21 gen 2012

Panormosauri: scanna per la benzina, ma la bici se la ride


La bicicletta (ma anche l’autobus) se la ride, sbeffeggiando i tanti panormosauri assetati in queste ore presso i distributori. Scene di ordinaria follia dove la gente è letteralmente impazzita e presa dal panico. Eppure qualche settimana fa ci si lamentava del costo eccessivo dei carburanti  (la super era a 1,72€/L) e oggi le stesse persone fanno addirittura fa la notte per  fare rifornimento ad oltre 2€/L. Gente che si mette in fila presso distributori chiusi, o abbocca a bufale  che danno per imminente l’apertura di altri distributori. L’attesa si rivelerà poi vana. Il trionfo dell’ipocrisia!

Da un altro lato, sono notevoli i benefici per il traffico, dove la città intera  può essere rappresentata come una ZTL  a costo zero.

Alle spalle del Teatro Massimo…L’arte rinnova i popoli…tranne i panormosauri.

Piazza Indipendenza dove è appena arrivata un’autocisterna carica di carburante…è assalto.

 

Momenti di tensione per qualche goccia che brucerà nei pistoni…

Eni presso rotonda di via Belgio: i furgoni delle Poste Italiane in fila.

 

Stranamente, alcune linee Amat hanno aumentato la propria velocità commerciale viaggiando più celermente del solito. Che strana coincidenza…


benzinabiciclettablocco tir palermobus amatcode benzinadistributori benzina palermoesaurimento carburanti siciliaforconimovimento dei forconisciopero autotrasportatorisciopero autotrasportatori siciliasciopero siciliasicilia

36 commenti per “Panormosauri: scanna per la benzina, ma la bici se la ride

Comment navigation

  • aledeniz 174
    21 gen 2012 alle 21:59

    Le città pianeggianti come Palermo andrebbero chiuse al traffico privato ogni giorno. Se gli Olandesi vanno tutti in bici tutto l’anno ed hanno per 6 mesi medie sotto i 5C e 4 mesi sotto le 100 ore di insolazione, non si vede come non possano tutti i Palermitani usare le bici tutto l’anno anche loro.

  • V:E:N:D:E:T:T:A 154
    21 gen 2012 alle 22:06

    quindi , in coda c’erano, solo paesani gente malata, gente che con la benzina ci lavora,e mamme con bambini al seguito. Invece gli sparuti Palermitani, ormai quasi estinti, erano a casa a ridere pensando alle code davanti ai benzinai!

    Purtroppo pochi sono disposti ad accettare cambiamenti dello statu quo.

  • Cesc 112
    21 gen 2012 alle 23:31

    @Paco
    Era solo una battuta, rilassati non volevo offendere nessuno! Siete cosi accaniti verso gli altri che ormai avete perso anche il senso dell’umorismo, Relax yourself!

  • lisemiso3 11
    21 gen 2012 alle 23:42

    MI ERO RIPROMESSO DI NON PERDERE TEMPO PREZIOSO PER FARE RIFORNIMENTO,PURTROPPO VISTO LE CIRCOSTANZE (FAMILIARI E LAVORATIVE)SONO STATO COSTRETTO OGGI POMERIGGIO AD ACCODARMI PER OLTRE DUE ORE .POSSO DIRVI CHE LA MAGGIOR PARTE DI AUTOMOBILISTI ERA ACCODATA CIVILMENTE E PAZIENTEMENTE.QUESTO PER DIRE CHE NON TUTTO E’ DA BUTTARE .

  • antony977 166228
    22 gen 2012 alle 0:04

    @Bowman, dove sta la forzatura?A meno che non siano le solite frasi fatte.
    Sono sotto gli occhi di tutti le truffe, il mercato nero della benzina, i distributori che come sciacalli forzavano al rialzo i prezzi dei carburanti.
    Ci sono denunce da parte della Guardia di Finanza e qualche arresto…e mi vieni a parlare di forzatura?
    OVUNQUE c’erano interminabili file presso i distributori…questa si chiama FOBIA…altro che forzatura!
    Quindi ai distributori c’erano solo “paesani” o mamme con prole al seguito?? :D
    Le immagini pubblicate dai vari quotidiani parlano chiaro. Zuffe ovunque per qualche litro di carburante, scene da panico, urla, spinta, colpi di bidoni. Hitchcock applaudirebbe!
    Ecco dove sta il guaio: continuiamo a trovare giustificazioni a quello che normale non è. Non metto in dubbio che c’è stata gente che ha avuto molti disagi, ma non si muore mica per la benzina. In altri paesi si muore per l’acqua mentre qui invece…
    Come mai a Milano fanno a meno dell’auto, addirittura utilizzando la bicicletta per recarsi a lavoro?
    A Monaco di Baviera i bambini si recano a scuola in bici, senza farsi accompagnare da papino in auto.
    E ribadisco pure qui dentro: il panormosauro nella sua natura vuole mostrare scaltrezza ma è tutto chiacchiere e distintivo: si lamentava della benzina a 1,72 €/L , ma eccoli tutti a 90° fare benzina a oltre 2 €/L!
    VERGOGNA

  • Paco 7942
    22 gen 2012 alle 3:49

    Oltretutto io domani devo fare oltre 250 km e mi devo accollare queste code per fare rifornimento e già sono nervoso per questo. Inoltre spesso queste code le devi fare con gente che ti dice “io la macchina non la uso mai ma cmq mi faccio il pieno, non si sa mai” e chi ha necessità diventa un pazzo.

