31 ott 2011

Tram linea-1: posa dei binari in Via Portella della Ginestra


E’ iniziata giorno 29 Ottobre la posa dei binari in una prima parte di Via Portella Della Ginestra dove già Giovedì e Venerdì erano state installate le prime barriere.

Ricordiamo che questi lavori riguardano la linea 1 della rete tranviaria. Collegamento di superficie  tra la zona di Roccella e la Stazione Centrale.

 


linea 1 trampit palermosperonetram palermovia portella della ginestra

Articolo successivo

14 commenti per “Tram linea-1: posa dei binari in Via Portella della Ginestra
  • moscerino 260
    31 ott 2011 alle 8:42

    Di certo non siamo Londra e non siamo Parigi nella loro estrema caoticità veicolare, ma stiamo pur sempre di fronte a megalopoli con oltre i dieci milioni di abitanti, ma perché PREVEDERE direttamente la metropolitana, quindi occupare un livello diverso da quello veicolare gommato, perché non individuare contestualmente al tram “cittadino”, delle sole arterie a larga connotazione strutturale e ad alto afflusso di persone, una serie di posteggi sotterranei, tali da liberare le corsie di transito, perché non individuare il transito integrativo delle linee bus, che interessino le altre arterie, per sole due – tre fermate in comune con quelle dei tram.
    Mi domando esiste una commissione che aggreghi i responsabili di settore, per una concertazione dei sistemi, oppure agire alla carlona ancora regna incontrastato,
    Infine, ma la UE non aveva fatto esplicita richiesta di eliminazione totale dei passaggi a livello? Al fine di evitare incidenti tra flussi veicolari differenti che avrebbero bloccato entrambi.

  • pepposki 310
    31 ott 2011 alle 9:19

    La solita diatriba tra metropolitana e tram…era il 1997 e Orlando e Miccichè si scontravano in campagna elettorale…il primo a suon di tram ed il secondo a suon di metropolitana….dopo più di 10 anni non abbiano ne questo ne quello…seppur qualcosa si muove. Il tram è un ottimo sistema, in fondo città come Amsterdam, Helsinki lo usano come mezzo principale di trasporto pubblico…lo puoi ampliare facilmente con costi relativamente bassi e celermente….ed il numero di abitanti delle città sopracitate è davvero vicino al numero di residenti di Palermo.
    Ciò che però differenzia Palermo dalle altre città è il modo di vivere ed il rispetto delle regole. All’estero tram ed auto convivono bene perchè il 70% della popolazione trova il mezzo pubblico più utile rispetto alla macchina. Le sedi stradali sono sgombre da ingorghi perchè le auto rispettano le zone degli stalli e non esiste la doppia fila. A Palermo invece accade il contrario, il 70% della popolazione preferisce l’auto per gli spostamenti, l’auto si posteggia dove capita intralciando il traffico.Per Palermo, il tram va bene, anzi benissimo, e se fossi in un burocrate comunale penserei sin da oggi ad altri percorsi, le attuali linee sono un’inizio e non la fine di un sistema integrato. A Palermo bisogna cambiare il modo di muoversi, se vengo da fuori o dalla periferia devo lasciare l’auto in appositi stalli lungo la circonvallazione (nina siciliana, giotto, piazzale francia) prendere il treno o il tram o il bus e raggiungere il punto d’interesse. Ci vogliono corse veloci e frequenti, e per ottenere questi risultati, qualora fosse necessario, chiudere al traffico strade e riservarle solo ai mezzi pubblici. La logica deve essere: uso il mezzo pubblico perché è comodo,frequente e più veloce del mezzo privato.

