29 mar 2012

Ingresso Parco Ninni Cassarà da Viale delle Scienze: perchè no?


Ragazzi di Mobilita Palermo buongiorno.
Ieri ed oggi sono stato per la prima volta al nuovo parco Ninni Cassarà per studiare con una mia collega. Molto carino, ancora un pò grezzo, tant’è che si trovano diversi operai e giardinieri che lavorano durante il giorno, e devo dire anche molto esteso.

Praticamente ho visto che arriva a confinare con l’università. E proprio ad alcuni di questi operai, molto folkoristici nelle espressioni ma anche simpatici e disponibili, ho chiesto se ci fosse un ingresso anche dall’università stessa. Mi è stato detto che al momento gli unici ingressi fruibili sono quelli di Via Basile e di Corso Pisani, e che a breve dovrebbe aprirne un altro (Fondo “qualcosa”, ora non ricordo) e che inoltre è in progetto l’entrata dall’Università ma che probabilmente questa non verrà mai realizzata.

Ebbene, questa notizia mi ha lasciato un pò perplesso, non capisco perché a struttura realizzata non è possibile creare un’entrata dall’università che peraltro è prevista nel progetto. Mi piacerebbe saperne di più a riguardo, sapere se gli operai con i quali ho parlato erano bene informati o se è una notizia falsa. Molti degli studenti dell’università neanche sanno dell’esistenza di questo posto, che è davvero grande e permette un bel contatto con la natura. Quant’è bello potere studiare in mezzo al verde con uccelli e farfalle che ti passano accanto, anche se sempre di studio si tratta…


ingressi parco cassaràparco cassaràuniversità di palermo

Articolo successivo

20 commenti per “Ingresso Parco Ninni Cassarà da Viale delle Scienze: perchè no?
  • tasman sea 20
    29 mar 2012 alle 7:50

    non resta che raccogliere firme. un unico collegamento fra parcheggio basile, università, e parco.
    che notizie ci sono dei laghetti?

  • domtao 27
    29 mar 2012 alle 8:34

    Dei laghetti non lo so, ma dei posteggiatori la domenica in via Ernesto Basile si, ce ne sono e di numerosi!!!!

  • Dario86 15
    29 mar 2012 alle 9:04

    Già c’è un forte problema di sicurezza all’Università di Palermo visti i giornalieri “fermi” che vengono effettuati…con l’apertura di un varco per il Parco Ninni Cassarà ci sarebbe ancor di più un passaggio per i delinquenti che oramai hanno preso l’Università e gli studenti come un bancomat

  • matteo O. 164
    29 mar 2012 alle 9:15

    @Dario86
    ma che stai dicendo? secondo te non dovremmo realizzare il passaggio dall’università perchè se no fanno i fermi anche al parco?????
    A parte il fatto che io ci ho studiato per tre anni (fino al 2010) e non sono mai stato fermato da nessuno all’interno di viale delle scienze, e così i miei colleghi.
    Se capita, succede nelle “viuzze” di via Basile, e quando fa buio.
    inoltre realizzare un’entrata per l’università permetterebbe finalmente agli studenti di prendere casa in zona Calatafimi ed andare all’università tagliando per il parco (e quindi evitare di fare il giro del mondo e poter prendere casa in una zona certamente migliore)

  • Neos 80
    29 mar 2012 alle 9:33

    Purtroppo i fermi vengono fatti anche durante il giorno e dentro la cittadella universitaria. Lo scorso anno ad un mio collega hanno fatto un fermo alle 15 davanti l’aula Li Donni, l’aula magna di Economia.. Ho detto tutto. Però non realizzare questo varco per colpa dei fermi mi pare troppo eccessivo. Il problema dei fermi c’è, e và risolto a prescindere dall’entrata o meno del parco.
    Per quanto riguarda il problema dei posteggiatori, posso affermare che ci sono anche di venerdì mattina alle nove.. Stendiamo un velo pietoso..

  • paper8 169
    29 mar 2012 alle 9:37

    Quando ho visitato il parco che sommariamente mi è pieciuto anche se troppo ricco di cemento, mi sono chiesto anche io come mai non fosse collegato al CUS, all’UNIPA e a quell’enorme landa desolata chiamata Parcheggio Basile. Se solo venisse tenuta in conto la pianificazione urbanistica in questi interventi le cose potrebbero funzionare bene. Bastavano degli accordi tra il comune e l’università e dei semplici collegamenti pedonali…
    assurdità palermitane

  • Dario86 15
    29 mar 2012 alle 10:40

    @Matteo O.

    Non dico che i fermi verrebbero effettuati nel parco…ma come accade giornalmente da un periodo a questa parte continuerebbero nella cittadella universitaria,che è già difficilmente controllabile,vista la struttura e come è dislocata,a detta della Fideliter,polizia privata che è prediposta alla sicurezza di essa….per me aprire un varco sarebbe ampliare i varchi difficilmente controllabili dalla Fideliter…se conosci la cittadella Universitaria sai bene che dopo l’asilo,negli edifici 16-17-18 rispettivamente Biologia,Chimica e DI.F.TER. non è possibile accedere con le auto e li si ripetono continuamente furti e fermi.Il varco dovrebbe essere aperto in questa zona e non la vedo una cosa buona per la sicurezza di noi studenti che ci ritroviamo a camminare in quei vialetti.Poi da quanto ho capito vi è un pezzo di terreno che divide la cittadella universitaria dal parco che non si sa di chi sia ed anche per questo motivo è stato difficile apporre il varco di collegamento

  • giosafat 306
    29 mar 2012 alle 10:43

    Secondo me è di una cecità unica! Cioè, davvero inconcepibile! Più ci penso più non capisco.. viene quasi da ridere..

