03 ago 2011

Sporcizia: quanto dipende da noi e quanto dai servizi carenti?


La domanda in oggetto sicuramente non troverà mai una risposta certa.

Però vale la pena farsi un esame di coscienza. Perchè spesso, quando si parla di rifiuti e sporcizia per strada, ci nascondiamo dietro al facile baluardo del “a Palermo le strade non le pulisce nessuno”.

Il che è anche vero, molto vero.

Ma da 1 a 100, quanto è responsabilità nostra?

L’altro giorno ero incolonnato (come al solito) in viale Regione Siciliana, in prossimità del semaforo di Piazzale Giotto/Lennon. Trovandomi fermo sulla corsia di sorpasso ho avuto modo di notare come sotto le aiuole spartitraffico ci siano un’infinità di cartacce e rifiuti che durante la marcia si notano poco.

Una quantità impressionante di pacchetti di sigarette, volantini, tovaglioli e chi più ne ha più ne metta. Tanto è vero che poco più avanti erano raccolti in decine di cumuli pronti ad essere raccolti.

A questo punto ho fatto questo ragionamento: “va bene che puliscono poco le strade, ma qui, lungo lo spartitraffico di una circonvallazione dove di certo la gente non passeggia nel marciapiede, come ci sono arrivate tutte queste schifezze?”

La risposta è ovvia, i “porci” mentre guidano gettano di tutto dal finestrino. Una cosa che mi indigna maledettamente come quelli che gettano la carta del panino a terra quando di lì a 1 metro c’è un contenitore per i  rifiuti.

Bisogna aver visto quanto schifo c’è sotto queste piante per capire quanto la gente sia incivile e zulù.

E quando sentite lamentare la gente della sporcizia, diffidate soprattutto da essi che saranno i primi a gettare la carta a terra o lanciare il pacchetto di Diana Blu vuoto dal finestrino.


inciviltàpulizia straderifiutiStrade

13 commenti per “Sporcizia: quanto dipende da noi e quanto dai servizi carenti?
  • fabdel 989
    03 ago 2011 alle 5:47

    i marciapiedi della discesa/salita di mondello sono nella stessa penosa situazione. sarà almeno 1 anno che non vengono puliti. una cosa assurda. la gente fa schifo e gli spazzini dell’amia pure

  • Freddie 1052
    03 ago 2011 alle 7:17

    Ma io non mi pongo neanche l’interrogativo, le strade sono sporchè perchè i palerm-maiali sono peggio degli zulù. L’amia essemme spazza la strada di casa mia un giorno si e un giorno no, e subito dopo l’intervento dello spazzino la strada è degna delle migliori strade della svizzera. Già poche ore dopo tutto torna ad essere pieno di fazzoletti, pacchetti di sigarette, lattine etc.

  • lorenzo80 582
    03 ago 2011 alle 7:43

    Anche io devo dire che proprio quelli dell’Amia Essemme li vedo sempre lavorare nella mia zona, specialmente il lunedì a seguito del “mercatino”, dopo il quale la strada è ridotta a un cumulo di macerie. E allora come mai già l’indomani è tutto sporco?

  • pippinu 1
    03 ago 2011 alle 8:34

    Non è necessario terminare l’articolo. La risposta è talmente evidente. Non c’è squadra di spazzini che tenga contro i palerm-maiali (freddie). Per rendersene conto basta passeggiare per le vie della città e osservare come la sottospecie culturale palerm-maiale si libera dei rifiuti che produce. E se provi a protestare c’è tutto un campionario di risposte il cui unico effetto è quello di accrescere la tua rabbia. L’unica vocazione di questa città è la decadenza.

  • xemet 427
    03 ago 2011 alle 9:37

    non dipende da “noi”, io per quel che mi riguarda non ho mai buttata una carta a terra nella mia vita e non ho timore a dirlo perchè nessuno mi potrà mai smentire. Dipende dai porci. Basta un porco per annullare l’effetto di centinaia di persone per bene.

