17 feb 2012

Fondo Luparello: in corso la mobilitazione contro il centro direzionale in loco


Continua il tentativo di ostruzione da parte del forum delle associazioni  alla realizzazione del Centro Direzionale Siciliano previsto a Fondo Luparello.

E’ ancora possibile fornire il proprio appoggio all’iniziativa con una firma.

Privare una delle poche zone verdi rimaste in città della sua naturalezza per edificare il centro direzionale regionale… ma dove sta la ragione nel localizzarlo in una zona per niente servita dagli snodi stradali e ferroviari, difficile da raggiungere (ricordiamoci ad esempio la situazione attuale del ponte Pitrè)?

Il famoso progetto del grattacielo di Notarbartolo si presta decisamente di più a un insediamento del genere.


parco luparelloraccolta firmesalviamo fondo luparello

39 commenti per “Fondo Luparello: in corso la mobilitazione contro il centro direzionale in loco

Comment navigation

  • fabdel 989
    17 feb 2012 alle 7:27

    per mettersi i soldi in tasca cementificherebbero anche le loro madri. questa classe politica mi FA VOMITARE. *** “Quando avrete abbattuto l’ultimo albero,quando avrete pescato l’ultimo pesce,quando avrete inquinato l’ultimo fiume,allora vi accorgerete che il denaro non si può mangiare” ***

  • rosanero86 25
    17 feb 2012 alle 8:35

    a quali pro servirebbe questa struttura? a far mangiare un po di soldi a chi la costruisce? ad assumere futuri lavoratori pubblici a spese della regione? il solito spreco e ci sarebbe da scommetterci se l’opera diverrà operativa o l’ennesima cattedrale nel deserto..io riqualificarei edifici del centro storico ad uffici, come usano nel resto d’italia. Comunque in aree verdi palermo è una delle prime, il problema è il solito, la gestione.

  • Calò 80
    17 feb 2012 alle 11:26

    L’opera in se serve, perché permetterebbe alla regione di risparmiare sugli affitti. Certo quella non è una zona adatta ad ospitare una struttura così importante e così impattante.

  • Calò 80
    17 feb 2012 alle 12:30

    Palazzo d’Orleans è solo la sede istituzionale del presidente della Regione. Io parlo degli uffici dislocati in diversi edifici della città.

  • Davide Epifanio 0
    17 feb 2012 alle 12:36

    Io sono a favore di un centro direzionale fuori il centro città, anzi si è perso tempo utile a questa decisione. Realizzarlo lì significherebbe, sicuramente, ampliare anche le infrastrutture viarie di accesso al sito..del resto i politici non potrebbero rimanere bloccati ore e ore nel traffico..
    Riunire in un unico posto i centinaia di uffici dislocati in tutta la città è un’ottima scelta..ci sarebbe un risparmio economico. Il problema di come raggiungere il sito si risolverà in breve tempo per il motivo che ho citato sopra.

  • matteo O. 169
    17 feb 2012 alle 12:53

    @davide epifano
    Io penso proprio che il grattacielo sia la soluzione migliore. Darebbe una gran bella opera moderna alla città. ricoprirebbe buona parte del passante ferroviario con prati verdi e inoltre come dici tu farebbe da volano alla costruzione di infrastrutture importanti quali la metropolitana leggera e la chiusura dell’anello ferroviario. che certo gioverebbero molto di più alla città in termini di diminuzione di traffico e soprattutto di vivibilità!

  • Portacarbone 70930
    17 feb 2012 alle 13:00

    @DavideEpifanio
    raggiungere quel posto in maniera soddisfacente significa:

    - rifare il ponte Pitrè
    - allargare tutta la via Pandolfini/Roccazzo
    - snellire i ltraffico lungo via Pitrè (parte alta)
    - realizzare la nuova tangenziale di Palermo che passerebbe alle spalle di Baida
    - Incrementare in maniera esponenziale gli autobus che servono quella zona

    Tu pensi che tutte queste cose possono essere realizzate “in tempo”, a breve termine insomma?
    In più, anche venissero realizzate tutte queste opere, la zona non sarebbe servita da mezzi pubblici eccetto i bus.

