06 ott 2011

Sondaggio: il semaforo Perpignano va spento per l’88% dei votanti


La stragrande maggioranza di voti ha sancito l’esito del sondaggio che avevamo lanciato qualche tempo fa, in occasione dei lavori del sovrappasso pedonale di via Nina Siciliana.

L’annosa questione riguardante questo semaforo, uno dei principali tappi per la circolazione su Viale Regione Siciliana, è stata così votata:

[poll id="11"]

Un palermitano su dieci ritiene inappropriato spegnerlo a fronte dell’apertura del sovrappasso. I motivi potrebbero essere molteplici: dalla distanza del semaforo dall’incrocio, all’esigenza di avere comunque un’intersezione pedonale in quel punto, alla presenza della scuola etc.

Il dato comunque più importante è che nove palermitani su dieci lo spegnerebbero immediatamente. E da alcune email arrivateci, apprendiamo inoltre come il problema dei lavavetri che invadono e sporcano questo incrocio sia molto sentito da molte persone.

Ricordiamo che il sovrappasso pedonale NON nasce come un progetto atto a risolvere il problema dell’incrocio Perpignano, in quanto facente parte del sistema tram. Ma la costruzione di questa nuova infrastruttura ha sicuramente aggiunto un’alternativa di immediata applicazione che agevolerebbe, non poco, la circolazione veicolare.

Fermo restando che la soluzione più auspicata è la realizzazione del sottopasso stradale, è inevitabile che l’Ufficio Traffico di Palermo debba tener conto di questo dato diffuso, che vuole fortemente questa soluzione tampone.

Ci piacerebbe sapere dunque che posizione in merito intenda prendere proprio questo ufficio e il rispettivo assessorato, dato che il sovrappasso entrerà in funzione a breve.

Abbiamo girato loro questo articolo con la richiesta espressa di una risposta ufficiale. Attendiamo fiduciosi.


assessore traffico palermosemaforosondaggiosovrappasso pedonaleufficio traffico palermovia perpignanoviale regione siciliana

53 commenti per “Sondaggio: il semaforo Perpignano va spento per l’88% dei votanti

Comment navigation

  • thedoctor 137
    07 ott 2011 alle 20:47

    Non si possono calpestare i diritti delle persone più deboli per il codice della strada, ossia i pedoni, per non fare perdere qualche minuto in più agli automobilisti che la percorrono in auto. Il problema principale sono i lavavatri che abusano del semaforo… Non la gente che manco può spostarsi più a piedi!! I bambini che devono andare alla De Amicis di via Rosso di San Secondo si devono fare quasi 2 km tra andata e ritorno per fare piacere a tutti questi amanti delle auto che scambiano viale regione siciliana per un’autostrada??? In ogni caso questo sondaggio ha poco valore… E’ ovvio che l’88% dei palermitani non utilizzi questo semaforo in quanto abitano in altre zone della città… E’ scontato che non gliene freghi nulla…. Visto che siete così amanti dei mezzi pubblici in questo sito prendetevi un bel treno e attraversate la città senza traffico… Magari capireste di più certe tematiche sociali…

  • loggico 382
    07 ott 2011 alle 21:08

    sono appena stato alla fiera di roma.. o meglio alla stazione alla fiera di roma.. mi risulta che i ponti in metallo sono stati montati in una settimana.. una settimana!! sono in ferro/acciaio e hanno pure l’ascensore.. che rabbia!! invito i gerenti di questo sito ad organizzare una sottoscrizione per la costruzione di un sovrapasso.. io sarò il primo a contribuire.. meglio contribuire che inquinare..

  • Metropolitano 3251
    07 ott 2011 alle 23:05

    @thedoctor, non è questo il ragionamento. Se i palermitani percorrono una strada urbana come per esempio via Basile che non è di transito tra più arterie opposte non gli ne frega niente se fanno o non fanno i ponti o se installano o meno altri semafori pedonali. Dato che hanno votato, hanno detto chiaramente che così non si può continuare, per quanto riguarda l’asse tangenziale. La circonvallazione NON e’ una strada urbana, ma ua scorrimento che collega le autostrade, ergo essa stessa è stata assimilata alle autostrade che collega, per cui è una sorta di autostrada urbana.

