01 feb 2012

“Che programmi hai?” – Far quadrare i conti: i vostri commenti


Sono stati esaurienti? Convincenti e preparati?

Per tutti coloro che non fossero riusciti a seguire lo streaming giorno 30 gennaio, riproponiamo sul nostro canale Youtube, nel quale invito a iscrivervi per restare sempre aggiornati, la prima puntata della campagna informativa di Mobilita Palermo per queste amministrative 2012 “Che Programmi Hai?”. Vi ricordiamo che il video è disponibile in FULL HD a 1080p. Per comodità, abbiamo inserito un menu interattivo durante la presentazione della puntata per permettervi di ascoltare direttamente la risposta del candidato che vi interessa sul tema proposto, basta un semplice click sul nome! Diffondete il più possibile! La vera rivoluzione parte dalla consapevolezza!

Potete discuterne attraverso i commenti di questo articolo, con una sola raccomandazione: non è uno spazio per fare campagna elettorale o convincere gli altri nel votare “tizio” piuttosto che “caio”.  Si commentano i contenuti, in maniera civile ed educata.

Non costringeteci a chiudere anzitempo il dibattito.

Ricordiamo che sono intervenuti:

  • Marianna Caronia
  • Riccardo Nuti
  • Fabrizio Ferrandelli
  • Rita Borsellino
  • Davide Faraone
  • Antonella Monastra

La domanda testuale rivolta agli intervistati è la seguente:

Prima di parlare di mobilità, ambiente, rifiuti o altro: su Palermo pende una spada di Damocle, che potrebbe rendere vano ogni sorta di discorso successivo. La situazione delle casse comunali è drammatica e sono gia state riscontrare difficoltà nel garantire gli stipendi ai funzionari.

Considerato che dal 2014 il federalismo discale imporrà ai comuni il bilancio unico, con la conseguenza che il comune di Palermo dovrà incamerare i debiti delle partecipate, cosa intende fare di Amia e Gesip per evitare che il comune vada in fallimento? Soprattutto a fronte dell’imminente liberalizzazione dei servizi pubblici che verrà inserita nella manovra Monti che costringerà i comuni ad affidare i servizi tramite banid europei e non più in house (eventualmente con quali fondi intende farlo)?

Buon dibattito.


amministrative 2012borsellinocaroniache programmi haielezioni palermo 2012far quadrare i contifaraoneferrandellimonastranuti

28 commenti per ““Che programmi hai?” – Far quadrare i conti: i vostri commenti

Comment navigation

  • Luca S. 129
    01 feb 2012 alle 23:44

    @grillo, blackmorpheus
    Quotando Stef, e me stesso, continuo a credere che e’ bastata questa domanda a farci comprendere la caratura di alcuni dei candidati
    Le prossime puntate saranno utili solo a vendere il solito fumo.
    Tristezza.

  • kersal 90
    02 feb 2012 alle 8:49

    @Stef:
    Forse tu vivi in un altra Italia. Hai letto la relazione regionale (arrivata solo ora) sull’operato Cammarata ? Hai notato quante volte si è bellamente ignorata la legge?
    E’ accaduto nulla? Il PUT è stato approvato? Il fatto che il comune abbia pagato 900.000 euro in rimborsi ha fatto passare qualche guaio a qualcuno?
    Il problema municipalizzate a Palermo non può essere risolto. Punto. Sono troppi e sono molto violenti e hanno in mano i servizi essenziali della città. Nessun privato, tranne se non bene *incentivato*, si prenderà mai tali dipendenti, perchè sono del tutto ingestibili.
    Quindi osserviamo ancora una volta lo scempio di questa ormai_brutta città….

