29 mar 2012

Fari puntati sul Comando della Polizia Municipale

Stiamo curando una maggiore corrispondenza con il comando dei Vigili Urbani che, come avrete visto in questi giorni, ha partecipato ad alcune discussioni su questo sito.

Nel ribadire la straordinarietà della notizia, dopo quasi quattro anni di silenzio, serve battere il ferro finchè è caldo, nella speranza che questa apertura (speriamo concreta) non svanisca improvvisamente.

L’invito a tutti gli utenti è quello di focalizzare tutti i problemi e i dubbi con segnalazioni, foto, riflessioni e domande che veicoleremo al comando. Se riceveremo delle risposte esaustive e puntuali potremo dire di aver raggiunto un primo risultato, ovvero la rottura di questo muro. Viceversa, sarà stata la solita farsa.

Per dimostrare la nostra “apertura” e piena disponibilità al dialogo, riceviamo e pubblichiamo questa nota del Comando:

Al fine di far conoscere in maniera approfondita il lavoro che gli operatori
di Polizia Municipale svolgono 365 giorni l’?anno, si porta a conoscenza che
sul sito del Comune di Palermo, al seguente indirizzo,
http://www.comune.palermo.it/polizia_municipale/index_pm.htm
è stato pubblicato uno stralcio delle attività svolte nell’?anno 2011.
>> Il Comando di P.M.

 


comando polizia municipalepolizia municipale palermoVIGILI URBANI PALERMO

55 commenti per “Fari puntati sul Comando della Polizia Municipale

Comment navigation

  • Freddie 1052
    30 mar 2012 alle 18:05

    A proposito di polizia municipale efficiente…avete presente il vergognoso mercatino di via cavour gestito dai bengalesi??? ho mandato una segnalazione fotografica, mi hanno risposto ma era meglio se non lo facevano…di seguito il copia e incolla.
    ——————————————————————————————————–

    Palermo 29/03/12

    In riscontro alla Vs segnalazione di pari oggetto, l’U.O. “Nucleo Controllo
    Attività Commerciali su Area Pubblica” (nota prot.
    Regint/2012/6818-SCAPPACAP, data 28/03/12), comunica che da controlli
    effettuati in data 20/03/12 da personale appartenente a questo servizio,
    risulta che gli operatori commerciali extracomunitari che esercitano
    attività di ambulantato nella suddetta via, sono in possesso di
    autorizzazione amministrativa tipologia “C”. Pertanto, come da regolamento
    comunale dopo un’ora di permanenza si devono spostare di almeno 500 metri
    per riprendere l’attività di vendita. Il personale di P.M. tornato sul sito
    dopo un’ora circa dal termine dei relativi controlli di rito, constatavano
    che gli operatori commerciali avevano ottemperato a quanto stabilito dal
    regolamento, tanto che i marciapiedi risultavano sgomberi da bancarelle.
    Ad ogni buon fine si è provveduto ad intensificare i controlli nell’area
    pubblica in argomento, compatibilmente, con altre esigenze.
    ————————————————————————————————————–
    AVETE CAPITO??? non esiste nessun mercatino fisso in via cavour, gli ambulanti si spostano, mica stazionano lì tutto il giorno!!! poi dice che si offendono quando la gente li prende a fischi e piriti….questo vi meritate.

  • Templare 310
    30 mar 2012 alle 18:06

    Scusa Bergamotto: e il team di professionisti del parcheggio che regola il traffico sul marciapiede davanti alla piscina olimpica davanti agli occhi dei vigili di pattuglia? Chiamiamo i caschi blu ONU?

  • bergamotto 83
    30 mar 2012 alle 19:30

    ma se siete i primi a lasciargli i soldi ai posteggiatori ma per favore! mi fermo qua, pensate come credete e continuate con le vs critiche non ho trovato un solo consiglio utile o soluzione pertanto visto che resteremo distanti sulle nostre opinioni taglio il discorso qua. dice bene huge passate una giornata ma 7 ore su 7 al centro e guardate l’operato di una pattuglia a campione e poi giudicate sia i lati negativi che positivi però, se non ci sono quelli positivi vuol dire che devono partire le denuncie perchè si tratta di omissioni gravi se no facciamo solo chiacchiere. ovviamente l’esperimento va ripetuto almeno per qualche giorno e con pattuglie diverse altrimenti non ha senso. questo si può fare e sono d’accordo

