11 ago 2011

Sveglia Palermo: i cinesi faranno porti, aeroporti, interporti … nella Sicilia orientale!! Palermo esclusa.


Leggo in vari articoli, che i cinesi hanno preso contatti con il Governatore della Sicilia perché forse ritengono interessante investire in Sicilia, che viene vista come una testa di ponte per arrivare contemporaneamente nel mediterraneo ed in Europa!

Mi sembra che ormai i cinesi siano gli “americani” del 21° secolo, in quanto a potenza economica, finanziaria ed industriale!

Essi però, investiranno in Sicilia a condizione che il loro immenso quantitativo di merci e di turisti, non appena giunti in Sicilia possano essere smistati contemporaneamente nell’Europa continentale, nel nord’Africa e nella sponda est del Mediterraneo.

A questo scopo abbisognano di tre cose contemporaneamente presenti e vicine: un aeroporto intercontinentale collegato a ciclo continuo con la Cina, un porto per i loro containers e un interporto.

Queste tre entità devono essere collegate tra loro bene e rapidamente tramite ferrovie ad alta velocità e capacità ed anche tramite strade ed autostrade. Inoltre queste tre entità dovrebbero essere collegate con il continente tramite il ponte sullo stretto di Messina.

Tutto questo sembra fattibile e a rapido svolgimento, perché i cinesi anno liquidità (soldi, denaro, pecunia!) pressoché illimitate e non amano attendere troppo! Si parla di € 250 – 300 milioni per l’aeroporto intercontinentale e di circa 4 miliardi di euro per il ponte sullo stretto, di cui soltanto una parte verrebbe finanziata dall’Unione Europea e la maggior parte dai privati.

Se tutto ciò si avverasse, per la Sicilia sarebbe un cambiamento epocale! Sarebbe fonte di eccezionale, fantastico sviluppo economico, nei settori del commercio, dell’agricoltura e del turismo!
Già, ma quale Sicilia se ne avvantaggerebbe? Palermo? Macché, neanche le briciole! Palermo ne sarebbe tagliata fuori completamente. Tutte queste belle cose, a quanto pare, verrebbero costruite nella Sicilia orientale!

Infatti pare che il mega aeroporto intercontinentale verrebbe costruito apparentemente in provincia di Enna, ma in realtà nella zona Dittaino, a due passi di Catania. Certamente i governanti della Sicilia di cui i maggiori esponenti sono di quella zona, avranno capito che fare l’aeroporto intercontinentale direttamente in provincia di Catania sarebbe stato chiaramente improponibile agli occhi di un Palermitano o di un trapanese e quindi, a quanto pare, sarebbe stato trovato l’escamotage di spostarlo di pochi km, apputo in provincia di Enna, per dare una parvenza di neutralità, essendo Enna una zona della Sicilia centrale. Se non è zuppa è pan bagnato!

SVEGLIA PALERMO, qui ne va del futuro di questa nostra meravigliosa città e di tutta la Sicilia occidentale! Dove sono i nostri politici (della Sicilia occidentale)? Hanno capito la gravità della trappola che sta per essere preparata? Che aspettano a contrapporre Termini Imerese? Lì già c’è un porto che si potrebbe pure ingrandire se necessario, c’è la pianura estesa per l’aeroporto intercontinentale, mi pare che sia previsto pure l’interporto! Svegliaaa!! Se perdiamo questo treno non ci sarà più nulla da fare!

Monte Pellegrino


aeroporto internazionale siciliacinadittainoeconomia mediterraneainterporto siciliaSegnalati

45 commenti per “Sveglia Palermo: i cinesi faranno porti, aeroporti, interporti … nella Sicilia orientale!! Palermo esclusa.

Comment navigation

  • uomosenzatempo 5
    15 ago 2011 alle 9:35

    D’accordissimo con MX in tutto e per tutto. Creiamo un “movimento” di idee per portare avanti questa grande avventura per la Sicilia. Diffondiamo questa idea parliamone tra gli amici ed in Facebook. E’ forse l’ultima speranza per la Sicilia.
    Giuseppe

  • aziz 74
    16 ago 2011 alle 10:35

    Un investimento di queste proporzioni farebbe il bene di tutta l’isola e di riflesso anche di Palermo,piuttosto dobbiamo preoccuparci dei “fratelli d’italia pulent”che appena sentono che il sud puo’ crescere ci tagliano le gambe con i loro franchi tiratori in parlamento e i loro amici mafiosi,non sia mia che la loro “COLONIA” diventi cinese,se diventiamo produttivi come i “PADANI-CELTICI CON LE CORNA”li roviniamo a chi venderebbero le loro merci ?Non dimentichiamo che noi terroni siamo i maggiori consumatori dei loro prodotti,la concorrenza del sud li metterebbe in seria difficolta’……Funziona cosi’da 150 anni…..

  • romitello 5
    17 ago 2011 alle 19:35

    Ma credet proprio che i cinesi ,con i problemi che ci sono in Sicilia,( mafia,pizzo,sporcizia ecc) vengano a cercarsi i problemi nell ‘ isola ?


Lascia un Commento