  • matteo O. 164
    29 mar 2012 alle 11:23

    @Dario86
    basterebbe un minimo di volontà politica (anche da parte del Rettore fantasma) per aumentare leggermente la sicurezza nella zona di cui hai parlato. Anzi io vedrei il varco come una possibilità in più per rendere la zona sicura, proprio mettendo delle guardie a controllo di questo!
    Tanto come dici tu, con o senza varco, i problemi ci sono lo stesso….facciamo un varco e mettiamo delle guardie. mi sembra semplicissimo!

  • matteo O. 164
    29 mar 2012 alle 11:26

    PS: la verità è che Palermo è l’unica città al mondo che non ha capito che la ricchezza viene dall’Università!

  • Dario86 15
    29 mar 2012 alle 11:47

    @Matteo O.

    eh lo hanno capito i delinquenti che la ricchezza viene dall’Università XD…è una battuta!!!
    cmq il Rettore è stato informato dal Senato Accademico dei fatti accaduti ed ha subito segnalato le vicende alla Questura…ma niente è cambiato…è anche vero che mettendo delle guardie all’entrata di questo varco forse le cose migliorerebbero ma non sappiamo se è una cosa fattibile,non sappiamo se gli accordi stipulati dall’Unipa con la Fideliter possano portare ad un aumento di personale da parte di quest’ultima…

  • Neos 80
    29 mar 2012 alle 12:05

    Circa due mesi fa abbiamo fatto all’università una raccolta firme per chiedere una maggiore sorveglianza, indirizzata al Rettore e se non ricordo male anche al Comando della Polizia Municipale.. Ma risutati niente?!

  • MGM 18
    29 mar 2012 alle 13:25

    Ragazzi ma di cosa state discutendo…il varco tra il parco Cassarà e la cittadella universitaria esiste già ma il cancello è sempre chiuso ed il vialetto è definito solo dal lato del parco mentre la steppaglia e gli arbusti abbondano dal lato di proprietà dell’università ed il viale non esiste, basterebbe l’impegno da parte del magnifico rettore ed ho già chiesto ad un rappresentante del consiglio di amministrazione di informarsi riguardo alla vicenda, se e quando avrò notizie più dettagliate ve le riferirò.
    Per quanto riguarda i fermi basterebbe rafforzare l’impianto di videosorveglianza che è già abbastanza capillare ma non copre tutta l’area della cittadella non ha senso intensificare i controlli con delle pattuglie, non servirebbe a niente.

  • tasman sea 20
    29 mar 2012 alle 15:58

    bene, allora vediamo se questo vialetto si può aprire. servono firme?
    mobilitiamoci.

    per quanto riguarda i laghetti, ho controllato di persona e sembrano degli scoli di fognatura. niente è stato fatto per trasformare quel vallone in un’oasi di ninfee e canne persiane.

    servono firme anche per questo?
    insomma ci vuole gente competente e sensibilie per questa città. e non mi sembra che i candidati espriamano niente di tutto ciò

  • salvo030690 1
    30 mar 2012 alle 12:39

    una proposta potrebbe essere anche quella di aprire un passaggio anche solo pedonale da corso pisani all’università, così da permettere agli studenti di prendere casa in zona Calatafimi

  • INGEGNERE92 42
    30 mar 2012 alle 16:40

    PROVATE AD ARRIVARE A PIEDI ALL’ENTRATA DEL PARCO SU VIA ERNESTO BASILE:
    -MACCHINE POSTEGGIATE SUL MARCIAPIEDE CON TANTO DI TELO COPRIAUTO
    - ESPOSIZIONE DI OGNI GENERE DI MERCE: PIANTE, MOTO, OGGETTISTICA PER LA CASA.
    SUL MARCIAPIEDE OPPOSTO:
    AUTO PER VENDITA PANE OCCUPANTE L’INTERO MARCIAPIEDE
    MATERASSO BRUCIATO

    PER NO PARLARE DELLE BANCARELLE PER LA VENDITA DI SEMI VARI E PALLONCINI CHE OSTRUISCONO L’INGRESSO.
    A VOI I COMMENTI, ALLA POLIZIA MUNICIPALE LE SOLUZIONI.

  • tasman sea 20
    30 mar 2012 alle 21:01

    sì, è quasi impossibile andare dal parcheggio all’ingresso via basile.
    e poi vogliamo dire qualcosa del parcheggio?
    una discarica! le aiuole, anziché ospitare piante, nutrono spazzatura.
    tutto il percorso è pieno di spazzatura, impossibile posteggiare coi bambini e fare lo slalom fra lo schifo.
    perché questo parcheggio basile non viene finalmente affidato a qualcuno?


Lascia un Commento