12 mar 2012

In restauro l’arredo urbano di piazza Politeama


Novità dalle piazza Castelnuovo e Ruggero Settimo, intese Politeama. In allestimento i ponteggi intorno il Palchetto della Musica (1874-75) e alla statua di Carlo Cottone, principe di Castelnuovo (1873). A breve i ponteggi verranno allestiti anche sulla Statua di Ruggero Settimo posta davanti il teatro (1865). L’intervento non comprende le statue in bronzo intorno il palchetto. Ammetto di essere alquanto scettico sulla durata di questi interventi una volta ultimati, vista la fine del restauro al palchetto di qualche anno fa. Ma un sistema di videosorveglianza?



un dettaglio dei danni creati al palchetto dai suoi abituali, adorabili frequentatori:

La statua di Ruggero Settimo:


palchetto della musicapiazza castelnuovopiazza politeamapiazza Ruggero Settimostatua di Carlo Cottonestatua di Ruggero Settimo

21 commenti per “In restauro l’arredo urbano di piazza Politeama

Comment navigation

  • thesearcher 163
    16 mar 2012 alle 17:01

    Le telecamere servono e come!
    L’art.639 codice penale prevede l’arresto fino a 1 anno per chi danneggia il patrimonio e meglio di un video non c’è niente se non i propri occhi.
    E’ facile notare che i negozi e le banche che dispongono di CCTV che puntano verso i muri e le entrate non hanno graffiti sui muri dei loro locali…non ci vuole un genio per capire che è il miglior deterrente a un costo relativamente basso.

    E’ ovvio che Palermo non è una città che merita la manina ma il pugno di ferro. Basterebbe che il sindaco emanasse un’ordinanza inasprendo le pene per i vandali e i danneggiatori a partire dai monumenti e tutti gli edifici storici e di interesse artistico.
    E’ una vergogna immane vedere in centro la statua di Ruggero Settimo tutta imbrattata per non parlare del Palchetto e di tutto il resto in città.
    Prima di piangere sulla mancanza di turismo, commercio, ecc la gente dovrebbe farsi un’esame di coscienza e dire: dovremmo farci veramente schifo a noi stessi prima di fare schifo agli altri…
    Per me, la città potrebbe essere disseminata di telecamere a ogni uso e consumo sempre nei rispetti della legge e con lo scopo ultimo di elevare multe elevate e arrivare anche al penale a chi danneggia, vandalizza, commette reati, infrazioni stradali e non…vedreste che anche il più incallito degli animali di questa città vedendosi in continuazione inondato da multe e denunce diventerebbe un agnellino…bisogna colpire il portafoglio e in ultimo la libertà, gli unici deterrenti all’inciviltà; non c’è altra via!


Lascia un Commento