12 nov 2011

Il Masterplan di Confindustria

500 milioni di euro, tanta è la spesa necessaria per rilanciare la città secondo Confindustria Palermo che ha commissionato uno studio di rilancio cittadino all’architetto Gianluca Peluffo, uno degli autori del Masterplan di Marsiglia che ha fatto rinascere la città francese. Il progetto è altamente ambizioso e, al momento, non sembra legato ad alcun schieramento politico. Il progetto nei dettagli verrà presentato sabato alle 20.30 al teatro Politeama, e spiegato nel dettaglio lunedì 14 alle ore 21, ma alcune notizie sono già state comunicate.



Per quanto riguarda i numeri abbiamo, oltre al costo complessivo di 500 milioni di euro, 3.7 milioni di metri quadri di nuovo verde ed 8 sono le principali aree bersaglio individuate da sviluppare.

Analizzando nei particolari le aree bersagli troviamo il nuovo stadio di calcio, l’area della Fiera del Mediterraneo da trasformare in centro congressi e shopping, un grande acquario pubblico, un nuovo mercato ortofrutticolo, un nuovo mercato ittico, un nuovo parco a piazza Einstein, i capannoni della Zisa da trasformare in polo cinematografico e un Urban Plan center nelle vicinanze di piazza Politeama.

Attendiamo con ansia la presentazione e naturalmente speriamo si possano attuare questi progetti.


confindustria palermomaster plan palermomasterplan palermoprogetti palermo

35 commenti per “Il Masterplan di Confindustria

Comment navigation

  • Arayashiki 42
    14 nov 2011 alle 0:38

    Io non capisco 500 milioni di euro?? Perchè non li stanziano per fare una metropolitana seria che è la prima cosa di cui ha bisogno questa città. Metropolitana, Parcheggi, Pedonalizzazione del centro storico, Potenziamento dei mezzi pubblici. Questo serve alla città per rinascere secondo me, dopo di che molto inizierà a smuoversi…

  • Luca 68
    14 nov 2011 alle 9:37

    @Irexia
    Giusto per curiosita’, ma se non volessi andare in bici o a piedi, e volessi di evitare l’auto perche’ inquina, perche’ la funivia no? Giusto per curiosita’, vorrei solo capire il perche’ del tuo dissenso, giusto per avere anche io la possibilita’ di commentare la tua opinione…

    Tuttavia, il senso del mio post era diverso, volevo solo sottolineare il fatto che a mio modesto parere esistono progetti di un certo rilievo come il front end marino.
    Del presente progetto mi sembra solo utile la pedonalizzazione. E’ un mio parere.

  • fasanboy 1
    14 nov 2011 alle 14:14

    non ho capito è alle 9 (cioè era stamattina) o alle 21 di stasera?? può partecipare chiunque??

  • Marco Negrì 14
    14 nov 2011 alle 16:31

    @fasanboy era alle 9… :(
    MobilitaPalermo o qualcun altro che era presente può raccontarci qualcosa?
    Cercando notizie trovo il consenso di Lombardo… e la cosa mi piace sempre meno…. :((

  • Paco 7940
    14 nov 2011 alle 16:54

    Funivia – Non vedo cosa avrebbe di assurdo una funivia su monte Pellegrino, sarebbe una funivia per turisti che potrebbero godersi la vista dall’alto della città, come avviene ovunque e allo stesso tempo poter visitare il santuario. Pochi alberi verrebbero abbattuti, nulla di trascendentale, solo per i pali, il percorso rimarrebbe pieno di alberi. Se cade una cabina il problema è la caduta non certo se troviamo alberi sotto.

    Castello Utveggio – E’ presente un’iportante scuola di manager frequentata anche da studenti stranieri, sarebbe assurdo cancellarla, il casinò si può fare anche altrove.

    Fiera – Magari aprisse un centro congressi e shopping, altro che…

  • monte_Pellegrino 597
    14 nov 2011 alle 19:44

    Ma stai scherzando Paco? La scuola per manager si può fare in qualunque anonimo palazzo della città: non vedo perchè si debba fare nel magnifico Castello Utveggio, sede naturale e predisposta a suo tempo, del Casinò!

