26 nov 2011

Palermo affonda nel cemento, RIAPRIAMO I PARCHI.


Palermo affonda nel cemento. E’ora di riaprire tutti quei parchi..
Nel mentre, all’Uditore stiamo cominciando a respirare un altra aria grazie al Parco Uditore.

Cominciamo dalla Favorita : Un Parco enorme, il parco più grande di Palermo. Bene, è uno schifo. Ci sono bottiglie ovunque, pezzi di vetro, e sopratutto non si può camminare perchè passano le macchine, questo è un parco? Dove noi possiamo portare i bambini a giocare? NO!

Villa Giulia : A me sembra deprimente, è tutta triste e non c’è colore. L’ultima volta che ci stavo andando stavo sprofondando in una buca.

Villa Trabia: E’ stupenda, ma ci sono rifiuti ovunque, senza rifiuti sarebbe più stupenda.

Giardino Inglese : Bellissimo, però le panchine sono vandalizzate, ci sono cani e gatti randagi che ti tagliano la strada quando sei in bici.

Parco D’Orleans: E’enorme, sarebbe perfetto per gli studenti. Il Problema? Non ci sono i custodi ed entrano sempre le persone che distruggono tutti. Cammarata aveva annunciato l’apertura, ma ancora stiamo aspettando.

Ho dimenticato qualcosa? Avete visto? Noi bambini, non possiamo andare da nessuna parte. PS: Ho 10 anni :) Ciaoo :)


cementoparchiSegnalatiuditore

11 commenti per “Palermo affonda nel cemento, RIAPRIAMO I PARCHI.
  • Prometeus 152
    26 nov 2011 alle 12:36

    Complimenti! Avrai pure dieci anni, ma hai già capito alcune delle cose più importanti per il benessere di una cittadinanza! Mi stupisco che tu l’abbia capito a soli dieci anni e purtroppo ho smesso di stupirmi che il Sindaco, gli Assessori e buona parte del Consiglio comunale non l’abbiano ancora capito…
    Conserva vivo questo interesse per la tua città e parlane con i tuoi amici e compagni di scuola! Il buon esempio, alla tua giovane età, è più facile ad attecchire…

  • matteo O. 156
    26 nov 2011 alle 13:34

    Ho sempre pensato che la grandissima forza di Palermo sia questo voglia di rivalsa che parte dal basso! Guardate che in pochissime città in Italia si vedono cose simili! (un ragazzino di 10 anni che denuncia la cattiva politica….è dicevano che la nostra generazione non si occupa di politica!)
    Palermo ha un grande potenziale, più di qualunque altra città: sfruttare positivamente la rabbia accumulata per anni!

    PS: Ancora una volta vi chiedo: ma non erano stati stanziati 14 milioni di euro per il Parco della Favorita? che fine hanno fatto?

  • Athon 841
    26 nov 2011 alle 13:57

    E oltre ai parchi, anche diverse vie cittadine a spazi vari andrebbero resi più belli, ordinati ed eleganti con nuove piantumazioni. Servirebbe studiare un accurato “piano regolatore” per il verde pubblico in città, con grande attenzione ai dettagli…

    Forse c’entra relativamente: proprio ieri, passando da via Roma, mi sono soffermato sul fatto che la vista di Piazza San Domenico risulta completamente ostruita dalla baracca di un fioraio, da una cabina telefonica, da una cassetta delle poste e da molte altre cose che non sto quì ad elencare…Mah

  • Giovanni 319
    26 nov 2011 alle 15:16

    Claudia il parco d’Orleans è stato innaugurato oggi, si chiamerà ninni Cassara vittima della mafia degli anni 80, ora è da vedere appunto se si provvederà oltre alla sistemazione già i corso a un buon e diffuso impianto di videosorveglianza H 24, e naturalmente a personale in grado di gestirlo al momento il parco è affidato al CO.i.ME. ma sono solo manovali, idraulici, elettricisti, e oltretutto le numerose associazioni che potrebbero coinvolgere e intrattenere i bambini nn sono state interpellate.

