26 set 2011

Raccolta differenziata: gli Uffici Regionali non danno il buon esempio


Buongiorno, leggo da molto tempo questo blog e ne ho sempre apprezzato contenuti e modi. Vorrei segnalarvi una mia esperienza. Abito in centro, a due passi da piazza Croci. Da circa sei mesi è in vigore la raccolta differenziata. Ho accolto con entusiasmo questo “obbligo” alla differenziazione dei rifiuti, ma devo ammettere che sono necessari non pochi sacrifici.

http://www.flickr.com/photos/salvorom/6177042023/in/photostream

Purtroppo molti abitanti del mio quartiere non condividono il mio amore per la natura e continuano a gettare i rifiuti accanto la campana del vetro, là dove prima vi era il cassonetto.
Un mesetto fa, esattamente il 25 Agosto, esco di casa nel primo pomeriggio e trovo vicino la campana del vetro la solita catasta di rifiuti. Mi avvicino e noto, con mio stupore, che fra questi vi era un cartone che recava ancora l’indirizzo di consegna. Vedo meglio e leggo che questo cartone era stato recapitato all’Ufficio di una Commissione straordinaria della Regione Siciliana con sede proprio di fronte il “luogo del delitto”.

http://www.flickr.com/photos/salvorom/6177569560/in/photostream

Aspetto che apra tale ufficio ed intorno alle 16.00 suono al citofono. Mi risponde una signora alla quale chiedo come mai un loro scatolo sia stato gettato in mezzo alla strada. Inizialmente mi rispondeva negando il fatto, ma quando le ho detto che recava ancora l’indirizzo di spedizione ha perfino negato che a tale citofono rispondesse quell’ufficio (posso capire che uno sbagli numero di telefono, ma come si può sbagliare al citofono?).
Devo ammettere di essere rimasto molto deluso e affido la mia voce a voi.
Allego tre foto che confermano il tutto.

http://www.flickr.com/photos/salvorom/6177569500/in/photostream


porta a portaraccolta differenziataregione siciliarifiuti palermo

Articolo precedente

4 commenti per “Raccolta differenziata: gli Uffici Regionali non danno il buon esempio
  • Orazio 765
    26 set 2011 alle 17:03

    In realtà gli uffici regionali effettuano la raccolta differenziata, prova ne siano i verbali di contravvenzioni elevati ai dirigenti responsabili tutto sommato per quisquilie ed il fatto che in foto si vede solo un cartone, chissà come è arrivato li. Infatti nei contratti con le ditte di pulizia è scritto nero su bianco che occorre rispettare le prescrizioni imposte per la raccolta differenziata.

    Resta il problema dei controlli inesistenti e della gente selvaggia, questo si. Non sono tanti, ma infettano molto.

    Propongo di farci carico di una bella raccolta di firme in cui si chieda l’effettività di un serio piano di controlli e multe, da inviare non all’AMIA (tempo perso) ma a Sua Ecc.na il Prefetto di Palermo.

  • mastpalermo 115
    26 set 2011 alle 17:38

    Il solito problema italiano, manca sempre l’organo controllore.

    [OT] Oggi ho telefonato all’AMIA per richiedere il ritiro di una vecchia lavatrice che avevo conservato in garage, purtroppo vengo a sapere che tale servizio è stato sospeso ed è in funzione solo per i disabili (i quali devono prima inoltrare una richiesta scritta). L’unico rimedio è quello di portare tale rifiuto nelle isole ecologiche mobili. Mi domando, ma se io non ho il mezzo necessario per trasportare tale rifiuto come faccio? Devo forza di causa pagare qualcuno per svolgere tale servizio. Ora, io posso pure permettermelo, ma chi non può, secondo la cara (per non dire carissima) AMIA, cosa farà? Bel modo di risolvere il problema delle discariche abusive!!! [/OT]

  • mediomen 1137
    26 set 2011 alle 19:17

    L’immondizia è una ottima spia, se andate in un ufficio controllate sempre i cestini delle scrivanie, e se sono pieni vuol dire che li si lavora. In molti uffici pubblici non ci sono cestini ! :)
    PS molte volte neanche le scrivanie e le sedie, ma gli impiegati si !

  • pamax 22
    26 set 2011 alle 22:03

    mediomen, ti sbagli, il mio cestino è quasi sempre vuoto e ti assicuro che non mi schiodo dalla scrivania. Sto solo particolarmente attento ad evitare di utilizzare la stampante e quando posso riutilizzo il foglio su ambedue i lati. Comunque la tua teoria ha del vero, infatti il collega al mio fianco è sommerso dalla carta ed ho avuto modo di capire che ciò è fatto ad hoc per colpire i direttori!


Lascia un Commento