07 nov 2011

Amia “in azione”…


Riportiamo la segnalazione dell’utente Alessio Palmisano che ha assistito all’ennesima esperienza di negligenza di un servizio pubblico:

Il 5 Novembre, a Piazza San Tommaso d’Aquino, mi sono imbattuto in un simpatico quintetto dell’Amia che tutto faceva fuorché lavorare: io ero seduto su una panchina collocata nella villetta che sorge sulla piazza e ho visto accostare un piccolo camion dell’Amia. Ho pensato bene, visto le ultime notizie che riguardano questa efficientissima società, di osservare i loro comportamenti e ho potuto constatare che nessuno di loro ha alzato un dito: uno fumava, l’altro chiacchierava con il fumatore e gli altri tre si sono diretti verso il fruttivendolo che sostava pochi metri più avanti.

La villa è rimasta sporca com’era, con mucchi di erba frammisti a bottiglie e cartacce raccolti dopo la rasatura del prato.

Mucchi di rifiuti pronti a prendere vita!

Un ulteriore conferma dell’inefficienza di questa società: questa storia deve finire, voglio vivere in una città pulita e credo anche voi!


amia

18 commenti per “Amia “in azione”…
  • Gianluca86 3
    07 nov 2011 alle 12:26

    Un vero schifo. In una qualsiasi città verrebbe fuori uno scandalo che porterebbe, come minimo, alle dimissioni dei vertici societari. Da noi passerà del tutto inosservata…anzi, forse qualcuno si farà pure una risata compiaciuta (in particolare i protagonisti delle foto).

  • rosario.a 0
    07 nov 2011 alle 13:28

    Spero solo che l’AMIA possa fallire, tirando con se GESIP e tutti quei contenitori di voti che prosciugano le casse comunali senza neppure muovere un dito per questa città.

    E poi si permettono anche di paralizzare il traffico… maledetti.

  • grillo79 321
    07 nov 2011 alle 14:37

    avete visto ieri sera a Report cosa hanno fatto a Napoli? innanzitutto hanno assunto come direttore dell’Asia – l’ Amia locale – Raphael Rossi (http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/rrossi/) reso famoso dalla denuncia fatta lo scorso anno di un tentativo di corruzione e per questo licenziato…Bene il sig.Rossi sta rivoltano la società napoletana come un calzino e ora comincia a funzionare tutto come dovrebbe, compresa raccolta differenziata e tutto in quartieri come Scampia (simili al nostro Zen)…andatevi a guardare la puntata…
    http://www.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-5ebb7968-9e8e-46b6-b4d3-91c60050e83b.html

  • rujari81 224
    07 nov 2011 alle 14:47

    Ciao a tutti,desideravo invitare l’autore dell’articolo,ovviamente se ne ha voglia,a segnalare questo episodio con tanto di foto a tutte le testate locali online(GDS,Repubblica Palermo,LiveSicilia),un po come è stato fatto da un utente che ha segnalato con un video un autista Amat mentre alla guida del bus conversava al telefono.E bene quel video è stato pubblicato ed i vertici amat hanno provveduto sul piano disciplinare verso quell’autista.Tentar non nuoce.

  • matteo O. 156
    07 nov 2011 alle 18:40

    E’ veramente uno schifo!
    complimenti all’utente che ha fatto la segnalazione! bisogna continuare e continuare a denunciare!

  • mediomen 1136
    07 nov 2011 alle 20:10

    Ora ho capito perche non funziona la differenziata a Palermo, non abbiamo comprato la macchina vmpress!

  • vannis13 4
    08 nov 2011 alle 8:58

    Salve a tutti mi permetto di contraddire Alessio Palmisano che purtroppo non sa che questi operai fanno si parte dell’amiaessemme ma si dovrebbero occupare solo della pulizia dei tombini e non delle ville e giardini. Comunque voglio darti anche ragione perché per colpa di alcuni vedi foto molti altri operai che fanno il proprio lavoro non sono giustamente valutati. Per chi auspica il fallimento di queste società posso solo dire che l’invidia e’ un peccato mortale. Vi ringrazio e mi scuso se qualche mela marcia ci mette in cattiva luce.

  • vera 1
    08 nov 2011 alle 10:11

    Ciao ragazzi,a guardare l’ennesimo spettacolo di lassismo c’ero anche io che ho scattato le foto insieme ad Alessio.
    Credo sia giusto pubblicare foto o video che mostrano scene che per decenni si sono viste ma che nessuno ha mai mostrato/denunciato.
    Io personalmente continuerò a farlo e mi auguro per il bene della città,che questa continua nostra pressione,volta ad avere ciò che ci spetta di diritto (una città pulita) possa migliorare Palermo.

  • Fulippo1 1336
    08 nov 2011 alle 11:57

    @vannis13

    Sicuramente in effetti, come dice Lei, bisognerebbe accertarsi prima con più accortezza la motivazione per cui quegli operai erano fermi li e se era loro compito raccogliere quei rifiuti nella villa, come anche bisognerebbe accertare se erano fermi li ma nel frattempo avrebbero dovuto trovarsi da qualche altra parte e non a fumare e chiaccherare.

