04 ago 2011

Le sonde della galleria Lolli-Imera


In questi giorni la società che si occupa di effettuare le trivellazioni per la SiS, la SoilGeo, sta effettuando numerosi scavi per piazzare delle sonde proprio sopra il percorso della nuova galleria come già anticipato in questo articolo

 

Hanno già piazzato dei rilevatori nella zona di via Imera (come da foto sopra) e ora si stanno spostando verso Piazza Lolli.
Di cosa si tratta? Che lavori stanno effettuando?
Stanno installando dei pozzetti di ispezione e stanno collegando i vari pozzetti con dei tubi di polietilene rosso.


In ogni pozzetto viene calato un tubo ad una profondità stabilita e all’interno del tubo viene collocata una sonda che permette la rilevazione degli spostamenti del terreno, in modo tale da prevedere eventuali cedimenti della zona adiacente alla nuova galleria.
Sono stati realizzati in prossimità di Via Re Federico, #6 pozzetti.
I pozzetti sono disposti in file da tre, uno sul lato destro della futura galleria, uno sul lato sinistro e un ultimo proprio sopra la volta della stessa.
Hanno creato in totale due file da tre pozzetti ciascuno, e ogni fila dista una cinquantina di mt dall’altra.
Ecco alcune foto sulla realizzazione dei pozzetti

 

Delle foto sulla realizzazione dello scavo dove collocare il tubo con la sonda:

E per ultime le foto in cui si vede l’installazione del tubo all’interno del foro dove all’estremità è stata attaccata la sonda. La prima sonda situata sul lato destro (guardando in direzione imera) della nuova galleria è stata piazzata a circa 30mt di profondità, la seconda sonda quella sulla volta della galleria verrà piazzata a 14,5mt di profondità.

 

 

 

 

 

 

Infine la situazione sull’avanzamento della galleria Lolli-Imera:

Da Via Imera verso Lolli è ancora alle porte del cantiere di via Imera, da Lolli verso Imera è già sotto la clinica Orestano.

Buona Lettura. Rimango a disposizione per chiarimenti :)


aggiornamentoanello ferroviariolavoriLavori Passante FerroviarioPalermopassante ferroviario palermopfpsoilgeosonde passante ferroviario


Lascia un Commento