  • Irexia 508
    14 nov 2011 alle 23:19

    @ Luca
    D’accordissimo con te per la pedonalizzazione di tutto il centro storico non solo delle zone intorno il Politeama.
    Ancora una volta concordo con te che la città debba recuperare il rapporto con il mare che ha fatto la fortuna e la storia di Palermo.
    In ordine alla funivia…
    E’ una struttura che necessita di alti costi per la costruzione e ovviamente di manutenzione che, ripeto, secondo me sono eccessivi rispetto l’utilizzo che se ne farebbe.
    Quante volte al mese il palermitano medio sale sul monte? O forse dovrei dire quante volte l’anno? Risposta: due il 14 agosto e il 4 settembre (sono i giorni della festa e della sua morte, giusto?).
    Monte Pellegrino è una riserva naturale che necessiterebbe di una certa valorizzazione:
    - ambientale: ci sono flora e fauna da preservare, credimi (ho anche delle foto meravigliose);
    - archeologico: le grotte dell’Addaura dovrebbero essere rese fruibili, il percorso segnato e tutt’intorno dovrebbe essere mondato dalle schifezze che lasciano i palermitani. Guarda come purtroppo è tenuto:
    http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/11/13/news/nell_abbandono_i_graffiti_dell_addaura_vernice_spray_e_rifiuti_nel_sito_preistorico-24926614/
    Tra l’altro l’anno scorso c’era un convegno che riguardava il monte, e lo identificava come l’altura dove Annibale montò il suo accampamento per assediare Panormo;
    - storico: lungo il percorso c’è la scala del seicento in pietra, per raggiungere il santuario, che si sta perdendo pezzo pezzo a causa dell’incuria.
    Ecco cosa vedo per Monte Pellegrino.
    La funivia invece ti porterebbe il turista dalle falde alla cima: e lo spettacolo della natura quando se lo godono (immagina i tedeschi che godono nello scarpinare con i loro bastoncini da passeggio)? Monte Pellegrino diventerebbe soltanto un piedistallo per vedere dall’alto il cimitero dei Rotoli, da un lato e Mondello, dall’altro. Il monte è da goderselo nel TRAGITTO che ti porta in alto, non solo la destinazione cima.
    Il tutto necessiterebbe di guardie forestali che effettivamente guardassero, di guide turistiche che sapessero parlare le lingue per portare i turisti in giro per le bellezze di cui sopra.
    E questa che ti ho illustrato è invece la mia opinione.
    Spero di avere esaudito la tua curiosità, aspetto i tuoi commenti.

  • Irexia 508
    14 nov 2011 alle 23:22

    Per aprire casinò sul territorio nazionale credo sia necessaria una legge nazionale in quanto è il luogo deputato al ricilcaggio del denaro sporco, motivo per cui a Taormina, che ospita il turismo di lusso, stanno ancora aspettando…

  • Paco 7940
    15 nov 2011 alle 11:18

    @montepellegrino ma che c’entra? Il palazzo mica è pubblico che ne cambi destinazione d’uso a piacimento.

  • Luca 68
    15 nov 2011 alle 14:00

    @Irexia
    Grazie della tua risposta. Io credo che il panorama che ti godi dalla Funivia sia il Golfo piu’ che altro. E spesso ti metti sulla funivia solo per questo. Per la vista. Poi arrivi, caffe’, forse un panino e rientri. Non vedo rischi di assalti turistici. E come dici tu, il tedesco, se gradisce, si fa la passeggiata con le solite asticelle.
    Le guardie forestali: beh, abbiamo fin troppi dipendenti regionali, migliaia di forestali che non fanno nulla. Un paio di piu’ in cima, a fronte di un’attivita’ redditizia, non farebbero male.
    Il biglietto della funivia ripaga tutto: manutenzione, posti di lavoro, e turista soddisfatto.

    Sul casino’, concordo con te. Del resto, Las Vegas e’ stata costruita dalla mafia. Padrino docet.

