28 ott 2011

PFP Cardillo, i lavori della maxi strada presso Colle Verde


Aggiornamento fotografico sui lavori in corso alla futura maxi strada di Cardillo, che collegherà direttamente via Lanza di Scalea con via Ugo La Malfa. Qui di seguito i lavori all’interno del supermercato Colle Verde. Le immagini sono di Ottobre 2011. La strada sembra essere prossima all’asfalto.

Ringraziamo Nicola Sacco (Ass. Meteo Palermo) per gli scatti.

 

 

 

 

 


colle verde palermolavori maxi strada cardillopassante ferroviario cardillopiana dei colli palermosan lorenzo collivia lanza di scalea palermo

Articolo successivo

38 commenti per “PFP Cardillo, i lavori della maxi strada presso Colle Verde

Comment navigation

  • giovanni75 319
    30 ott 2011 alle 9:35

    pendolare da ti si leggono soluzioni insensate!! che c’entra la galleria che va a Giachery!! quindi vorresti costruire una galleria che da notarbartolo porta a tommaso natale usando la galleria di destra visibile nella foto??
    http://i53.tinypic.com/33vyq6s.jpg
    con i soldi di chi?? secondo me sperando che nn ci siano complicazioni politiche si chiuderà il tratto da tommaso natale a notarbartolo si FARANNO I LAVORI COME IN TUTTE LE ALTRE CITTA’ e amen!! per i disagi, si allevieranno tramite bus sostitutivi ci saranno autolinee ben liete di fare questo servizio, per quanto riguarda il ricovero dei treni, ci sarebbe un area con dei binari morti in disuso ( ma in buone condizioni) dopo la stazione San Lorenzo dentro un area privata vicina i depositi della società Distribuzioni Lieviti Sicilia e Eurospin, nn è che ci voglia molto a pulire l’area aprire quel cancello e chiudere le vetture per la notte, solo volontà politica e pochissima spesa..

  • Pendolare_palermitano 46
    30 ott 2011 alle 10:41

    @giovanni75 i binari morti che dici tu sono 2 e non si utilizzano da una vita bisognerebbe prima di tutto bonificare l’aerea e mettere i binari nuovi,inoltre io lo continuo a ripetere perchè è importante i treni non possono essere lasciati in zone desolate come lo scalo che dici tu o a san lorenzo,purtroppo i vandali ci stanno dappertutto servirebbe un capanone enorme per 6 binari minimo altrimenti l’unica soluzione oltre a quella proposta da me che però vada da notarbartolo fino a san lorenzo,è chiudere la linea fino a piraineto e limitare i trapani li con buona pace del danno economico che si verrebbe a creare…..poi tu mi parli di servizi sostitutivi se i servizi sono come quelli di adesso c’è da piangere

  • Sara 0
    30 ott 2011 alle 17:45

    @Pendolare_palermitano: Però fantastica l’idea di scavare una galleria “temporanea”, pertendo dalla galleria Notarbartolo-Giachery, per permettere il transito dei treni, durante la realizzazione della seconda galleria, la doppia canna come previsto, nella tratta B (quando nel 20xx inizieranno i lavori…) e quindi non chiudere del tutto la tratta Notarbartlo-la Malfa. Le nuove idee e le nuove proposte non mancano mai….

  • Pendolare_palermitano 46
    30 ott 2011 alle 18:11

    è l’unica soluzione se si vuole fare il doppio binario li , perchè la linea non la possono chiudere per i vari motivi che ho già spiegato.
    saluti

  • Sara 0
    30 ott 2011 alle 19:08

    @Pendolare_palermitano: mi dispiace contraddirti: il progetto di variante approvato recentemente anche grazie al comitato delle alpi, per la tratta B prevede la doppia canna, e per realizzarla, da quando inizieranno i lavori (nessuno però sa quando…) la tratta b sarà chiusa PER ALMENO 12 MESI.

