20 ott 2011

Blitz anti-abusivismo in corso Finocchiaro Aprile


Tanto richiesto, tanto pregato, e alla fine si è avverato. Riportiamo l’articolo di Repubblica-Palermo inerente il blitz anti-abusivismo avvenuto ieri 19 Ottobre in corso Finocchiaro Aprile.

Precisiamo però, come segnalatoci da alcuni residenti, che già alle 16 di ieri gli abusivi avevano rioccupato gli spazi, e questa mattina “tutto è ripreso come se niente fosse“. A questo punto auspichiamo che azioni di questo tipo (senza alcun dubbio meritano un plauso da parte della cittadinanza) non siano solo fulmini a ciel sereno. Solo dandone la giusta continuità e senza compromessi, sarà possibile ripristinare quella basiliare legalità e vivibilità di una città europea quale Palermo. Diversamente, saranno solo CHIACCHIERE e  lavoro reso vano.


abusivismo corso finocchiaro aprileabusivismo palermoblitz anti-abusivismocorso finocchiaro aprilecorso finocchiaro aprile palermo

Articolo successivo

10 commenti per “Blitz anti-abusivismo in corso Finocchiaro Aprile
  • huge 2149
    20 ott 2011 alle 11:20

    Bene. Speriamo non sia la solita azione una tantum che non serve a nulla.
    I controlli devono essere costanti.

    Il problema degli abusivi è estremamente grave.
    A parte l’occupazione illecita di suolo pubblico, senza alcun rispetto per automobilisti e pedoni, il commercio abusivo è difatto una spina nel fianco di tutti coloro che lavorano seguendo le regole. E’ una vera a propria concorrenza sleale, visto che un abusivo non è soggetto a regole, non paga tasse, non deve ottenere autorizzazioni. Prezzi (artificialmente) bassi e qualità scadente, senza considerare che i prodotti spesso non rispettano alcuna normativa per la sicurezza del consumatore.
    E in ultimo, sappiamo tutti come il mercato degli abusivi sia difatto in mano alla mafia. Controllo capillare del territorio.

  • Portacarbone 70682
    20 ott 2011 alle 12:13

    Perchè non istituire un provvedimento che aumenta esponenzialmente la multa per l’abusivo che viene beccato per la seconda/terza/quarta volta?

    Perchè in fin dei conti, alcuni commercianti, sono pure disposti a pagare 1.500€ di multa una volta all’anno (perchè è questa la frequenza delle multe), per il semplice fatto che con tavoli, gazebi e panchine fuori ne guadagnano molti ma molti di più in un anno.

    Tanto è vero che già il giorno dopo erano di nuovo lì, impavidi e non curanti di eventuali nuovi controlli (perchè sanno che comunque non sarebbero mai passati).

    Invece, se raddoppiassero/triplicassero la sanzione per i recidivi, al prossimo controllo, anzichè pagare 1.500€ ne pagheranno 3.000€, poi 6000€ etc.
    A quel punto non so se il loro giochetto sarebbe ancora conveniente.

    Basterebbe un controllo a tappeto un giorno al mese con questa procedura qui.

  • Freddie 1052
    20 ott 2011 alle 12:35

    Ora per un altro anno ci sarà nuovamente la jungla e chi si è visto si è visto. Anzi, dal punto di vista degli abusivi sono 1500 euro spese bene (ammesso che le paghino), praticamente ti consentono un anno di attività totalmente in nero senza pagare neanche suolo pubblico. Altro che reprimere, questi provvedimenti inducono altri a prendere la stessa strada.

  • grillo79 321
    20 ott 2011 alle 13:20

    ragazzi, già ieri pomeriggio alle 16 tutto era tornato alla normalità: bancarelle e frutta esposta e vendita come al solito. Lo stesso vale per oggi…
    @freddie…vedi che a questi la multa la paga la mafia che è la stessa che gli permette di stare dove sono…e considerato che non si possono fare i controlli ogni giorno, le multe servono a ben poco…dovrebbero sequestrare i mezzi (motoape, furgoni) e togliere dalle strade tutte strutture che lasciano a terra per sistemarci la frutta sopra e possibilmente denunciarli, non multarli…

  • Faber 109
    20 ott 2011 alle 14:34

    mi piace la proposta di portacarbone!!
    ma chi controlla i controllori?… o peggio, chi decide chi e quando controllare?…

  • Luca 129
    20 ott 2011 alle 15:41

    Per colpa di certa, poca, gente, io credo che a Palermo le cose non cambieranno mai. A prescindere dalla frequenza dei controlli e dall’ammontare delle multe.

  • darios 28
    20 ott 2011 alle 17:34

    Come mai ci stupiamo di una cosa che doveva essere fatta da anni????…questi signori x anni hanno violato le piu’ elementari norme fiscali, igieniche e del codice della strada!!!!

    DOVREBBERO SEQUESTRARGLI TUTTO OGNI QUALVOLTA SI PRESENTANO!!!!

  • Freddie 1052
    21 ott 2011 alle 8:32

    Ma perchè non la riorganizziamo noi stessi al volo la chiamata collettiva al centralino dei vigili, per mandarli di nuovo in corso finocchiaro aprile? così gli diamo un’altra mazzata a tradimento, il secondo intervento pochi giorni dopo il primo non se lo aspettano proprio.

  • Otto Mohr 47
    21 ott 2011 alle 11:32

    Si infatti, organizziamo tutti insieme una chiamata collettiva ai vigili, cosi come fatto tempo fa? Decidiamo un giorno e un’ora esatta e chiamiamo tutti insieme i vigili. Io mi propongo di andare sul posto a fare eventuali foto per documentare il tutto.


Lascia un Commento