  • se68 234
    16 nov 2011 alle 22:06

    blackmorpheus,
    portacarbone,
    antony977,
    Sul masterplan…
    Mi chiedo, come mai non si è aperta una discussione su questo sito su quello che è successo lunedi al politeama, con tanto di show di cecchi paone che ha aizzato la folla (numerosissima) parlando del suo amore per Palermo?
    Si è parlato della proposta di confindustria, corredata dai progetti redatti da due architetti di Genova, di finanziare opere di enorme rilievo per Palermo:
    centro congressi alla fiera, acquario alla cala, centro urbano al politeama, auditorium a fondo uditore..etc.
    Tutte opere inserite in parchi urbani che avrebbero complessivamente un’estensione pari a metà di quella della favorita.
    io sono uscito frastornato dal politeama, con mille domande in testa sulle vere motivazioni di tale iniziativa ma anche piuttosto gasato da ciò che si intravedeva dalle tavole di progetto..
    Si parlava in pratica di stravolgere questa benedetta città..
    Mi chiedo ancora, come è possibile che in questi giorni tale notizia non sia stata sostanzialmente discussa su mobilita palermo ?

  • antony977 164969
    16 nov 2011 alle 22:35

    @se68, non eravamo al corrente dell’evento seppur pubblicizzato dalla stampa.
    Quanto a quello dell’Ance, ci era arrivato invito tramite email.
    Personalmente infatti ho assistito proprio a quest’ultimo e trovo molto più concrete le proposte che sono uscite fuori rispetto a quelle del Masterplan dove lo Stadio padroneggiava come unica opera pronta alla partenza.

  • se68 234
    16 nov 2011 alle 22:50

    ..speriamo che le proposte si concretizzino entrambe.
    so che non è il post adatto,ma…penso sempre che mobilita palermo debba mettersi a camurria con chi di dovere sull’anello ferroviario…diventato un’entità astratta!

  • Irexia 508
    17 nov 2011 alle 23:32

    Se ho ben capito al posto della fiera si vorrebbe fare un centro congressi…
    Una proposta: ma una parte di quello spazio potrebbe essere utilizzato per fare un raccordo stradale per un probabile futuro tunnel sotterraneo alla favorita in modo da poterla chiudere al traffico veicolare e destinarla a parco come fosse il central park?

    Un’altra cosa… cos’è esattamente un centro congressi?
    I congressi non si fanno generalmente negli hotels che spesso si pubblicizzano, specie nei periodi di bassa stagione, come sale congressi?

  • tonio.fiorino 0
    18 nov 2011 alle 9:04

    mi sa che l`unica cosa che hanno realmente intenzione di fare e` l`edificio alle spalle di piazza politeama, il resto delle cose hanno di mezzo diversi enti che non sempre dialogano tra loro. tipo regione, comune, privati e provincia e nel caso di monte pellegrino anche il demanio per certe aree o le forze armate, forestali etc.
    l`area di monte pellegrino al contrario di erice e una riserva naturale quindi costruirci dentro specialmente nelle zone interne e` impossibile, grazie al cielo.

    il mercato ortofrutticolo che si doveva costruire e` stato abbandonato e nelle aree dove doveva sorgere stanno nascendo palazzi perche` il comun e` stato incapace di agire, e ai comitati degli operatori non piaceva.

    lo stadio sara` bello da vedere, se non vedo abbattere il velodromo dubito che ci si metta mano, un bello spot per zamparini, ma nopn credo diventera` priorita` per le prossime elezioni.

    il parco acquatico, mamma mia che idee da fine 800..per favore ma sti imprenditori non hanno veramente niente di piu` fresco.

    io fossi imprenditore chiederei la liberalizzazione di alcuni servizi tipo autobus, raccolta dei rifiuti, riciclaggio per creare concorrenza alle municipalizzate.
    tutte cose realizzabili senza cemento o stravolgere chissa` che..investite nel turismo invece di rompere le scatole col cemento, i centri shopping e congressi.

    la fiera ci farei un polo sportivo che la citta` e` carente, campi multifunzionali, piscina etc, i privati ci farebbero un bagno di soldi..

    pero` su tutto incombe il fatto che in questo momento, la regione e` come se non esistesse, il comune non ne parliamo e la provincia….Avanti??

    con un controllo istituzionale totale gli imprenditori al potere non hanno fatto nulla..tranne un po` di fatti loro..ergo non penso faranno molto in tempi di incertezze..Non dimentichaimo che ci governano ininterrottamente a tutti i livelli da 10 anni..


Lascia un Commento