  • Metropolitano 3251
    07 ott 2011 alle 23:11

    e poi non sto dicendo di spegnerli uttti anche seio sarei d’accordissimo su ciò, ma spegnere almeno Perpignano, lasciando attivo Di Blasi e come alternativa passare dal Ponte di via Nina; thedoctor potrà benissimo attraversare dal sovrappasso anzichè premere il bottone e creare le code, se si trova da quelle parti. Inutile che prema quel bottone, perchè di norma sulla circonvallazione non ci si ferma se non per qualche problema e solo sulla corsia d’emergenza. Eppure gli automobilisti fanno così, bloccando la corsia di sorpasso e marcia normale oltreche la corsia d’emergenza (perchè essa non può supportare il traffico di tutte e tre le corie per gli incolonnamenti, e “fanno il tappo” a quelli che stanno dietro che sono anche essi costretti a fermarsi. Non esiste.
    Aboliamo questi semafori o si potrà circolare bene solo di notte !

  • thedoctor 137
    08 ott 2011 alle 19:31

    Boh ognuno resta del suo parere… ma ripeto, l’esito del “sondaggio” è scontato… In ogni caso tenere i semafori aperti può essere un modo per alimentare polemiche e far svegliare i politici che dovrebbero ritrovare i soldi per realizzare il sottopassaggio… Spegnendo tutti i semafori si condanneranno invece per sempre dei quartieri ad essere divisi… Ripeto l’unica cosa che fa indignare è il dormire eterno dei politici su qst situazione e la presenza degli indisturbati lavavetri che attivano in continuazione il semaforo!! xD

  • loggico 382
    12 ott 2011 alle 8:32

    Habemus pontem.. ho il piacere di informare tutti gli utenti di mobilita palermo che nel parcheggio di via nina siciliana sono stati posizionati, pronti per l’assemblaggio, pezzi del ponte di via noce.. alcuni operai stanno riposizionando le basi in relazione al fatto che la lunghezza è diversa rispetto a quella del ponte perpignano

  • loggico 382
    12 ott 2011 alle 14:29

    via nazario sauro, via di ferdinando giorgi.. confermo nela torretta lato monte nulla si muove e nessun lavoro pare sia all’orizzonte,, domani spero di fare delle foto delle parti del ponte

  • Metropolitano 3251
    12 ott 2011 alle 18:15

    Io già ne ho fatte tre, ed una la ho pubblicata su imageshack, con il link indicato in una segnalazione nel apposito box di MobPA.

    …la foto descrive una bella e “pittoresca” cornice di foglie e di cespugli del giardino di quello stabile che fanno da ornamento ai cantieri lato valle ed al pilone centrale. Voglio far notare che dove ero io (mia esatta posizione) dovevano esserci operai a quest’ora ed io non sarei dovuto entrare. Ma ero solo soletto in quel giardino condominiale, e lì dentro era tutto fermo, anzi non c’era porprio nulla (neppure un nastro di segnalazione). Gli operai erano sempre dall’altro lato. Si decidano al più presto, e comunque secondo me il secondo ponte possono aprirlo a Dicembre ormai, contrariamente alle stime di tempo che erano previste per il terzo ponte in tale mese. Intanto il primo ponte è ancora chiuso, e basta solo qualche minuto di distrazione perchè qualche vandalo dia svago al suo hobby.

  • antony977 165977
    12 ott 2011 alle 18:24

    Scusate, ma se ci sono dei tempi di legge necessari per adempiere agli espropri, mi spiegate cosa c’è di tanto scandaloso?
    Evitate di soffrire d’ansia e mettetevi col cuore in pace.

  • Metropolitano 3251
    12 ott 2011 alle 20:06

    @antony977
    beh, allora l’importante è conoscere questi tempi, no ? E’ quando non si sa nulla una cosa tanto attesa, che viene l’ansia. Addirittura alcuni guardiani che sorvegliano il ponte di via Nina affermano che quel ponte (e allo stesso modo gli altri) sarà aperto in virtù dei tram, cioè intendevano dire che finchè non passa il tram il ponte resta chiuso. Su quanto hanno detto io nutro qualche perplessità, ma se dovesse essere vero allora le noste attese per quest’anno saranno state vane.

  • forrest84 1
    19 ott 2011 alle 14:48

    Comunque il problema non è solo il semaforo di Via Perpignano ma anche i successivi. Troppi semafori pedonali in sequenza; quindi auspico la creazione di nuovi sovrappassi.


Lascia un Commento