  • Cesc 112
    22 gen 2012 alle 9:52

    @Paco nemmeno ti rispondo più, fatti una camomilla e impara a scherzare perchè sai, a palermo ci sono molti problemi è vero, ma se non riesci nemmeno a sdrammatizzare la situazione non so come riesci a vivere in santa pace!

    Detto questo, stamattina io ho fatto la benzina regolarmente, tutti quelli se si sono scannati ieri dopo 4 ore di fila sono stati un po’ polli. Questo sta a sottolineare la fretta, la stupidità e la non-informazione dei Palermitani, perchè se “Forza d’urto” dice che domenica si fermerà lo sciopero dei tir, vuol dire che la benzina arriverà.

  • omega 138
    22 gen 2012 alle 12:52

    @Lorenzo80
    “considerando l’uso ridottissimo che faccio dell’auto e muovendomi al 90% in bicicletta.”
    E a batteria auto come stai? Quante ne sostituisci ogni anno? Purtroppo l’auto è come la schifosissima stampante a getto di inchiostro, meno la usi e più rapidamente si guasta.

  • lorenzo80 582
    22 gen 2012 alle 14:25

    @omega
    Purtroppo hai ragione. E’ l’unica cosa, in effetti, di cui mi preoccupo. L’ho cambiata più o meno un anno e mezzo fa, dopo 5 anni di onorato servizio. Avendola pure usata pochissimo è praticamente nuova, però quando accendo la macchina, una volta a settimana, dopo 7 giorni di fermo, il motore all’accensione scatta in automatico a 3000 giri al minuto per poi scendere a 1500 circa, che mantiene fino a quando l’auto non si è riscaldata, segno che l’auto era veramente fredda. A dirti la verità, la cosa che mi preoccupa di più non è tanto la batteria, quando il motorino di avviamento… Per fortuna l’auto è in un garage al chiuso quindi tutto sommato non è proprio al freddo e al gelo…

  • Luca S. 129
    22 gen 2012 alle 15:15

    A tutti.
    Qui in Germania, con -5/-10 gradi sotto zero, la gente esce in bici se non nevica. E talvolta anche se nevica. Molti dei miei colleghi vivono a 25 Km di distanza dal posto di lavoro…Ossia come Palermo-Carini.

    Qui sento parlare di distanze…che la gente parla di bici solo perche’ abita in citta’.
    La testa e’ sempre quella…

    Sui Panormosauri: togli telefonino e automobile, e liberi la belva incivile che e’ in loro. Ahime, questo e’ il prototipo della maggioranza di noi Palermitani. In questi giorni, e oggi, se ne sono viste di tutti i colori. Civilta’ zero!

  • Metropolitano 3359
    22 gen 2012 alle 15:52

    Gia che ci sono perchè non si bevono la benzina al posto del vino ? :D
    E’ più salutare che stare in coda ad attendere per un rifornimento incerto ! HA HA HA HA HA. Come godo nel veder soffrire i panormosauri, la città è più vivibile quando loro sono impegnati per i cavoli propri, senza scorazzare per la città o mettere le macchine in doppia fila dove mancano i distributori. Questo è stato un test per loro per valutare chi è selvaggio e chi invece la prende (come noi veri cittadini) con pazienza e buon viso.

  • gigipirandello 178
    22 gen 2012 alle 20:38

    già……il panormosauro, è difficile da cambiare. Oggi, in fila 2 ore per un po’ di benzina, una signora sui 50 anni, accanto al marito, in auto, in fila, ha lasciato cadere un pallottolone di carta da ” panelle” a terra. COME SE NULLA FOSSE.

  • Paco 7942
    23 gen 2012 alle 0:15

    @cesc, la camomilla fattela tu e chi conosci, non mi conosci e non mi giudicare che fai brutta figura.

  • Bowman 19
    23 gen 2012 alle 17:40

    @ Vendetta & Antony977
    Giovani, ma leggete solo quello che volete? Il mio era un esempio come se ne potevano fare tanti. Non è forse vero che una marea di gente che di giorno lavora e di fatto vive a Palermo poi rincasa nelle proprie abitazioni nei vari paesi della provincia? Ecco, secondo voi questa gente non aveva il diritto di fare il pieno di carburante?
    E’ di questo che parlavo, idem per le mamme o per altri casi.
    L’articolo sapeva tanto di sentenza ed era questo che non mi era affatto piaciuto.
    La realtà è molto più varia di come si narrava qui.


Lascia un Commento