  • usul 20
    30 mar 2012 alle 20:55

    Mi dispiace molto per i toni che questa discussione sta prendendo. Non mi pare siano utili. Come ho detto in precedenza, non credo che la “caccia al vigile urbano” sia quello di cui abbiamo bisogno. Tutt’altro.
    Lo scopo della (mia) discussione era quello di evidenziare eventuali errori o carenze nel modo di impiegare la PM a Palermo. Se in media una pattuglia di due uomini fa 3,6 multe al giorno, di certo non è semplicemente un problema di “voglia di lavorare” di quegli agenti. So che per molti è “consolante” pensare che sia così, ma il problema è prima di tutto quali sono i compiti assegnati a quella pattuglia, secondo quali priorità di intervento, all’interno di quale schema generale, con quale volontà politica, ecc. Poi, di certo ci saranno agenti fannulloni che fanno ben al di sotto del dovuto. Ma anche qui, mi pare che i loro superiori dovrebbero accorgersene e prendere provvedimenti.
    In sostanza, quindi, una discussione un po’ più ragionevole, dovrebbe concentrarsi sulle modalità con le quali si potrebbe incrementare l’efficacia dell’opera della PM. Dire semplicemente che sono fannulloni non serve a niente. Dire semplicemente che sono dei lavoratori indefessi vittime della città, non serva a niente neppure. Come si potrebbe fare? Nelle condizioni di bilancio della città assumere ulteriori VVUU non credo sia proponibile (comunque per me rimangono tanti). Quindi sarà necessario trovare nuove strategie di intervento e strumenti.
    Io non ho la soluzione ma, certamente pensare a un maggior ricorso alla tecnologia (autovelox fissi e mobili, macchine con telecamere, varchi video sorvegliati, ecc.) potrebbe essere un investimento costo-efficace.
    Di certo non basterà. Anche la motivazione e le disposizioni al personale devono essere più incisive. Mi fa rabbia vedere agenti della PM che in via Sammartino fischiano e chiamano uno ad uno i proprietari delle auto in doppia fila per spostarle. Multare e basta, senza se e senza ma. Altrimenti dopo pochi minuti si è punto e accapo. Pensare a dei blitz costanti e ripetuti per molto tempo in una zona specifica della città. Per poi passare a una zona successiva potrebbe essere impopolare ma anche efficace. Come sempre il problema è politico. Qualunque azione si voglia intraprendere sarà impopolare nel breve termine.
    Chi ne avrà il coraggio?

  • usul 20
    30 mar 2012 alle 20:57

    Chi ha altre proposte? Mi pare di capire che qualcuno dei partecipanti sia nella PM (o molto vicino a essa). Quali proposte vengono dall’interno? E tutti gli altri?

  • Otto Mohr 40
    30 mar 2012 alle 22:22

    Bergamotto, è il terzo post che scrivo sempre sulla stessa cosa. Forse tu ancora non hai visto la seconda foto che c’è qui http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2010/03/09/i-vigili-urbani-non-vedono-e-non-sentono/…ritrae un vigile urbano che parla con un bagarino davanti lo stadio riguardo non tanto la sua attività illecita che stava svolgendo davanti a lui, ma se fosse meglio far giocare un giocatore piuttosto che un altro.
    Tu dici di doverci mettere nei panni dei vigili, io ti dico invece di metterti nei nostri. Come facciamo avere ad avere fiducia di vigili urbani che convivono con l’illegalità e che scendono a compromessi?

  • Templare 310
    31 mar 2012 alle 0:33

    @bergamotto
    Solo per chiarire: io soldi per i carcerati, soldi per la riffa, soldi per i santini, soldi ai posteggiatori non ne ho mai dati e mai ne daro’ e a differenza di quei poveretti che disonorano la divisa e lo Stato facendosi i c….i loro mentre la dinastia di posteggiatori fa mettere motori di tutti i tipi sul marciapiede davanti alla piscina, posso dirlo e camminare a testa alta! Continua pure a difendere l’indifendibile.