  • andrea73 27
    26 nov 2011 alle 15:38

    brava è proprio dai giovani che deve partire questo senso di appartenenza alla ns splendida città ,cosi maltrattata dai ns amministratori ma anche e soprattutto da noi stessi .mi domando spesso ma per cosa vengono pagati i tanti LSU? molti di loro nn danno nessun servizio anzi sanno solo scioperare, allora che li mettano a sorvegliare ,a pulire,a curare i tanti parchi che abbiamo ,io corro dentro la favorita 3 volte la sett. ed ogni volta penso quanto possa essere ancora piu bello se si ripulisse un po, invece no ci teniamo le “signorine ad aspettare l’autobus” e i room che sporcano e distruggono quel poco di buono che ancora resiste .allora chiedo a voi di MOBILITA PALERMO fate una raccolta firme chiamate STRISCIA LA NOTIZIA insomma mobilitiamo questa città per il ns ma sopratutto il futuro di questa bimba e di tutti i bimbi palermitani. facciamo avere a loro quello che noi nn abbiamo avuto UNA PALERMO MIGLIORE

  • Irexia 675
    27 nov 2011 alle 16:53

    Riguardo la Favorita…
    Nella discussione sulle proposte formulate dagli imprenditori (Il Masterplan di Confindustria
    http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2011/11/12/il-masterplan-di-confindustria/#comments )
    avevo suggerito che si potrebbe usare lo spazio delle fiera del mediterraneo per fare una bretella stradale che consenta di arrivare a Mondello tramite tunnel sotterraneo permettendo così di chiudere alle macchine il parco che tornerebbe fruibile da tutti i cittadini, a piedi, in bici, accompagnati dai migliori amici, a cavallo! Sarebbe un Central Park!
    …Però nessuno mi ha dato conto… sigh :.(
    Ed ecco che vi ripropongo la mia idea: che ne pensate?

  • Athon 841
    28 nov 2011 alle 8:05

    @ Irexia, l’idea di utilizzare l’area della Fiera del Mediterraneo per realizzare un tunnel che porti a Mondello, liberando così il Parco della Favorita dalle macchine, mi piace tantissimo. Trovo la tua idea davvero interessante, al tal punto che mi è venuta la curiosità di andare a leggere qualche tuo commento passato, altre quelli del link che hai postato. Bene, ti dico che, a mio giudizio, hai idee suggestive, funzionali ed efficaci; in una parola, intelligenti. In generale si evince che ami molto Palermo.

    Ps: Ormai sono diversi mesi che frequento con costanza “Mobilita Palermo” e ho visto con piacere che il livello culturale degli utenti, facendo una media, è piuttosto alto. I suggerimenti avanzati sono spesso attenti e ragionati. Alla luce di questo chiedo: anziché confidare nel fatto che chi è impegnato concretamente nell’amministrare e migliorare il territorio, possa magari leggere le proposte che quì vengono avanzate, traendone spunto, perchè non trovare il modo di far pervenire le migliori direttamente e puntualmente a chi di dovere?

  • Rudra 6
    01 dic 2011 alle 15:38

    Io mi chiedo … che senso ha fare le cose, spesso spendendo moltissimo denaro pubblico, per poi vederle perse nel giro di un niente per incuria … scivolando sempre nella “teoria della finestra rotta”.
    Ovvio che l’ideale sarebbe che la cura degli spazi sia opportunità di lavoro vero … ma in attesa di ciò io la butto lì … un’onlus di cittadini dotati di senso civico con questo preciso scopo ??? Alla fine gli spazi da presidiare non sono moltissimi e credo possano bastare anche 4 operatori per ognuno … se si fosse un buon numero potrebbe anche essere sufficiente che ciascuno facesse un turno al mese.


Lascia un Commento