  • tonio.fiorino 0
    03 ago 2011 alle 9:49

    un simile comportamento e` un chiaro sintomo di cattiva educazione, e la cattiva educazione nasce dal non rispettare regole condivise, questo discorso lo facciamo sempre ma alla fine finiamo nei soliti luoghi comuni che il palermitano e` maleducato solo in sicilia quando esce diventa improvvisamente educato perche` ha paura di essere additato come troglodita e rischiare una multa per una scemenza tipo non spegnere la sigaretta e gettarla nei posacenere.

    non e` vero!!
    il palermitano e` ormai orgoglioso di non rispettare le regole perche` fa parte dell`essere integrato in una societa` conformista al negativo..
    perche` io che cammino o sto in spiaggia a mangiare il panino fatto a casa e ripongo le mie cartacce nello zaino per poi gettarle nel primo cestino e regolarmente vengo additato come pollo in spiaggia e ho sempre visto i risolini di chi mi sta a fianco..per cui l`unica soluzione e` la repressione!!
    polizia e vigili devono fare multe a chi sporca e imbratta..ma con queste cose non si vincono le elezioni appunto perche` impopolari misure in una citta` allo sbando..

  • Luca 129
    03 ago 2011 alle 9:59

    Io vedo gli operatori amia pulire vicino casa mia con frequenza, ma la situazione e’ sempre penosa.

    Con i miei occhi vedo la gente scendere con il sacchetto di immondizia e abbandonarlo ovunque faccia comodo, ossia vicino al primo mini-contenitore di piccoli rifiuti (quelli attaccati ai paletti per intenderci) o vicino al primo contenitore della differenziata. Molto spesso, direttamente agli angoli dei marciapiedi.

    Io sono per il 100% della colpa a questa gentaglia.
    Il punto che vorrei capire e’: chi sono i Palermitani? Se piu’ della meta’ e’ cosi’, allora meritiamo cio’ che il mondo spesso dice di noi: ingrasciati, sporchi e incivili. Valgono le medie giusto, e se la maggior parte della gente agisce in quel modo e vive in quel modo, allora vuol dire che in media alla gente di Palermo piace vivere nella munnizza.
    Se poche persone agiscono in quel modo, allora e’ bene usare metodi repressivi forti ed efficaci. Multe allucinanti, arresto e diffide!

  • Vicio90 7
    03 ago 2011 alle 11:18

    Anche io ho fatto caso al degrado in cui si trovano i guard rail e non di meno l’immondizia che si trova tra questi,tutta viale regione siciliana è invasa dall’immondizia in qualsiasi direzione e senso di marcia,che schifo!!!

  • Saro 58
    03 ago 2011 alle 13:53

    Vero è che le operazioni di pulizia sono carenti (o assenti in taluni casi)… ma siamo sinceri…
    ….MI CHIEDO SE QUESTE PERSONE CHE SI DEFINISCONO “CIVILI ED EDUCATE”… QUANDO SI TROVANO DENTRO LE LORO ABITAZIONI… PRENDONO CARTACCIE… PACCHETTI DI SIGARETTE VUOTI… CICCHE…ETC…. E LE LANCIANO PER TERRA COME QUANDO TRANSITANO PER LE STRADE E LANCIANO IN MODO SCIAGURATO TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO DAI FINESTRINI DELLE LORO AUTO (CHE MAGARI SARANNO ANCHE PULITISSIME)???

  • thericcio 87
    03 ago 2011 alle 14:18

    50 e 50 perchè c’è gente incivile veramente però c’è gente pagata da noi che nn fa nulla anzi… ovviamente in entranbi i casi nn si fa tutto un fascio

  • Real 170
    03 ago 2011 alle 14:23

    La pulizia di viale regione siciliana viene fatta una volta l’anno, è chiaro che con il vento si trasformi quell’area in breve in una piccola discarica,figuriamoci in un anno, l’inciviltà dei cittadini è proporzionale all’inefficienza di chi ne gestisce i servizi!!!

  • sempriunacinne 91
    03 ago 2011 alle 22:14

    a proposito di viale regone siciliana…
    ho notato che stanno pulendo l’aiuola spartitraffico dalle erbacce, finalmente perchè sembrava la Savana… però non capisco, una squadra pulisce e lascia i rifiuti accumulati e poi chi si aspetta? il miracolo della sparizione??
    cioè rimangono li fino quando la prossima bufera non li sparpaglia nuovamente.
    Per esempio, all’altezza di corso Calatafimi direzione Catania dopo la pulizia sono emersi tre bei copertoni di CAMION poggiati sul guardrail dentro l’aiuola. Sono li da almeno 6 mesi…


Lascia un Commento