07 ott 2011

Foto dell’obelisco di Piazza Indipendenza post restauro


Al centro di Piazza Indipendenza svetta l’obelisco che ricorda i martiri dell’Indipendenza. Un’opera che fu progettata da Giovan Battista Basile e realizzata nel 1866.

Da qualche tempo avevamo segnalato le transenne intorno la struttura. Ancora oggi l’area è transennata, ma è già possibile vedere l’effetto, crediamo definitivo, dell’intervento.

Purtroppo tale restauro non è coinciso con un ripensamento più generale della piazza che meriterebbe una sistemazione ben più decorosa. Speriamo che intanto questo obelisco non diventi il solito muro dove scrivere messaggi d’amore.


giovan battista basilelavori piazza indipendenzaobeliscopiazza indipendenza

8 commenti per “Foto dell’obelisco di Piazza Indipendenza post restauro
  • tonio.fiorino 0
    07 ott 2011 alle 7:39

    bellissimo restauro..ho visto al lavoro ragazzi dell`universita` e con una professionalita` spaventosa. in poco tempo ridare alla luce un piccolo gioellino del liberty palermitano e` una speranza per il futuro.

    per il vandalismo purtroppo sono pessimista, la cosa che mi fa rabbia e` che la piazza e` bellissima, con la vista del palazzo, l`osservatorio, porta nuova etc, ma assolutamente in abbandono e al buio, isolata e in mano ai gruppi che via via protestano contro la regione!!

    credo che si dovrebbero stornare soldi per opere di dubbia utilita` in sistemi efficaci di videosorveglianza seri, capillari ed efficaci!

  • Luca 129
    07 ott 2011 alle 9:15

    Il degrado comunque e’ destinato a ritornare, in tutta la piazza. Solo solo per le auto che vi transitano.

    Sarebbe bello se si trovassero vie alternative tali da portela chiudere al traffico. Ci vedrei Tram e biciclette passare da Porta Nuova.
    Ma i sottopassi o i tunnel veicolari a Palermo non sono contemplati???

  • tonio.fiorino 0
    07 ott 2011 alle 9:41

    sotto la porta magari no tram..viste le vibrazioni..ma in linea di massima va adottato il principio che si utilizza in tutte le citta` europee..rendere la macchina troppo dispendiosa da usare nei centri urbani.
    A londra si usa il sistema di allungare i tempi di percorrenza con semafori ogni 50-100m..e congestion charge e posteggi che costano un occhio della testa..anche per i motocicli.
    se devo andare in centro vado col treno e poi mi muovo a piedi se ho fretta o col bus se ho un po` di tempo..o molto meglio in bici, saltando molti semafori pedonali e prendendo scorciatoie nei parchi!!

    ma tutto nasce a londra dai circuiti di sorveglianza capillari!!

  • MAQVEDA 17489
    07 ott 2011 alle 12:55

    @tonio.fiorino

    L’obelisco non ha nulla di liberty. Giovan Battista Filippo Basile non ha minimamente aderito allo stile liberty, a differenza del figlio Ernesto.

    A parte questo bel recupero ;-) per fortuna qui sopravvive da sempre l’originale cancellata che preserva l’obelisco dalle tag. Stessa cosa non si può dire dei monumenti in piazza Politeama :-(

  • Athon 879
    07 ott 2011 alle 14:21

    Speriamo che con la nuova mobilità comincino anche a pensare a importanti piani per la pedonalizzazione del centro storico. Palermo diventerebbe la città più bella d’Italia, il turismo crescerebbe ogni anno di più e con esso…denaro, maggiore benessere, più posti di lavoro, una nuova immagine della città e l’entusiasmo per nuove e importanti iniziative. Palermo e i palermitani hanno le carte in regola per pensare in grande.

  • mediomen 1140
    08 ott 2011 alle 6:03

    Comunque sarebbe stato necessario sistemare, e con urgenza, i vialetti all’interno, sono praticamente impraticabili. Con le fermate dell’AMAT nei due lati opposti della piazza, chi deve cambiare bus è obbligato a percorrerli, ed adesso di mattina presto sono al buio fitto, in quanto non esiste illuminazione, e qualcuno è pure caduto!


Lascia un Commento