12 dic 2011

L’uovo di Colombo per la viabilità in Corso Tukory


Dopo l’entrata in vigore della nuova viabilità in Corso Tukory/Corso Re Ruggero/Via Benedettini, tantissimi di voi ci stanno inviando input e osservazioni su come potrebbero essere migliorati i flussi veicolari in zona.

L’ultima soluzione adottata per la viabilità nella zona di Corso Tukory-Via Basile-Piazza Indipendenza ha dell’assurdo, soprattutto per chi deve raggiungere Via Basile da Corso Tukory e tenendo conto che si crea una situazione di traffico insostenibile proprio attorno all’Ospedale dei Bambini (poi ci si chiede perchè aumentano le patologie dell’apparato respiratorio???).

Allego una proposta che mi sembra proprio l’uovo di Colombo per risolvere i problemi di viabilità nell’area, senza stravolgere le abitudini di chi percorre abitualmente quelle strade.

(click per ingrandire)

Il problema finora è consistito nell’incrocio “frontale” tra chi viene da via Basile e chi proviene da Corso Tukory. Basta eliminare tale punto debole prevedendo solo intersezioni ad Y in prossimità della “mezza rotatoria” da realizzare all’intersezione tra Via Basile, Via Lodato, Corso Tukory e Corso Re Ruggero.

Naturalmente, per garantire la fluidità del traffico alle intersezioni, andrebbe garantito anche il rispetto dei divieti di sosta in prossimità degli incroci.
Qualcuno saprebbe spiegarmi quali sarebbero le difficoltà nell’adottare tale soluzione, che tra l’altro sarebbe compatibile con la futura apertura di Via Lodato?

Ingegnere M.


CORSO TUKORYnuova viabilitàpiazza indipendenzatraffico palermovia basilevia Benedettinivia lodato

29 commenti per “L’uovo di Colombo per la viabilità in Corso Tukory

Comment navigation

  • renard 228
    14 dic 2011 alle 0:55

    Ma perché non mettere un cartello mobile?
    Prima quando si poteva percorrere via re Ruggero al contrario facevano sempre lo stesso: quando c’era sciopero si mettevano esattamente all’imbocco, creando delle code lunghissime, quando sarebbe bastato mettersi 100 m prima all abiforcazione davanti Massaro per avvertire. D’altronde se i vigili vengono solamente per chiudere una strada a che servono? Basterebbe che mettessero le barriere e se ne potrebbero andare, invece dovrebbero aiutare i cittadini e non far creare queste code. Quando vanno là sanno già che c’è uno sciopero e devono chiudere la strada, non è una cosa improvvisa, gli scioperi vanno segnalati in anticipo, quindi perché non informare i cittadini?

  • mistrezio 7
    15 dic 2011 alle 10:53

    Io credo che ognuno debba fare il suo mestiere, prima di modificare la viabilità in una zona della città sarebbe oppurtuno fare intervenire esperti (ingegneri del traffico o meglio gestionale, che penso nella nostra amministrazione qualcuno decente lo possiamo trovare) che effettuino degli studi/analisi approfondite tenendo in considerazione il numero di auto che transitano(o che transiterebbero nella zona, considerando anche un indotto dalla nuova viabilità) tramite un censimento sulle auto che transitano nella zona, una verifica strutturale, con la possibilità di modificare la larghezza delle carregiate, ecc, e non lasciare a noi comuni cittadini alle nostre sensazioni empiriche una scelta sulla viabilità, che crea dei disagi a tutta la cittadinanza…DICO CIO’ IN QUANTO PURTROPPO GIORNALMENTE FREQUENTO QUESTA ZONA, DI CUI IN OGGETTO, E NON HO TROVATO NESSUNA MIGLIORIA, ANCHE NEGLI ULTIMI GIORNI A REGIME (O QUASI) IL TEMPO DI TRANSITO DELLA ZONA DOPO LA RIMOZIONE DEL CANTIERE (ED E’ UN PARADOSSO) I TEMPI SONO AUMENTATI DEL 150%.