    A parte questo, credo che l’inefficienza della AMIA sia fuori discussione, le responsabilità, sono da attribuire dal primo responsabile ed amministratore sino all’ultimo degli operai, poiche nessuno di questi (anche se compie corretamente il proprio lavoro) denuncia mai il cattivo comportamento di alcuni colleghi.

  • Luca 129
    08 nov 2011 alle 12:41

    Capisco i garantisti, ma qui stiamo esagerando.
    Questa situazione e’ inaccettabile. Io credo che sia giusto e necessario cominciare a licenziare i fannulloni.

    Ricordo a Los Angeles, la societa’ dei trasporti, prevedeva un numero cui chiamare in caso di inefficienze o irregolarita’ degli autisti. A volte non si fermavano alle fermate. Potevi chiamare e contestare. Dopo tre reclami, autista a casa. Non voglio confrontare due cose diverse, ma il punto e’ che qui serve una scossa nell’ambito dei servizi pubblici/comunali. Chi lavora per queste aziende non deve illudersi di avere un posto fisso! E’ finita questa era…

  • Alessio1988 34
    08 nov 2011 alle 12:51

    Diciamo che ho riportato quello che ho visto, non potevo in quel momento andare a fondo e purtroppo non sono a conoscenza dell’esatta divisione delle competenze tra le varie società (che comunque ritengo troppo assurda, a Berlino ho visto fare tre cose simultaneamente da un’unica società e in un’unica mattinata). Mi sembrava strana quella scena: due fumavano, altri facevano la spesa. Mai vista una cosa del genere in altre città. Sono ovviamente consapevole che qualcuno che lavora c’è, ma ritengo che questa superficialità sia diffussissima (come il clientelismo) e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. P,S. Io e Vera (anche lei ha scritto un intervento in risposta al mio “articolo”) abbiamo monitorato questa villetta perché qualche giorno prima, insieme con altri ragazzi, l’avevamo volontariamente ripulita da rifiuti di ogni tipo e proprio in quell’occasione abbiamo incontrato un tipo che quasi quasi ci voleva far sentire in colpa per quello che facevamo: diceva di far parte di un’associazione che tutela l’ambiente ma non pulivano perché tanto avrebbero sporcato lo stesso e prima bisognava risolvere il problema sicurezza con delle telecamere. Ah, quindi allora lasciamo accumulare la sporcizia? La ville si puliscono comunque, costantemente.

  • Roberto1 517
    08 nov 2011 alle 17:06

    @vannis13: se la città fosse pulita nessuno farebbe caso a queste cose. Il fatto è che non è ammissibile che, in una città che sembra la succursale di Bellolampo, ci sia anche un solo impiegato di AMIA o AMIA Essemme che smetta di lavorare durante il suo turno anche per un solo istante. La città è uno schifo principalmente per l’inciviltà dei porci che la abitano, ma chi è pagato per ripulirla lo deve fare sempre e comunque.

  • salvo521 5
    09 nov 2011 alle 12:12

    Cosa vi scandalizza se girate la citta di questi gruppi ne vedete diversi nei bar e per strada solo i responsabili dall’AMIA ESSEMME fanno finta di non vedere.

  • Metropolitano 3205
    09 nov 2011 alle 15:20

    Cambiamo Palermo ! Come ? Ve lo dico io mediante suggerimenti che ho letto in un blog privato: cambiamo Palermo con un’altra città. Traslochiamo e basta. A mali estremi, estremi rimedi.

  • SERPICO 8
    10 nov 2011 alle 18:09

    Siamo tutti d’accordo che non bisogna sparare sentenze a priori..magari se la foto e’ stata scattata in tarda mattinata e’ possibile che questi operai abbiano gia’ svolto le proprie mansioni la mattina presto e che in quel caso si trovassero in pausa pranzo…Ma purtroppo la realta’ sui dipendenti Amia ed Amia Essemme la conosciamo tutti…Nella maggiore dei casi tendono ad imboscarsi..e’ sempre cosi..quando al contrario avrebbero lavoro da tenerli impegnati per tutto il giorno..

  • pietro67 1
    16 nov 2011 alle 19:20

    Salve ,sono un dipendente di questa odiata azienda da quello che ho potuto leggere un’po,ma comunque volevo informarmi perche’ noto commenti dove persone si sbagliano di grosso,io non so’ cosa facessero questi operai li ma quello di cui posso rispondere con certezza che quei operai non fanno parte dello spazzamento ma ben si’ della pulizia delle caditoie non di meno a questo noi di amia o amiaessemme con le foto caricate dall’utente non centriamo nulla perche non ci occupiamo di verde cioe’ di aiule ma solo di calpestabile asfaltato o cementificato publico che sia,bastava solo chiedere a gli operai perche’ cosa stessero intervenendo per esseri sicuri specialmente se non si conoscono i compiti di colui che si fotografa ….


Lascia un Commento