, estremamente importanti a loro volta, negli altri settori. Dividiamo le priorità in sottogruppi, segnalate eventuali dimenticanze:



MOBILITA’ e TRASPORTI

1. Passante ferroviario, i lavori sono andati avanti molto bene negli ultimi anni, ma si prospettano enormi problemi all’orizzonte. Problemi che potrebbero rallentare o addirittura bloccare una parte importante dell’opera. RFI infatti ha chiesto alla SIS di interrompere i lavori nella tratta B (quella centrale tra Notarbartolo e l’ex E.M.S.) e lasciare la tratta C incompiuta (tratta compresa tra l’ex E.M.S. e Carini). Tutto questo per riappaltare i lavori, questo comporterebbe uno slittamento dei tempi enorme, sempre che realmente si abbia la volontà di completarli, e lascerebbe la città con un’opera fondamentale monca. Da sollecitare tutti gli enti coinvolti.

2. Anello ferroviario, i lavori per l’anello ferroviario dovevano iniziare anni fa, siamo ancora in attesa che inizino realmente. Le ultime “promesse” parlavano dell’apertura del cantiere ad Agosto, situazione da monitorare.

3. PUT, il piano urbano del traffico è un passaggio fondamentale per l’attuazione di molti progetti. Da approvare prima possibile.

4. Sottopasso Perpignano, l’opera che doveva essere pronta esattamente 3 anni fa, il cantiere non è mai partito a causa del fallimento della ditta che doveva effettuarla. Bisogna riappaltare l’opera il prima possibile.

5. Ponte Corleone, ha subito la stessa sorte del sottopasso Perpignano visto che si trattava della stessa ditta vincitrice dell’appalto. I lavori, in questo caso, sono stati parzialmente effettuati. Da riappaltare il prima possibile.

6. Viale Regione Siciliana, sono necessari vari interventi per metterla in sicurezza, nuovi guard rail e soprattutto eliminare la possibilità di attraversamenti a raso, pericolo costante per tutti. Situazione da monitorare.

7. Piano di riordino AMAT, il piano di riordino giace nei cassetti del consiglio comunale da anni. Permetterebbe l’aumento delle frequenze ed una razionalizzazione delle linee. Da approvare prima possibile.

VERDE e AREE PUBBLICHE

1. Acqua dei Corsari, un’area verde in stallo da anni, un cantiere aperto e mai concluso, in un’area che ne avrebbe davvero bisogno. Da completare immediatamente.

2. Valle dell’Oreto, far partire questo progetto ambizioso, rilancerebbe un’enorme fetta di città spesso abbandonata a se stessa. Da rilanciare con forza.

3. Parco della Favorita, necessita tanti interventi il bistrattato parco, uno fra tutti l’eliminazione del campo ROM, assurdo che sia all’interno di una riserva. E la messa in sicurezza generale. Intervento deve essere immediato.

4. Aree pedonali, le aree pedonali della città esistono solo sulla carta. Il rispetto delle regole è necessario. Interventi possono essere immediati ed economici.

5. Centro Storico, è stato il primo sindaco a valorizzarlo, adesso sono necessari nuovi interventi per stabilizzarne la riqualificazione soprattutto nelle zone che meno hanno beneficiato degli interventi degli ultimi anni. Da rivedere.

SEGNALAZIONI UTENTI ed AGGIUNTE
1. Pulizia, la città vessa in uno stato pessimo dal punto di vista della pulizia, interventi immediati in tutte le zone della città sono richiesti.

2. Immondizia, il problema della discarica di Bellolampo è stato solo rinviato, la nuova emergenza rischia di inondare la città, trovare soluzioni in tempi rapidi.

3. Differenziata, la raccolta differenziata è iniziata solo a tratti e non viene rispettata in pieno, trasformando intere zone in discariche a cielo aperto, vigilianza per le zone interessata ed espandere il porta a porta ad altre zone della città.