    Per questo non mi sembra assolutamente una buona idea, a prescindere dal fattore ambientale.

  • Davide Epifanio 0
    17 feb 2012 alle 13:54

    “i politici realizzano infrastrutture per risolvere i propri problemi”..faranno di tutto pur di non rimanere bloccati nel traffico, ( e non credo che tutti hanno la possibilità di arrivare lì con un elicottero). quindi, diventa di fondamentale importanza la tangeziale esterna.
    @portacarbone. anche se le infrastrutture non venissero realizzate in contemporanea al centro direzionale, verrebbero realizzate successivamente per migliorare la viabilità così da raggiungere il centro direzionale in condizioni ottimali (come del resto avviene con i centri commerciali che finanziano opere infrastrutturali per l’accesso). Il bus va benissimo per raggiungere il centro direzionale dato che a parte la tangenziale esterna non sono previste altre opere e dato che il palermitano è fedele al mezzo arancione.

    Unico centro direzionale significherebbe:
    -economia per le casse regionali, data dall’azzeramento degli affitti attuali e dall’uso di un centro direzionale che per la sua modernità (edificio di classe energetica probabilmente A) sarà di aiuto alla tanto richiamata economicità degli enti pubblici.
    -economia per i cittadini dato che le sedi regionali attuali sparse in città sarebbero utilizzate per altri scopi (anche sociali)
    -piazza indipendenza libera, e insieme ad essa liberi tutti i posti auto sparsi appena sotto tutti gli uffici regionali attuali dislocati in città. (soldi sottratti ai parcheggiatori abusivi e posti liberi per i residenti).
    -Sviluppo di opere infrastrutturali per realizzare l’accesso al centro direzionale
    -Inquinamento da auto dei cittadini e da auto blu (ferme ad aspettare il politico di turno) che essendo fuori città darebbero respiro ai residenti urbani.
    -Efficenza della PA dato che tutto si trova in un unico centro (quindi velocità decisionale e di risposta al cittadino che non ha bisogno di recarsi in diversi uffici lontani tra loro).

    Realizzare un parco di tali dimensioni, quando a due passi vi è quello Uditore, non mi sembra di fondamentale importanza..A forza di realizzare erba (incolta a Palermo) non si realizzano opere moderne che sarebbero di pari grado al verde cittadino, liberare piazza indipendenza dallo “smog politico” sarebbe, a parer mio, come realizzare un parco verde.
    A chi parla di “cementificazione grigia incontrollata” vorrei ricordare che si può usare il cemento per opere colorate e funzionali.

  • Calò 80
    17 feb 2012 alle 14:08

    Se porti il centro direzionale in quella zona non fai altro che spostare il problema. Non c’è una viabilità e dei mezzi pubblici adeguati allo scopo. Guardate dove hanno costruito i centri direzionali a Napoli e Milano…….

  • Giovanni 320
    17 feb 2012 alle 14:35

    ovviamente Davide Epifanio è parte interessata al progetto… ricordandogli che è già stata utilizzata un area agricola per realizzare il tanto agognato centro commerciale “Conca D’Oro”, nn so come andrà a finire la vicenda personalemnte ho raccolto 30 firme per far mollare il progetto è l’ho fatto senza nessun interesse particolare… però mi sembra che sia il solito “lavoro all’Italiana” (traduzione di un famoso titolo di un film di un furto di lingotti d’oro) dove a gudagnarci nn sarà la collettività ma i costruttori in odore di mafia.
    infine c’è un area già destinata alla realizzazione di un “Pirellone” Palermitano ed è a Lolli, costruirlo a Luparello è un inutile consumo di suolo, teso a produrre profitti