  • griffild 327
    31 ott 2011 alle 9:30

    ma poi nn so se è una leggenda “metropolitana” ma, il suottosuolo di palermo nn si presta bene in certe zone, non si possono scavare tantissimo, altre a causa dei fiumi sotteranei etc etc, mhà … nn saprei, cmq il tram è un ottimo inizio e sicuramente piu celere dal punto di vista fine lavori…. prendiamo il lato positivo, almeno sulle infrastrutture ke palermo ogni 20/30 anni c offre….:D

  • Nonsempresimpatico 30
    31 ott 2011 alle 9:47

    Mah…. Io non capisco perchè in parecchie città europee , per la verità quasi tutte il tram passa a livello del piano stradale senza barriere e senza cordoloni , forse a Palermo si doveva per forza innalzare il costo a dismisura? Io personalmente pur conoscendo qualche città europea , non ho mai visto qualcosa del genere
    Qui siamo a Basilea (EUROPA) ma di passaggi tramviari come questo li ho visti anche a Milano , Balcelona , Budapest , ecc.ecc.

    http://v10.lscache1.c.bigcache.googleapis.com/static.panoramio.com/photos/original/19544658.jpg

    http://v5.cache6.c.bigcache.googleapis.com/static.panoramio.com/photos/original/34010096.jpg?redirect_counter=1

    e il tram passa tranquillamente su delle strade che potremmo paragonare alle nostre corso Vitt. Emanuele o via Maqueda , eppure non vedo ne protezione ne solettone in compenso non si vedono macchine che come in tutte le città euroee e non ma sicuramente più civili , nel centro storico non entrano , e senza che nessuno se ne lamenti , anzi….. Capisco che paragonare Palermo a Basilea puo sembrare eccessivo, ma un piccolo sforzo si potrebbe anche fare , ribadisco un concetto già espresso . se solo i nostri amministratori , quando si recano all’estero “per lavoro” avessero il buon senso si vedere come funziona una città , invece di prendere taxi per spostarsi da un ristorante all’altro forse , ma molto forse , qualcosa di migliore potrebbe anche nascere

  • pepposki 310
    31 ott 2011 alle 10:10

    At griffild quella del sottosuolo secondo me è una leggenda metropolitana (Metropolitana ah ah ah) bella e buona. Seguendo NatGeo ho scoperto che a Londra scavarono un tunnel sotto il Tamigi alla fine dell’800, e sul finire degli anni 90 scavarono sotto lo stesso fiume una linea metropolitana. Quindi volere è potere, e Palermo di sicuro sarà ricca di acqua nel sottosuolo ma per certo non è Venezia.
    At Nonsempresimpatico ti quoto in tutto, hai ragione,ma aggiungo anche che è un fatto di civiltà. In quei paesi il Tram corre insieme al traffico veicolare, senza barriere, perchè i cittadini rispettano le regole. Aggiungo anche che le foto che hai postato si riferiscono a vie chiuse al traffico veicolare ove si è installato il tram, a Palermo ad esempio si potrebbe chiudere via maqueda, ed installarvi un bel tram a doppio binario, che poi potrebbe correre lungo la via libertà sopra le corsie degli autobus per raggiungere lo stadio. Ma siamo a Palermo, se vai a proporre una cosa del genere ai commercianti apriti cielo…..tutti a gridare al possibile fallimento, invece di darsi la colpa loro visti i prezzi esorbitanti. C’è anche da dire che al palermitano, che va all’estero in vacanza, piace camminare a piedi e fare shopping, quando si tocca terra all’aeroporto però non toglietegli l’auto sotto al cuXo . Eppure all’estero, ad Amsterdam, Helsinki, Londra, i cittadini si muovono con i mezzi pubblici e a piedi, ed i negozi delle aree chiuse al traffico fanno affari d’oro…

  • giovanni75 319
    31 ott 2011 alle 10:16

    però bisogna dire anche che se le auto sono parcheggiate male e il tram è un “pericolo” per la circolazione tutto è dovuto alla diversa configurazione urbanistica di questa città rispetto a quelle da voi citate con spazi più ridotti, e il fatto che di parcheggi pubblici se ne costruiscono pochi, nelle zone necessarie, tutti gli appalti che erano nel sito del comune sono andati in malora..