4. Cartone, carta e cartone, presente nelle raccolte porta a porta in realtà non vengono raccolti da tempo, verificare i motivi.

5. Mondello, tanti progetti ma la borgata vessa sempre in un pessimo stato. Le cabine sono ancora lì, la piazza è un parcheggio abusivo e la strada non è stata pedonalizzata. Iniziare a raccogliere proposte e muoversi concretamente.

6. Posteggiatori abusivi, un giro di vito è richiesto da tutta la cittadinanza onesta.

7. Svincolo Brancaccio, basterebbe poco per aprire almeno il tratto lato monte. Sollecitare chi di dovere (ANAS?).

8. Sovrappasso Giotto, l’ultimo vero attraversamento a raso della circonvallazione. Da eliminare prima possibile.

9. Teatro Garibaldi e Santa Cecilia, teatri pronti da anni, molte le associazioni disponibili alla gestione. Da affidare prima possibile.

10. Cantieri Culturali della Zisa, importante centro culturale attualmente sottoutilizzato. Da rivalorizzare.

11. KALS’ART, evento che aveva dato lustro ad un quartiere dimenticato. Da riattivare.

Probabilmente sono decine gli interventi che abbiamo dimenticato, ma vogliamo iniziare da questi, e magari verificarne lo stato a cadenza regolare, prima tappa 100 giorni (o tre mesi) di mandato.


cantieri palermoemergenze palermoprogetti palermo

55 commenti per “SindacoReminder – [edit: aggiunte richieste]

Comment navigation

  • Deiniol 4
    24 mag 2012 alle 21:31

    Salve,
    io sono nuovo del forum appena registrato
    vorrei aggiungere una nota se posso :-)
    chiedere al sindaco, oltre cio’ che è stato scritto, ma le strade della nostra citta’ ridotte ad un colabrodo? con buche ovunque, avvallament,i scarifiche varie mai sistemate, tombini sprofondati, marciapiedi rotti e cosi via dicendo? Saranno sistemate o no e quando? grazie

  • xemet 425
    24 mag 2012 alle 21:34

    @contevlad

    Abito in zona viale delle Alpi, la differenziata all’inizio era precisa come un orologio Svizzero. Adesso invce fa schifo. La carta viene ritirata, se tutto va bene, una volta ogni due settimane. Spesso saltano turni e l’immondizia viene ritirata, sempre se tutto va bene, il giorno dopo o dopo vari giorni o al turno successivo. Praticamente ormai lasciamo sempre i bidoni fuori nella speranza che prima o poi qualcuno passi. Ovviamente spesso montagne di carta si accumulano accanto ai contenitori generando uno spettacolo indegno.

    Non mi stupirei se dietro tutto questo ci fosse la semplice strafottenza e incompetenza di qualche dirigente che non sa neanche di cosa si stia occupando e per cosa prende lo stipendio di turno garantito dalle nostre tasse.

  • punteruolorosso 656
    25 mag 2012 alle 9:46

    parco oreto, waterfront, linea tram costiera, eliminazione del traffico da foro italico e cala. collegamento delle borgate marinare tramite treno o tram o metro leggera. il passante prevedeva una fermata a sferracavallo, e ora non più. che schifo è questo? sferracavallo e mondello raggiungibili solo in bus…o più stupidamente in macchina. andrebbero pedonalizzate.

  • Giovanni 315
    25 mag 2012 alle 10:16

    @xemet molti di questi disservizi sono dovuti alla mancanza di fondi erogati dal Ministero dell’Ambiente, il progetto Palermo differenzia ormai è terminato e con esso il servizio di raccolta porta a porta, si potrebbe ritornare almeno per carta e plastica (visto che le campane per vetro e lattine sono rimaste) all’uso delle campane svuotandole nelle ore notturne (come fanno in molte altre parti della città) si potrebbe garantire un servizio regolare evitando di farle riempire e costituendo pericolo per i piromani, potrebbe rimanere la raccolta porta aporta per l’umido e l’indifferenziato riducendo così il numero di mezzi e di costi

