21 gen 2012

Imminente arrivo dell’E-CAT, generatore di energia elettrica a FUSIONE FREDDA


Riportiamo con grande piacere un approfondimento dell’utente MontePellegrino su una nuova possibile fonte di energia, altamente competitiva e sostenibile. Vi invitiamo a leggere con attenzione quanto segue:

Sull’imminente arrivo (autunno 2012) dell’apparecchiatura E-CAT che produce una gran quantità di energia elettrica sfruttando la fusione fredda, ho letto in internet una tale mole di articoli e mi sono così tanto sorpreso del fatto che giornali e televisioni non ne parlino, che ho deciso di fare un riassunto per i lettori di questo sito (Mobilitapalermo) su questa apparecchiatura.

L’E-CAT sarebbe il frutto del genio italiano, così come fu la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo, o l’invenzione del telefono da parte di Meucci, ma con un’importanza e con ricadute positive di gran lunga superiori rispetto a queste e, secondo me, rispetto a tutte le scoperte che l’umanità abbia mai fatto!

È l’ingegnere Andrea Rossi l’autore dell’invenzione e del brevetto! Leggo purtroppo che ha avuto varie controversie con l’Università di Bologna che avrebbe dovuto certificare la scoperta e quindi si è rivolto ad università americane: come da pessima tradizione dell’Italia, purtroppo ci stiamo facendo scippare le migliori scoperte! In America la cosa ha avuto ampia risonanza e ne hanno discusso perfino i candidati alle presidenziali!

Cercherò ora di riepilogare in maniera semplice e comprensibile a tutti, il funzionamento, anche se ancora non lo si sa per intero perché il brevetto è in via di definizione.

Si sa che Rossi ha dato una dimostrazione del suo funzionamento pubblicamente, qualche tempo fa e che la macchina produsse energia per circa 24 ore di seguito alla presenza di giornalisti.
L’E-CAT produrrebbe energia elettrica senza carburanti fossili (derivati del petrolio o del carbone), ma soltanto usando pochi grammi di idrogeno e di nichel (avete capito bene: la monetina di 1, 2 o 5 centesimi) e utilizzando la Fusione Fredda.
La fusione nucleare calda è la reazione che avviene all’interno del sole e serve a produrre energia, però funziona soltanto a temperature di milioni di gradi.

La fusione fredda, invece, produce energia a basse temperature e al contrario della fissione (quella delle centrali nucleari francesi o di Chernobyl o di Tokio che sono scoppiate) non produce radiazioni, è una fonte pulita di energia, non produce CO2 e non causa effetto serra!

L’E-CAT per uso domestico avrebbe la grandezza di una valigia e produrrebbe più di 6 kw/ora quindi più delle potenze che tutti noi abbiamo installato con il contatore Enel nelle nostre case che di solito è di 3 KW/ora. Pare che funzionerebbe per due anni senza manutenzione e che i costi siano di pochi centesimi di euro nei due anni.

Pare inoltre che il prezzo sarà tra mille e duemila euro (lo scopritore inoltre avrebbe pure brevettato un E-CAT per uso industriale che produrrebbe uno o più Megawatt di potenza il cui prezzo sarebbe di un milione di Euro, che sostituirebbe le centrali elettriche)! Naturalmente, oltre che corrente elettrica, produrrebbe anche calore che si potrebbe utilizzare per riscaldare le case!
Queste sono le notizie che ho appreso finora, ora vorrei accennare alle conseguenze di una tale rivoluzionaria scoperta!
Premetto che non abbiamo certezze che tutto quanto riportato in internet corrisponda a verità, ma se non fosse vero l’argomento si chiuderebbe qua.

Invece se davvero, come io credo e come ho letto, nel prossimo autunno 2012, l’E-Cat sarà venduto nelle catene di negozi e supermercati, allora sarebbe una rivoluzione incalcolabile per l’umanità e di questo vorrei parlare con gli altri lettori!
L’energia non costerebbe più nulla: potremmo disdire i contratti Enel nelle nostre case e anche quelli del gas; le merci si abbasserebbero di prezzo; dopo le case, l’E-CAT potrebbe essere installato sui cofani delle future automobili che quindi avrebbero grande potenza senza inquinamento e senza bisogno di pesanti, costose e inquinanti batterie elettriche;
Tutti i mezzi di trasporto, le fabbriche, le centrali elettriche non avrebbero più inquinamento: niente più effetto serra causato dall’uomo; fallirebbero i paesi produttori di petrolio e di gas;
Io mi fermerei qui, aspettando vostri commenti e considerazioni!


E-CATelettricità gratisenergie altrnativefusione fredda

22 commenti per “Imminente arrivo dell’E-CAT, generatore di energia elettrica a FUSIONE FREDDA

Comment navigation

  • Irexia 714
    25 gen 2012 alle 22:04

    Della fusione fredda si parlerà domani 26 gennaio su radio2 al programma Caterpillar ore 18:00: trasmetteranno dal’Aula Magna dell’università di Bologna e faranno un po’ di domande ai professori di là in tema di energia e risparmio energetico.
    Chissà che non si riesca a dipanare qualche nebulosa… :)
    Buon ascolto agli interessati!

  • monte_Pellegrino 597
    26 gen 2012 alle 0:23

    Huge, il Cern di Ginevra è un carrozzone che sta sprecando miliardi e miliardi di euro senza che caverà un ragno dal buco, perchè sta partendo da premesse sbagliate. L’establishment non tollera voci dissenzienti che potrebbero azzerare le carriere di tanti che hanno fatto soltanto pubbliche relazioni più che ricerca e controllando anche le riviste scientifiche ufficiali perpetua il circolo vizioso. Del fisico – Corbucci – ho letto ottimi ed esaustivi articoli su riviste alternative, quali ad esempio Scienza e Conoscenza e altre. Ma comunque qui siamo fuori argomento e mi fermo qui.
    Sul funzionamento dell’E-cat lo vedremo presto: in autunno. Se dovesse davvero funzionare mi aspetto molti tagli di teste (simbolici) e molti tagli di lingue e di dita sulle tastiere (anch’essi simbolici)!


Lascia un Commento