  • Nonsempresimpatico 30
    31 ott 2011 alle 10:33

    @giovanni 75
    Che le auto siano parcheggiate male , è un dato di fatto , ma non puo essere una scusante , ci sono i vigili urbani atti a fare rispettare il codice della strada . Forse non hai visto le foto da me postate , le strade sono strette , e i determinati casi anche tortuose , eppure il tram passa , in sicurezza , e senza che nessuno se ne abbia a lamentarsi , anzi è il primo mezzo di trasporto ad essere utilizzato , anche perche serve anche questo tipo si urbanità . L’unico parcheggio realmente utile , è quello davanti al tribunale , ma è sempre semideserto perchè è a pagamento ! E si sà che il palermitano che è abituato a lasciare la macchina i doppia fila strafottendosene di tutto e di tutti se ne guarda bene di uscire soldi…….Tanto…..

  • griffild 327
    31 ott 2011 alle 12:13

    ma secondo me le barriere sono invece IMPORTANTISSIME, basta ke andate su youreporter o su youtube e scrivete incidenti tram, anke in quelle città cosi dettà “civili” e quindi senza barriere :D e vedrete quanti incidenti c sn, perkè cmq è normale. il tram deve avere la sua corsia libera e nn credo riesca a fare una brusca frenata, io sn pro barriere, almeno l’AMAT nn può avere scusanti su eventuali ritardi, ma la puntalità deve essere d’obbligo :D . . .staremo a vedere . . . .

  • moscerino 260
    31 ott 2011 alle 12:57

    La mia non è una diatriba fra è meglio questo rispetto a quello, ma una migliore distribuzione fra i sistemi di trasporto e sulla loro pratica applicazione. Il pubblico deve considerare qual’è il miglior uso nel rispetto delle norme, se poi si costruisce una piscina inversa, sotto pressione pneumatica dell’intercapedine, come si sono realizzate costruzioni di un certo valore a Venezia poco importa, alla fine l’utilità per la collettività è superiore a qualunque bega fra di noi, che per inciso che trovano il tempo che trovano

  • Nonsempresimpatico 30
    31 ott 2011 alle 14:24

    Moscerino Scrive :

    —–” Il pubblico deve considerare qual’è il miglior uso nel rispetto delle norme, se poi si costruisce una piscina inversa, sotto pressione pneumatica dell’intercapedine, come si sono realizzate costruzioni di un certo valore a Venezia poco importa”——

    —– ———-??????????????????????———————–

  • Hall t. 33
    31 ott 2011 alle 20:47

    in una città normale le ringhiere sarebbero inutili, ma a palermo servono a garantire il sevizio e la puntualità del tram, dato che la gente si parcheggerebbe tranquillamente sui binari! a questo punto, però, sorge spontanea una domanda: Ci saranno degli attraversamenti pedonali abbastanza frequenti? o la linea tram taglia in 2 pezzi di città? in quest’ultimo caso sarebbe una tragedia!

  • tonio.fiorino 0
    01 nov 2011 alle 9:45

    dilemma metropolitana???facciamo uno studio serio della quantita` di passeggeri che la devono usare per ripagarla e poi ne riparliamo..
    lo dico sempre qui a Londra con milioni e milioni di passeggeri al mese la metropolitana non si riesce a ripagare, a parigi e new york lo stesso..pensarla in una citta piccola come palermo senza un vero mercato del trasporto pubblico e senza prospettive per il turismo non credo sia mentalmente sano parlare di metropolitana` una soluzio ne piu` economica che come la metro permette di velocizzare i tempi di percorrenza rispetto ad autobus e mezzo privato.

    insieme al passante nuovo penso che la citta` possa iniziare a trasformarsi in citta` europea..o anche nord africana..Tunisi e` sempre stata molto piu` avanti in quanto trasporto pubblico..

    il tram e

  • zavardino 226
    02 nov 2011 alle 22:14

    accontentiamoci del passante ferroviario come metropolitana. Gli scianè di ballarò non vanno in vacanza nè ad helsinki, nè a oslo, nè a basilea (al massimo a villagrazia di carini).
    Una metropolitana amat, perennemente in perdita non conviene alle derelitte casse comunali.
    Invece una bella linea tranviaria stadio-stazione centrale non sarebbe male!


Lascia un Commento