  • freepress 36
    25 mag 2012 alle 10:59

    D’accordo con tutti i punti tranne con uno: piano di riordino AMAT.
    Il piano di riordino AMAT è stato fatto secondo una “strana” logica “economica” e non tiene conto delle reali esigenze dei cittadini. Linee piene zeppe di studenti e lavoratori al mattino sono state considerate “Inutili”. Senza tali linee in quartieri periferici sarà obbligatorio l’utilizzo di 2-3 linee autobus che non potranno in alcun modo avere maggiore frequenza in quanto passano da zone incredibilmente congestionate dal traffico nelle ore di punta , che permettono velocità medie di percorrenza di 10 Km/h.
    Quartieri periferici che potevano contare su “2″ vetture, nel nuovo piano potranno contare su “1″ vettura che viaggia nella direzione opposta alla linea eliminata. I tempi si allungheranno da 45 minuti di attesa ad un’ ora come minimo. E faccio presente che la più vicina fermata del tram non possiede un parcheggio auto dove eventualmente lasciare l’auto.

    Facendo presente che l’AMAT è sotto il coordinamento del comune di Palermo dubito fortemente si possa ,senza tener conto di tali problematiche, approvare un piano di riordino semplicemente “ridicolo” ( Questo è come lo hanno definito gli autisti dell’Amat al nodo di interscambio quando ho chiesto se ne sapevano nulla della soppressione di una linea in questione ).

  • Calò 60
    25 mag 2012 alle 15:47

    Sono d’accordo. Il piano Amat è inadeguato. Razionalizzare le linee va bene, non mi convincono però i nodi di scambio, a parte la stazione centrale, gli altri sono lontani dalle stazioni del passante ferroviario e molto lontane dal centro città. Preferirei la stazione Notarbartolo e Indipendenza – Orleans come nodi di scambio, piuttosto che il parcheggio, lo Stadio e Giotto.

  • manu70 74
    25 mag 2012 alle 15:58

    ragazzi , il sindaco ha dato disponibilità ?
    prendiamocela …………… tartassiamolo con i motivi del perchè ancora dopo UN GIORNO dal suo insediamento non ci sono azioni concrete inerenti al suo programma elettorale

  • Real 119
    25 mag 2012 alle 16:20

    Convengo con i vari punti qui sopra segnalati. Prioritari sono a mio avviso centro storico e viabilità, trasporto urbano …… segnalerei anche la riqualificazione del verde pubblico, ricollocare lì dove sono morte le PALME mancanti, penso a via dell’Olimpo la stessa Mondello ecc, chiaramente di una specie non attaccabile dal punteruolo Rosso…

  • Giovanni 315
    25 mag 2012 alle 21:20

    manu 70 nemmeno un sindaco del Trentino alto Adige dopo un giorno dal suo imsediamento riuscirebbe ad attuare il programma e poi avendo passato 10 anni con un sindaco che nn ha mai attuato i suoi programmi ti stai a preoccupare?

  • Irexia 494
    28 mag 2012 alle 19:12

    @ Otto Mohr
    L’hai detto! Prendere il comandante Serafino Di Peri e dargli una pedata nel culo! Via gli incapaci da questa città e dalla sua amministrazione! Mettere un competente che faccia lavorare i suoi sottoposti! Con gli euro che entrerebbero a pioggia nelle casse del Comune si potrebbe cominciare a far ripartire la città a cominciare dalle opere a minor impatto economico per dare l’immeditata percezione che… Eppur si muove!

  • filos 3
    30 mag 2012 alle 2:13

    Incominciare a fare delle vere pianificazioni del centro storico e dello stato degli edifici di palermo dal punto di vista statico e antisismico ed incentivare la riqualificazione dei quartieri con sgravi e innovazione per una città sostenibilie.


Lascia un Commento