07 feb 2012

Destinare a parco un ex cementificio a Vergine Maria


Ormai da qualche anno il cementificio di Vergine Maria (Edilpomice) ha chiuso in quanto vi erano infiltrazioni mafiose. L’azienda è stata sciolta, il terreno è passato al Comune. Dall’ampia area è stato ritagliato un pezzo, legittimamente, rimasto ai privati poiché estraneo agli affari sporchi.
L’area che è oggi di proprietà del Comune è enorme.
Il quartiere Vergine Maria non ha spazi ricreativi e li chiede a gran voce!

Nell’ultimo anno le mamme, la scuola, i ragazzi, i cittadini tutti del quartiere chiedono che quello spazio venga destinato a parco pubblico. Fino a questa estate c’è stata una manifestazione con cui la cittadinanza si è appropriata dell’unica piazza per dimostrare che alternativa in quel quartiere non c’è.


L’area B è quella che è rimasta privata: secondo me dovrebbe essere autorizzata a parcheggio a pagamento.

Il quartiere soffre ogni anno per le festività dei morti e di ognissanti perché le strade e i marciapiedi diventano un unico posteggio abusivo e selvaggio (pensate che viene istituito il senso unico tutta la giornata, praticamente per rientrare a casa bisogna fare il giro da Mondello e non si capisce perché i vigili si appostino all’altezza dell’Addaura reef per bloccare le macchine!). Inoltre, d’estate, tra pizzerie, ristoranti, birrerie e locali la zona diventa impraticabile (oltre che assediata dai parcheggiatori, abusivi, ancora una volta).

L’area A nella foto è quella ad oggi del Comune: in questi anni è stata oggetto soltanto di operazioni di rimozione delle tettoie del capannone in amianto.
Come dicevo sopra, e come è possibile vedere, è enorme. Potrebbe ospitare tranquillamente campetti di calcetto, pallacanestro e pallavolo, bocce, parco giochi, essere destinata a verde pubblico e anche una zona dove lasciare i cani liberi a sgambettare un po’.

A quanto ne so il Comune è di diverso avviso: vorrebbe destinarlo a edilizia commerciale, nello specifico un supermercato.

Peccato che di supermercati ce ne siano in zona Arenella ben due (e da quando ha aperto il secondo, di fronte l’ospizio marino, c’è parecchio traffico)! Mentre Vergine Maria ha piccole attività (macelleria, panettiere e fruttivendolo), un piccolo supermercato c’era ma è fallito anni fa e se si vuole proprio il supermercato, ma non si vuole andare all’Arenella, la zona Olimpo fornisce valide alternative.

Dato che il Comune, devo dedurre nella persona del Commissario Straordinario, sta ripensando al Piano Regolatore Generale, dite che si penserà a destinare a verde questo spazio?

Irexia


arenellaedilpomiceparchi verdi palermoverde palermovergine maria

22 commenti per “Destinare a parco un ex cementificio a Vergine Maria

Comment navigation

  • friz 1128
    11 lug 2018 alle 8:47

    ….vista la mancanza di lucidità mostrata più volte da questa classe politica al governo di Palermo, a mio avviso deve essere la gente del luogo ad organizzare una raccolta firme per creare uno spazio verde con parcheggio vicino… io mi aspetto che siano i residenti a mostrare Lucidità e a chiedere a voce alta di riqualificare una delle tante zone dimenticate da orlando…. ci vorrebbe uno spazio verde con almeno un campetto di calcetto ed uno di basket… per una volta facciamo finta che anche Palermo sia parte dell’Europa…

    P.S. Non è necessario che in ogni quartiere ci siano sempre dei supermercati… al contrario è NECESSARIO che in ogni quartiere ci siano del Verde e delle strutture gratuite per fare sport….
    P.S.2 ….chi deve fare la spesa può servirsi delle botteghe del quartiere oppure può allontanarsi un poco per raggiungere il supermercato più vicino… non cade il mondo…


Lascia un Commento