10 nov 2011

Conferenza Nodo di Palermo presso Mondadori Multicenter–10 Novembre h17


Il Nodo di Palermo fra presente e futuro. Un ampio aggiornamento tecnico sui lavori del Passante Ferroviario.
Giovedì 10 Novembre ore 17:00

Interverrà:
Ing. GIUSEPPE GALLUZZO (direttore tecnico SIS)
Modera il dibattito
ANDREA BAIO (associazione Mobilita Palermo)

Mondadori Multicenter, sala conferenze 4° piano
Via Ruggero Settimo, 16

 

 

 


andrea baiogiuseppe galluzzomondadori multicenternodo di Palermo

Articolo successivo

17 commenti per “Conferenza Nodo di Palermo presso Mondadori Multicenter–10 Novembre h17
  • giovanni75 319
    10 nov 2011 alle 21:27

    si in pratica è stato detto quasi tutto quello che c’è scritto qui sul blog quindi come ha detto l’Ing. Galluzzo complimenti ai ragazzi di Mobilità (che ho conosciuto di persona gente semplicee di sti tempi nn se ne trovano molte)perchè hanno descritto a parole e con foto e disegni qui sul blog ormai da due anni tutto e anche di più, poi ci è sato detto che i lavori veri e propri per la tratta B incomincieranno nella seconda metà inoltrata del 2012 perchè il progetto esecutivo è stato approvato ma vi sono altri due passaggi tecnico/burocratici, mentre la Via Lodato proseguirà fino a via del Vespro, inoltre ho/abbiamo avuto modo di vedere delle belle foto aeree e delle planimetrie inedite che se i tecnici della SIS saranno d’accordo sarebbe meglio postarle qui sul blog perchè rendono meglio l’idea delle foto fatte da vicino, in particolare per la zona dove abito la nuova strada che collegherà via La Malfa con via Scalea avrà due rotonde una all’inizio e l’altra alla fine mentrea al centro ovvero in via San Lorenzo alta solo un quadrivia, altre cose nn le ricordo le aggiungeranno i ragazzi di Mobilità.

  • utopieconcrete 6
    10 nov 2011 alle 21:48

    SIS spiegava che le due gallerie a binario unico si incrociano, una sopra l’altra, esattamente nel vallone del Papireto, tra via Imera, via Colonna Rotta e Cortile Cascino. D. “Scavando nel vallone tra Cortile Cascino e via Colonna Rotta avete trovato il Papireto?” R. “Ehm… no.. buh… difficile…” SIS ha sottolineato che il vero problema è il collettore fognario di competenza comunale (appalto Cariboni), ovvero il cantiere bloccato da anni in via Colonna Rotta. SIS “impermeabilizza” le proprie opere. Le acque, insomma, non sono un problema del General Contractor del passante. Praticamente sembra che stiano per completare la costruzione di un pezzo di DIGA da Notarbartolo fino all’Oreto detto passante ferroviario. Da ignorante, immagino che il massimo dell’effetto diga si avrà proprio dove le due gallerie sono sovrapposte l’una in cima all’altra, cioè esattamente in corrispondenza del passaggio del.. Papireto.
    Le acque… cavoli nostri. Peccato che abbiano poteri straordinari in virtù della “legge obiettivo”.

    D. “State realizzando parcheggi adiacenti qualcuna delle fermate del passante?” R. “No, nessuno”.

    Tra i padiglioni ospedalieri del Civico e quelli del Policlinico, invece di cucire, ad esempio, le aree del Policlinico a monte e a valle della Ferrovia, sopra la galleria verrà asfaltata una bella arteria stradale diretta al cimitero.

  • Fabion54 48241
    10 nov 2011 alle 22:11

    Vorrei ringraziare i ragazzi di Mobilita Palermo per aver organizzato questa conferenza molto interessante :) Grazie! Grazie! Grazie!

  • brian85 117
    10 nov 2011 alle 23:42

    Bravi ragazzi di MObilitaPalermo perchè avete organizzato tutto in maniera impeccabile! Inoltre sentire parlare il direttore tecnico della SiS e l’ingegnere accanto a lui ha fatto capire quanto siate preparati, chiari ed esplicativi.

    Complimenti anche alla SiS, che sta davvero facendo un ottimo lavoro, che a Palermo non siamo proprio abituati a vederlo. Eventuali polemiche, e anche in sala ho scorto qualche piccolo sentore di ironia, non lo capisco proprio e mi sembra decisamente campato in aria.

    Bravi bravissimi :D

  • Sara 0
    11 nov 2011 alle 0:01

    IRONIA…??? ma per caso c’era GERARDO ANELLO in sala?? io non l’ho riconosciuto… ;-)

  • Otto Mohr 47
    11 nov 2011 alle 0:55

    E’ stato molto istruttivo partecipare a questo convegno. E’ sempre bello sentire parlare persone di grande cultura come l’ing Galluzzo.
    Da questo incontro ho colto due aspetti di cui non ero ancora a conoscenza:
    1)la SIS realizzerà la nuova strada che collegherà la via del Vespro con la via Lodato, subito sopra la soletta della galleria artificiale.
    2)alla mia domanda riguardo la realizzazione di qualche parcheggio di interscambio mi è stato risposto di no…pensavo proprio il contrario, ovvero che si stesse realizzando qualche parcheggio di interscambio per esempio vicino alle fermate Roccella, Guadagna o Tommaso Natale. Ora mi sorge un dubbio! A che serve il varco di accesso realizzato sul nuovo ponte di via Oreto?

  • Paco 7942
    11 nov 2011 alle 1:47

    @giovanni75, non ho capito, prima mi offendi e poi fai i complimenti? E non mi sembra che tu ti sia presentato con noi oggi.

  • utopieconcrete 6
    11 nov 2011 alle 14:39

    Terribilmente istruttiva.

    SIS spiegava che le due gallerie a binario unico si incrociano, una sopra l’altra, esattamente nel vallone del Papireto, tra via Imera, via Colonna Rotta e Cortile Cascino. D. “Scavando nel vallone tra Cortile Cascino e via Colonna Rotta avete trovato il Papireto?” R. “Ehm… no.. buh… difficile…” SIS ha sottolineato che il vero problema è il collettore fognario di competenza comunale (appalto Cariboni), ovvero il cantiere bloccato da anni in via Colonna Rotta. SIS “impermeabilizza” le proprie opere. Le acque, insomma, non sono un problema del General Contractor del passante. Praticamente sembra che stiano per completare la costruzione di un pezzo di DIGA da Notarbartolo fino all’Oreto detto passante ferroviario. Da ignorante, immagino che il massimo dell’effetto diga si avrà proprio dove le due gallerie sono sovrapposte l’una in cima all’altra, cioè esattamente in corrispondenza del passaggio del.. Papireto.
    Le acque… cavoli nostri. Peccato che abbiano poteri straordinari in virtù della “legge obiettivo”.

    D. “State realizzando parcheggi adiacenti qualcuna delle fermate del passante?” R. “No, nessuno”.

    Tra i padiglioni ospedalieri del Civico e quelli del Policlinico, invece di cucire, ad esempio, le aree del Policlinico a monte e a valle della Ferrovia, sopra la galleria verrà asfaltata una bella arteria stradale diretta al cimitero.
    Marco Siino


Lascia un Commento