11 nov 2011

Tram linea 2-3, prossime restrizioni su via L. Da Vinci


Prossimi restringimenti delle semicarreggiate su via Leonardo da Vinci per consentire i lavori di realizzazione della sede tranviaria lungo lo spartitraffico centrale. Come si evince dall’ordinanza, i lavori lungo l’intero asse viario avranno termine entro giugno 2012.

Qui di seguito l’ordinanza.


borgo nuovolavori tram palermopiazza einstein palermoTramtram via leonardo da vinci

Articolo successivo

11 commenti per “Tram linea 2-3, prossime restrizioni su via L. Da Vinci
  • griffild 327
    11 nov 2011 alle 12:16

    ragazzi ma me lo potete dire i capolinea delle linee 2 e 3 da punta a punta? perkè nn ho capito bene, e poi le 3 linee nn si interescambiano da nessuna parte?

  • Ant 8
    11 nov 2011 alle 12:21

    Vi segnalo una cosa che riguarda indirettamente la linea Roccella-Stazione Centrale.
    Stanno asfaltando (dopo anni e anni di abbandono e di ) un pezzo di corso dei mille che va da piazza scaffa a via tiro a segno (e credo che continueranno), che senso ha rifare il manto stradale che fra qualche mese verrà di nuovo distrutto perché si dovrà lavorare alla posa dei binari del tram? frenesia pre scadenza di mandato elettorale?

  • Fabion54 48241
    11 nov 2011 alle 13:10

    @Ant: Ne verrà distrutto solo una parte non tutto. E poi ben vengano dei lavori di rifacimento del manto stradale. A palermo c’è molto bisogno di questi lavori. Può anche essere che i lavori erano già stati appaltati da tempo. Pensa che sotto casa mia in Via Dante hanno iniziato una settimana fa i lavori per il rifacimento dei marciapiedi e l’ordinanza è di Maggio 2010! Solo per farti capire quanto tempo passa tra i vari permessi e l’inizio reale dei lavori.

  • capricorno 60
    11 nov 2011 alle 13:53

    Non è così Fabion54… AMIA non ha bisogno di ordinanze e permessi per il rifacimento del manto stradale, ha un contratto di servizio col comune che prevede il rifacimento annuale di un massimale di mq e programma le vie da riasfaltare a inizio anno e credo che, purtroppo, non ci sia alcun interfaccia con altre realtà che operano in città, per cui niente vieta, secondo quando ne so, che oggi AMIA riasfalti e domani SIS rompa.

  • D. Vaiazzo 40
    11 nov 2011 alle 16:24

    Le linee 2 e 3 sono,rispettivamente, Via Castellana-Stazione Notarbartolo e Via Filippo Paladini-Viale Regione Siciliana-Stazione Notarbartolo.

    Ci saranno cambiamenti delle linee degli autobus durante questo periodo di “restringimento”?

  • Fabion54 48241
    11 nov 2011 alle 17:32

    @capricorno: Esattamente ciò che ho detto. Se l’Amia deve riasfaltare quel tratto di strada che faccia pure, tanto la SiS quando farà i lavori sistemerà tutto nel migliore dei modi e non sembrerà neanche ci sia stato un cantiere :)

    @D. Vaiazzo: Assolutamente no. Si tratta della parte alta di Via L. Da Vinci e la strada è abbastanza larga per permettere il transito di macchine e autobus senza particolari problemi :) Così come avviene anche ora. Niente di più! Se dovranno esserci comunicazioni da parte dell’AMAT sarà cura di MobPa avvisare tutti gli utenti, come ha sempre fatto.

  • capricorno 60
    13 nov 2011 alle 0:20

    @Fabion54: Ma non è così che si fa… sono soldi (nostri) sprecati diamine! Se AMIA si raccordasse con SIS (e può farlo senza neanche interpellarli, le ordinanze autorizzative dei lavori tram sono pubbliche) eviterebbe sprechi. Se non sbaglio proprio in Via Dante, appena riasfaltata, ci sono stati lavori di scavo per sottoservizi, col bel rattoppone sul manto nuovo. Se ci fosse sinergia, PRIMA si sarebbe fatto lo scavo e DOPO i lavori di riasfalto, almeno il manto sarebbe durato un po’ integro

  • Fabion54 48241
    13 nov 2011 alle 3:38

    @capricorno: Di Via Dante non sapevo, perchè ti posso assicurare che da piazza virgilio alla fine di via dante è tutta riasfaltata e non hanno rattoppato nulla, stanno solo facendo dei lavori anche ai marciapiedi :)
    Inoltre non è mai uno spreco, perchè comunque la SiS si impegna a rifare solo la parte della strada dove lavora, non tutta. E naturalmente l’AMIA non può asfaltare la strada solo ai lati o al centro perchè il resto della strada sarà soggetta a lavori.

  • mediomen 1136
    13 nov 2011 alle 7:21

    Innanzi tutto cìè da chiarire, viene messo di norma il binder alla chiusura dello scavo e successivamente il tappetino, non si possono lasciare gli scavi senza copertura in quanto pericolosi, pertanto viene messo il biinder anche se fra giorni si deve scavare nuovamente. Non sempre purtroppo si può prevedere quando si deve scavare, vedi guasti sopravvenuti successivamente alla posa del tappetino. Il Comune che rilascia le autorizzazioni dovrebbe, e lo fa nei limiti del possibile ad evitare che si debba intervenire dopo che sia stata asfaltata una strada.


Lascia un Commento