  • giovanni75 319
    30 ott 2011 alle 20:03

    pendolare l’unica soluzione la dettano i soldi, è più costosa la soluzione che proponi tu che quella di aver interrotta la linea per un anno.. la soluzione del deposito temporaneo presso area dismessa in vece nn è costosa e se volte lo posso docomuntare con foto, e nn c’è proprio bisogno di mettere dei binari nuovi, visto che li i treni devono solo sostare, per i servizi, ti dirò quando abitavo nei pressi di P.zza De Gasperi ( o Papa Giovanni Paolo II) i servizi che io traduco in Prestia e Comandè nn erano affatto scadenti erano sempre puntuali quando dovevo prendere l’aereo, anche se pochissime volte, e comunque i ritardi se vi sono stati erano dovuti alle poche volte o coincidenze del traffico delle ore di punta, mi pare ovvio poi che un eventuale servizio sostutivo dovrebbe utilizzare un percorso diverso da quello che fa P&C magari affidato ad una altro operatore, utilizzando le corsie prefernziali quali quelle di via Lazio, io credo che per un anno è sostenibile.

  • Pendolare_palermitano 46
    31 ott 2011 alle 10:14

    cinisi funge da officina temporanea che verrà dismessa appena riaprono la linea ,per quanto riguarda prestia commandè chiedi informazioni alla gente che arriva a punta raisi con l’ultimo venezia a mezanotte e 40 escono dall’aereoporto e il bus non c’è perchè l’ultima corsa parte da punta raisi alle 23 e 50 e devono arrangiarsi con i taxi che a quell’ora chiedo cifre esorbitanti, tempo fa avevo letto un articolo trenitalia con la chiusura del tratto centrale notarbartolo ha subito un danno economico abnorme prima aveva 6000 abbonati ora se ne avrà 200 forse sono anche assai figuriamoci se chiudono per un altro anno il tratto B io non credo proprio che facciano lo stesso errore 2 volte

  • giovanni75 319
    31 ott 2011 alle 10:21

    se c’è il progetto ed è stato dato il via libera lo devono fare, è logico che gli abbonati siano calati (se ad esempio lo stadio chiude per anno per lavori, che fa i tifosi si fanno l’abbonamento?) ma ritorneranno ad essere come prima o anche più (considerato il caro benzina, per l’auto privata e la difficolta di trovare parcheggio) quando grazie a l’intera tratta a doppio binario si dimezzeranno i tempi, io stesso invece di prendere l’autobus prenderò il treno perchè in città sarà concorrenziale

  • Pendolare_palermitano 46
    31 ott 2011 alle 11:14

    @giovanni75 anche ora da dicembre ti conviene io per ora faccio palermo centrale -notarbartolo con il 101 o 102 e ti assicuro che il disagio c’è un bus passa ogni 30 minuti se tutto va bene e sono sempre strapieni

  • brian85 117
    02 nov 2011 alle 15:47

    @pendolare palermitano, hai idea di quanto costi creare una galleria provvisoria usando la notarbartolo-giachery?? decisamente insensato. Costa MOLTO meno chiudere la linea per un anno, usare il deposito che cita giovanni75 e metterci magari un guardiano notturno (così si creano anche posti di lavoro).

  • Sara 0
    02 nov 2011 alle 17:05

    @Pendolare_palermitan: ok, lo so anch’io, Cinisi non è un deposito e verrà smantellato…

  • antony977 165977
    02 nov 2011 alle 18:57

    Ho eliminato alcuni commenti off-topic e non è la prima volta che tutti e 2 vi pizzicate.
    @sara(edoardo-anello) mi auguro per te che andrai a cercare fonti più affidabili piuttosto che venire a scocciare qui dentro.

  • marcodifazio 2
    11 nov 2011 alle 10:17

    Ragazzi vi volevo fare 2 domande. La prima: Quando termineranno i lavori della maxi strada? e la seconda: Ieri alla conferenza Mondadori hanno fatto vedere in una delle slide il progetto della maxi strada. Si potrebbe pubblicare appunto l’immagine? Grazie e ancora buon lavoro

  • Paco 7942
    11 nov 2011 alle 10:49

    @ Pendolare_palermitano, ieri gli ingegneri della SIS hanno confermato la chiusura della tratta B, non sanno quando sarà ma sarà necessario.


Lascia un Commento