27 mar 2012

Mestieri di Palermo: IL TURNISTA!


La sezione tributi del Comune di Palermo è riuscita, in periodi di crisi come questi, a re-inventarsi il mestiere di turnista! Stavolta prendendolo un po’ alla lettera…
ps: Il soggetto ripreso in video portava al petto il tesserino “Comune di Palermo: Operatore C.O.I.M.E.“. A quanto pare non è l’unico a svolgere questa particolare mansione, tanto che durante la settimana al suo posto ci sono altre persone. Per motivi di privacy il volto è stato oscurato e la voce distorta


coimecomune di palermomestieri di palermomobilita palermoSegnalatiturnista

9 commenti per “Mestieri di Palermo: IL TURNISTA!
  • MGM 18
    27 mar 2012 alle 13:18

    Propongo una petizione per far avere a questo stacanovista una sedia ed una scrivania, non vorrete mica che costui possa impegnare tutto il tempo trascorso a lavoro senza avere una scrivania dove poggiare il giornale :)
    Avrà o no gli stessi diritti di tutti gli altri lavoratori che come lui vengono impegnati a non far niente nelle amministrazioni pubbliche…(fatevi un giro negli assessorati sparsi per la città)…
    Quello che non so è se compatire quest’individuo per la mancaza di dignità e rispetto per se stesso o accettare il fatto che anche lui è una vittima del sistema politico siciliano di collusi e corrotti che ci governano.

  • blackmorpheus 54519
    27 mar 2012 alle 13:21

    @MGM

    che sia vittima è da dimostrare, dato che c’è un sacco di gente alla quale del lavoro non frega proprio nulla…anzi, meno fanno meglio è! Tanti come lui vogliono essere “posteggiati”, che è diverso. Non è una logica molto diversa da quelli del parcheggiatori abusivi…il succo è credere che tutto sia dovuto, senza avere neanche la dignità o la predisposizione mentale per capire che bisogna fare la propria parte all’interno di questo sistema. Purtroppo per noi, gente così esiste perché la politica ne ha fatto un vero e proprio strumento elettorale. E io pago

  • Portacarbone 70788
    27 mar 2012 alle 13:46

    Il video è emblematico, non tanto per il tizio in sè (penso che 10 persone su 10 accetterebbero lo stesso lavoro, sopratutto in questo periodo di crisi) ma per il sistema e il suo funzionamento che permette questi “sprechi”.
    Girando per uffici, dipartimenti etc. ce ne sono a centinaia di questi “ruoli” inutili.

  • AngeloCh 104
    27 mar 2012 alle 14:20

    L’ultima volta che sono stato alla delegazione comunale di via Tricomi (zona Civico) di tizi ce n’erano due ed avevano la scrivania. Però è giusto che fossero due perché il lavoro era assai: non c’è il tabellone e i numeri li scrivevano loro a mano.

  • mastpalermo 115
    27 mar 2012 alle 14:37

    E’ una pratica ben conosciuta, anche nel municipio della mia circoscrizione (IV) c’è un individuo che svolge il lavoro di un apparecchio elettronico da 15€. Purtroppo siamo costretti dalle nostre amministrazioni a pagare uno stipendio ad una persona per svolgere questo “lavoro”, per non contare della altre 5 persone fuori dall’ufficio che non fanno niente, perchè che sia Comune o Regione, questi enti non sanno quanti dipendenti hanno e che mansioni essi svolgono…

  • Freddie 1052
    27 mar 2012 alle 15:13

    Anzi è niente. Il portiere che c’è al collocamento in viale regione ti chiede 10€ per farti entrare per primo l’indomani mattina…ti evita di andare tu alle 6 a fare il turno.

  • huge 2219
    27 mar 2012 alle 17:04

    @freddie: e per questa gente ci vorrebbe una bella denuncia. Ma si sa, a Palermo nessuno vede o sente niente e tutti amici come prima.

    Ce ne sarebbero di mansioni vere da affidare a questa gente, ma a chi gestisce la macchina comunale e le sue partecipate non frega niente. Tanto i dirigenti nostrani non hanno alcuna responsabilità nel caso di gestione fallimentare, oltre al fatto che il tutto è nato ed è gestino esclusivamente in ottica clientelare, per cui c’è tutto l’interesse a che questa gente non si affatichi troppo. Non fosse mai che il giorno del voto fossero troppo stanchi per fare il loro “dovere”.

  • huge 2219
    27 mar 2012 alle 17:07

    Credo che questa crisi sia una manna dal cielo per noi.
    Permettere di spazzare via un po’ di feccia. E non mi riferisco ai lavoratori, ma ai vari dirigenti, manager e quant’altro. Quelli purtroppo non spariranno sono quelli che in quei posti ce li hanno piazzati e quindi saranno ancora in grado di piazzare ulteriori nullità nei posti che contano.

  • Metropolitano 3355
    28 mar 2012 alle 10:54

    Se il Comune non glielo consente, è una forma di abusivismo. Mentre se invece sì, è una forma di spreco di denaro pubblico da parte del Comune stesso.
    Non sanno più cosa inventarsi per fronteggiare la crisi… a Palermo.


Lascia un Commento