  • Tancredi 120
    17 feb 2012 alle 14:55

    Il verde pubblico non si tocca!!! Quel poco che resta dobbiamo tenercelo stretto!! Non si deve toccare per nessun motivo! Nemmeno per costruire un ospedale!
    Ho firmato la petizione 3 mesi fa! Chi volesse farlo a questo link trova il modulo in formato PDF

    http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=moduli%20petizione%20luparello&source=web&cd=2&ved=0CCwQFjAB&url=http%3A%2F%2Fwww.italianostra.org%2Fwp-content%2Fuploads%2Ffirme_luparello.pdf&ei=wls-T6n-AebE4gSe5szHCA&usg=AFQjCNFy9tw3lEnt2gsPMgEw09Va_OQugQ&sig2=930Man_wrJHajk4YdunZ9Q

  • thedoctor 137
    17 feb 2012 alle 15:21

    Recuperare e riqualificare ciò che abbiamo!!! Solo così possiamo garantire un futuro in questa città!! Basta cemento!!

  • Athon 879
    17 feb 2012 alle 15:26

    Ho già firmato qualche mese fa presso uno stend del Movimento 5 Stelle Palermo…

  • matteo O. 169
    17 feb 2012 alle 16:08

    @davide epifano
    non è in discussione l’importanza del centro direzionale, ma dato il tuo discorso sulle infrastrutture preferisco che venga fatta la metropolitana leggera per raggiungere il centro anzichè la nuova tangenziale.
    significherebbe avere una città con una vivibilità eccezionale, quasi come barcellona.

  • Davide Epifanio 0
    17 feb 2012 alle 17:14

    @giovanni: si sono parte interessata al progetto in quanto sono un nativo palermitano e mi interessa solo il bene della mia terra, non per altre motivazioni da te alluse. Il CC Conca D’Oro deve essere benedetto in primis perchè darà un lavoro stabile a centinaia di persone che prima non coltivavano di certo quel pezzo di terra che tanto difendi, e in secundis perchè creerà quel circuito connettivo la cui mancanza ha causato il dregrado dello zen.
    @ Tancredi: il verde pubblico va tutelato e sono daccordo con te, ma oggi nel 2011 si possono realizzare strutture tese a riqualificare meglio zone verdi che oggi sono abbandonate, così da ottenere un mix di grigio-verde che soddisfi sia voi ambientalisti sordi sia gli “infrastrutturieri convinti”.Ps. se tu ti accolli un ospedale a 1 ora di macchina (xkè uno piu vicino a te non piace xkè toglie verde) quello è un tuo problema personale.
    @Matte O.: Non puoi sviluppare solo una mobilità interna alla città, ma bisogna alleggerire anche v.le reg,sic. già saturo da anni. A Palermo sarebbe utile una metropolitana leggere quanto una tangenziale esterna.Ps: se preferisci la metropolitana leggera xkè vivi in centro questi sono problemi tuoi.

  • matteo O. 169
    17 feb 2012 alle 17:23

    @davide
    io no vivo a palermo e quindi la mia non era una scelta di convenienza. semplicemente reputo più utile la metro leggera che la tangenziale. infatti considerando che tra poco completeranno il passante ferroviario e il tram, con in più la metro leggera e l’anello ferroviario, anche il viale della regione siciliana sarà alleggerito perchè moltissime persone preferiranno il mezzo pubblico. In più in ottica turistica e di sviluppo è certamente meglio avere una mobilità interna di alto livello che una in viale della regione. (si potrebbe chiudere il centro e far diventare Palermo una bellissima città come Barcellona, o senza andare lontano come il centro di Milano, Verona, Firenze etc)
    Poi anche io sono pienamente convinto che sia importantissima la tangenziale, ma se devo scegliere, in ottica economica e di vivibilità preferisco la metro.

    Infine hai ragione per quanto riguarda le aree verdi abbandonate. Il centro direzionale potrebbe certamente rivalutare fondo luparello se fatto con un serio piano architettonico. Ma continuo a preferire il grattacielo a notarbartolo. (spero hai visto il progetto)


Lascia un Commento