  • qualunquemente 1
    02 feb 2012 alle 10:33

    be io penso che tutte le risp, sono un pò sul generico di concreto niente,io penso che il programma di questa citta si debba fare proprio sui bilanci, della citta e sulle leggi sul federalismo del 2014 visto, che chi sarà il prossimo sindaco amministrerà panche dopo il 2014,non voglio fare polemico, ma la cosa più concreta la dice Ferrandelli , ma mi deve spiegare dove prende i soldi per rendere il suo progetto sulla palermo del sole,perchè c’è una grandissima spesa iniziale,poi i tempi di realizzazione e messa in opera,be penso che prima di vedere l’opera finita se fosse lui il sindaco avrebbe finito il mandato.leggete i bilanci e partite da li a fare i programmi, spiegate alla gente in che condizioni sono le casse del comune, oggi palermo ha bisogno di un programma fatto di pochi punti concrete e attuabili,in primis ilprogramma dovrebbe parlare dei problemi e di come si possano risolvere, per portarli alla normalità. insomma i conti devono quadrare

  • Hall t. 33
    02 feb 2012 alle 12:30

    Mi piacerebbe sapere chi dei candidati a sindaco ha intenzione di portare avanti il progetto lolli/notarbartolo con centri culturali, sportivi e torre con centro direzionale, salvando così fondo luparello dal suo triste destino! Secondo me il nuovo sindaco dovrebbe puntare molto su questo progetto!

  • Luca S. 129
    02 feb 2012 alle 13:01

    @kersal
    Quindi confermi che queste societa’, popolate come sono adesso, sono ingestibili.
    Il che vuol dire che prescindendo da chi le gestira’, se restano cosi’, saranno sempre un DANNO per Palermo.
    Di che parliamo allora? Di privatizzazioni, di integrazioni? Sono tutte pseudo-proposte poco realizzabili per tanti dei motivi che avete suggerito tutti voi.
    La soluzione e’ RICOSTRUIRE. E per ricostruire bisogna DISTRUGGERE.

  • kersal 90
    02 feb 2012 alle 16:19

    @Luca S.
    Hai visto cosa hanno combinato gli autotrasportatori? Milioni di danni, la Sicilia in ginocchio. E lo stato che ha fatto? Nulla. Perchè l’unica cosa da fare era mandare l’esercito, ma in Italia non si può fare. Quando i tantissimi ex-detenuti inizieranno a mettere a ferro e fuoco Palermo chi li potrà fermare? I vigili urbani? E intanto ovviamente bloccheranno quelli che vorranno lavorare (come è già accaduto) lasciando che l’immondizia ci seppellisca. E allora il sindaco (chiunque esso sia) chiamerà il governatore e questi il premier e arriveranno tanti soldi in deroga a qualsiasi patto di stabilità. E così il comune non avrà soldi neppure per pagare un asilo nido o riparare una strada, ma le “famiglie” saranno salve…

  • Luca S. 129
    02 feb 2012 alle 17:40

    Caro Kersal,
    hai proprio centrato il punto!
    L’emergenza perenne e’ la chiave per la sopravvivenza di certi parassiti.
    Emergenza => denaro per fronteggiarla => assunzioni/precariato.

    E quindi spendi centinaia di milioni di Euro per pagare stipendi inutili (gli ultimi 45 milioni versati dal governo Berlusconi) per fronteggiare una situazione che si ripresentera’ a Maggio.


    Ed ecco che i marciapiedi sono distrutti, le strade dissestate (rischio incolumita’), la citta’ sommersa dall’immondizia, il territorio nel totale abbandono, idem gli impianti comunali.
    E se ci pensi, sono tutte cose di cui GESIP (verde urbano, impianti comunali) e AMIA (nettezza urbana e strade) si dovrebbero occupare, guardacaso l’argomento caldo di questa discussione.

    Morale: di che parliamo? di risanare (con quali soldi)? di privatizzare (chi compra)? di integrare (ancora!!!!!)?
    Nessuno osa pronunciare le parole che servirebbero e ridarebbero vita a questa citta’. CANCELLARE queste aziende di cui la citta’ e’ ostaggio ANCHE per motivi di ordine pubblico.


Lascia un Commento