31 dic 2011

Riapre il 16 Gennaio la tratta Palermo C.le-Notarbartolo: il nuovo orario online e dettagli


Scatterà ufficialmente da lunedì 16 Gennaio il nuovo orario Trenitalia relativo alla riapertura della tratta Palermo C.le-Notarbartolo.

Sarà completamente operativa la fermata Orleans, mentre la nuova fermata Vespri sarà attiva da un solo binario. Nel frattempo proseguiranno i lavori lungo la tratta A (Pa C.le-Not.), dove nel secondo semestre 2012 saranno operative le nuove fermata Guadagna, Imera, Lolli, e coi benefici del doppio dinario.
Per consultare i nuovi orari online, cliccare qui.

 


palermo centralepalermo notarbartoloriapertura passante ferroviario palermostazione centrale palermostazione notarbartolo

26 commenti per “Riapre il 16 Gennaio la tratta Palermo C.le-Notarbartolo: il nuovo orario online e dettagli

Comment navigation

  • Metropolitano 3236
    10 gen 2012 alle 13:47

    Perchè oltre alla funzione di metropolitana ci circolano i treni merci e tutti i convogli della compagnia Trenitalia.

  • Metropolitano 3236
    10 gen 2012 alle 13:57

    @kazakistan
    Concordo con te che sarebbero soldi buttati se lasciano anche solo 1 km di mono rotaia, ma sappiamo (e poi vediamo che) che apriranno i cantieri nel 2012 per lo scavo profondo della galleria Notarbartolo-Alcide De Gasperi.
    Spero che rispettino i tempi, visto e considerato che siamo nel 2012, ma la riapertura della tratta sia pur a singolo binario doveva avvenire nel secondo semestre 2011. Sto lamentando questo ritardo da parte di RFI nel decidersi a farci finalmente passare i treni !!!
    Spero anche che huge si sbagli sul fatto che il doppio binario lo attivano a Dicembre e non a Giugno. Aspettare altri 6 mesi che Trenitalia si decida un bel momento a farci scorrere finalmente i treni sulla nuova infrastruttura non ha molto senso a mio modesto parere.
    Io giustificherò il ritardo di sei mesi soltanto nel caso in cui lo scavo della seconda galleria Lolli-Orleans non si completi entro Giugno.

  • cavolhassan 5
    10 gen 2012 alle 14:44

    @Metropolitano: e quindi come funzionerà? nessun tipo di fruibilità quotidiana per muoversi a palermo città come se fosse una metro normale, bensì un semplice treno utile ai pendolari e non ai cittadini ?

  • Metropolitano 3236
    10 gen 2012 alle 18:19

    Certo, sarà una metro con diverse fermate, di cui 9 tra Notarbartolo e Roccella ossia il tratto che stanno per aprire. Prima la capacità della linea non era estesa a doppio binario, ma manco ora per la verità finchè non attivano anche il secondo binario, e c’erano solo 4 fermate tra Notarbartolo e Centrale, contro le 7 fra non molto. A queste 9 fermate aggiungici quelle nelle tratte B da Lazio in su e fuori città fino all’aeroporto. Dato che è su base ferroviaria, questa metroferrovia servirà anche per il trasporto intermodale e per i treni regionali, non soltanto per quelli suburbani e locali. La capacità della nuova linea permetterà appunto di far viaggiare più treni nello stesso intervallo di tempo rispetto al vecchio schema della linea, tra cui anche qualche treni Cargo. I pendolari che provengono da Cinisi, Punta Raisi, Orsa, Piraineto, Carini, Ciachea, Kennedy, Capaci… prenderanno dei treni regionali che verranno sfruttati anche come suburbani, mentre i treni al teasporto solo metropolitano faranno magari fermate tra Staz. Centrale e Notarbartolo oppure Tommaso Natale e Roccella, ma senza fermare nelle stazioni di provincia. Con l’alta capacità sarà possibile anche fra non molto organizzare relazioni regionali tra Cefalù e Notarbartolo ed a medio termine tra Castelbuono e l’Aeroporto Punta Raisi. Possono addirittura fare relazioni tra le più disparate come Cinisi-Castelbuono e così via, magari diretti, oppure magari con fermate intermedie suburbane o centrali quali Lazio,Notarbartolo,Lolli,Giustizia,Orleans,etc… di combinazioni ce ne potranno essere a bizzeffe, ma ovviamente dipende da come se la organizzano in Trenitalia per rendere possibili queste tratte da istituire.

  • kazakistan 55
    10 gen 2012 alle 20:02

    @cavolhassan: purtroppo da 16 gennaio avremo le stesse stazioni di due anni fa, meno treni di due anni fa, treni “moderni” come quelli di due anni fa…. MENO corse di quelle di due anni fa, treni più lenti di quelli di 2 anni fa a causa dei cantieri aperti,…GRosse novità sulla metropolitana palermitana…


Lascia un Commento