  • V:E:N:D:E:T:T:A 154
    15 dic 2011 alle 12:42

    @mistrezio, invece proprio chi ci passa ogni giorno può vedere come stanno le cose. Stai sicuro che chi ha progettato e chi ha approvato la viabilità , l’ha fatto senza passare prima di lì, forse utilizzando solo le carte aeree del comune che fanno più schifo di google map!
    Sono sicuro che il Comune non ha nessuno di coloro da te menzionati, quindi dovrebbe chiedere una cosulenza milionaria a qualun’altro.

  • ingegnerem 15
    16 dic 2011 alle 9:56

    @Tutti: Titolo e testo erano volutamente provocatori, se non altro hanno stimolato la discussione ;)

    Sono consapevole del fatto che non esiste una soluzione definitiva per i problemi di viabilità, e la mia era solo una proposta che teneva conto delle ABITUDINI dei palermitani, che sono uno dei FATTORI PRINCIPALI da tenere in considerazione nella progettazione di tali interventi. Tra le abitudini, la peggiore è il “parcheggio di fronte la porta” della destinazione, che renderebbe ardua sia la trasformazione a doppio senso di Corso Tukory (ve le immaginate le auto sui marciapiedi con le 4 frecce?) sia le rotatorie davanti Massaro (anche li con le auto parcheggiate dappertutto…).
    In un’altra città o con un’altra Amministrazione (con la A maiuscola) la soluzione delle rotatorie sarebbe l’ideale, ma sarebbe necessario far rispettare i divieti di sosta e statisticamente questo a Palermo non avviene.

    @emmegi e klone123: la soluzione proposta non è equivalente alla situazione di 1 mese fa, infatti, i raggi di curvatura all’intersezione tra via Basile e corso Tukory sono molto più ampi e non costringono a manovre strane per immettersi da Corso Tukory verso Via Brasa, determinando una maggiore fluidità del traffico.

    Inoltre questa soluzione potrebbe essere a costo zero per il Comune, in quanto potrebbe realizzarla la SIS, che invece di ricostruire il marciapiedi di fronte alla via Lodato potrebbe spianare e asfaltare tutta l’area sopra la galleria e delimitare l’intersezione con New Jersey, che consentono anche delle correzioni successive alla forma e dimensione della rotatoria.

  • panormitanaNONdoc 9
    16 dic 2011 alle 19:28

    l’inversione di marcia in via dei Benedettini e’ veramente preoccupante. non potevo immaginare che qualcuno potesse ingegnare una tale soluzione da creare un intoppo cosi’ eclatnte vicino per altro l’ospedale dei bambini e le ambulanze perennemente bloccate tra la chiesa S. Giovanni degli Eremiti e la via del bastione.
    Tale intoppo/blocco inizia alle 7 di mattina e si tranquillizza solo alle 9 di sera. inoltre passano autobus e camion! e’ veramente assurdo cercare di porre rimedio e creare disagi alla viabilita’ del genere. sono profondamente preoccupata e per favore, non ditemi che e’ solo perche’ iniziano le feste! e’ dal giorno 6 dicembre che il traffico e’ incessante e senza rimedio.

  • antony977 165953
    16 dic 2011 alle 19:46

    Ma fatemi capire….prima nella piazza antistante l’ospedale dei bambini non c’era traccia di traffico??!?

  • giuseppe64 5
    25 dic 2011 alle 20:22

    La nostra è una strana citta, solo a Palermo può accadere che finiti dei lavori e chiuso un cantiere il traffico aumenta notevolmente.
    Ritengo a questo punto sia opportuno modificare tutto il piano traffico della zona .

  • kazakistan 55
    26 dic 2011 alle 10:06

    In effetti ho notato anche io la stessa cosa! Con il cantiere del passante in attività riuscivo la mattina perfettamente ad andare all’università dal tribunale attraverso piazza Indipendenza in pochi minuti e la sera tornavo verso il tribunale sempre attraversando il “maledetto attuale” incrocio con Tukory in pochi minuti. Mi sa che chi si è inventata questa nuova viabilità o ci è… o ci fa…

  • giuseppe64 5
    27 dic 2011 alle 21:41

    a parer mio ci è
    La cosa ancor più strana è che in una qualsiasi altra citta europea colui che ha predisposto tale piano traffico sarebbe stat
    orimosso dall’incarico e declassato
    Ma da noi qui in sicilia, la meritocrazia va avanti ecco perchè il traffico aumenta!!!!


Lascia un Commento