  • Jolas Rem 0
    31 mar 2012 alle 10:08

    Affrontiamo il problema con razionalità: una cosa è la qualità del singolo operatore e dei dirigenti (che come in tutti i luoghi di lavoro può essere da eccellente a indecente), altra cosa è la qualità generale del servizio, che tutti, anche gli stessi vigili (ho due amiche nella PM) giudicano inadeguata alla situazione della città.
    E’ chiaro che dal di dentro si imputa l’inefficienza alla carenza di mezzi, uomini e fondi (e qui ci attacchiamo al tram, viste le casse del comune). Altrettanto ovvio che dall’esterno fa a dir poco rabbia non vedere i vigili o vederli in atteggiamenti che ai nostri occhi risultano perlomeno dubbi, o vedere che chiunque può fare quello che gli pare davanti a un vigile, basta che quest’ultimo abbia le sue consegne che non prevedono multe a quello che voglio fare io…
    Insomma la situazione richiede una campagna di educazione civica (quando non personale) da un lato e tolleranza meno di zero dall’altro, ma nel paese dei balocchi anche tanti soldi per la PM. Ora, visto che soldi non ce ne sono, vogliamo tirare fuori qualche idea organizzativa per cambiare qualche regolamento e fare funzionare meglio quel poco che c’è mentre aspettiamo che arrivino soldi chissà da dove? Ognuno scrive una cretinata, e magari tra tante scemenze ci sarà una idea buona…. comincio io con le mie cretinate (magari alcune già si fanno e io non me ne sono accorto):
    1. Assegnare un paio di pattuglie (magari qualcuna in più) ogni giorno a fare multe a tempesta a tutto e a tutti senza pietà e ogni giorno in una zona diversa senza legargli le mani con consegne troppo specifiche.
    2. Utilizzare i soldi delle multe in parte per fare funzionare meglio il comparto PM
    3. Si deve andare per forza in due a un incrocio? Bene, facciamo uno sforzo e mentre uno dirige il traffico si autorizza l’altro a multare quello che vede nel raggio di 50m dall’incrocio (e magari).
    4. Ogni tanto mandiamo un paio di belle vigilesse a spiegare ai bambini nelle scuole quanto sono vastasunazzi i loro genitori, e poi facciamolo ancora e ancora, ma con decisione, perchè i bambini non si devono divertire, si devono responsabilizzare!
    5. Cerchiamo qualche sponsor che paghi mega cartelloni per una campagna di civilizzazione di massa: poi saranno presi in giro e strappati, ma poi si insiste e intanto qualcuno li leggerà: ma che siano messaggi duri! Niente robe ammiccanti tipo “quanto è cool fare il bravo cittadino”, piuttosto “brutto idiota togli quella macchina da lì”.
    6. Bastone e carota, ma principalmente bastone. E poi diamo al cittadino la possibilità di segnalare anomalie e storture in tempo reale e che queste segnalazioni abbiano il peso di una denuncia che obbliga a intervenire con serietà. (E non ditemi che nell’era di internet non si può fare).

    Va bene come inizio?

  • Jolas Rem 0
    31 mar 2012 alle 10:11

    e non ho scritto “Di Peri dimissioni” solo perché ritengo che probabilmente il prossimo sindaco lo sostituirà comunque. Auspico che si scelga la dirigenza secondo principi quantomeno sensati…

  • Freddie 1052
    31 mar 2012 alle 11:21

    E’ paradossale inveire contro i vigili perchè non fanno rispettare le regole…nel resto d’italia li odiano proprio perchè le regole i vigili le fanno osservare a tutti. Bah.

  • Freddie 1052
    31 mar 2012 alle 13:12

    Una buona notizia davvero! speriamo non arrivi il merighi di turno a fare ricorso contro l’utilizzo di questa tecnologia…

  • Metropolitano 3146
    31 mar 2012 alle 13:31

    Oggi al Bar Ciro di via Leonardo Da Vinci il proprietario del locale mi disse che ha visto girare dei poliziotti con la propria vettura: avevano dei tablet e degli schermi sul parabrezza. In sostanza si tratta dello Street Control, in rodaggio da giovedì scorso come disse lui. E’ UNA SPLENDIDA NOTIZIA !!!! :D


Lascia un Commento