24 lug 2011

Ancora morti sul Ponte Corleone


Ancora suicidi sul Ponte Corleone. Ripassando diverse volte su quel Ponte del Suicido, ci si accorge che le barriere in ferro sono del tutto insicure, e quindi facilmente oltrepassabili. Non ci si rende conto che “un’opera di bonifica” potrebbe evitare certe situazioni sconcertanti. Alzare delle barriere alte 3 mt, si possono realizzare. Ma per quanto tempo ancora vedremo  questi spiacevoli episodi? Quando ci accorgeremo che tutto quello che si farà è per il bene di tutti?
No al menefreghismo, si all’interesse della gente.

16 commenti per “Ancora morti sul Ponte Corleone
  • Johnny 66
    24 lug 2011 alle 14:32

    E’ incredibile come il Giornale di Sicilia se ne fosse totalmente disinteressato di questo suicidio!

    Evidentemente hanno altri obiettivi………

  • Marco1984 74
    24 lug 2011 alle 21:12

    … dubito che un intervento di messa in sicurezza del ponte.. possa impedire nel futuro episodi di questo genere. Che il ponte necessiti di un’azione di MS è fuori da ogni dubbio.. resta inteso che tali azioni sarebbero dirette a garantire e migliorare il livello di sicurezza del traffico veicolare.. certamente non a impedire al primo disperato di lanciarsi nel vuoto. Non vorrei che trovando delle barriere più alte.. decidesse di lanciarsi in mezzo alle auto in corsa.. .

  • lorenzo80 582
    24 lug 2011 alle 23:04

    Sono d’accordissimo con Marco1984. Non sono certo barriere più alte a impedire a qualcuno di ammazzarsi, anzi il discorso posto in questi termini è davvero inquietante. Sembra quasi una roba del tipo “la gente a Palermo si uccide, cerchiamo di arginare questo fenomeno”…

  • Jimmy Reptile 0
    24 lug 2011 alle 23:07

    Credo che se una persona ha deciso di suicidarsi il come è l’ultimo dei problemi, se non ci fosse il Ponte Corleone si butterebbe da un qualunque cavalcavia dell’autostrada, o dalla finestra di casa sua, o sfonderebbe con l’auto le protezioni sui tornanti a Monte Pellegrino, o si annegherebbe, o un overdose di medicinali………

    PS sull’attenzione dei media conoscevo una sorta di leggenda metropolitana sul fatto che tra i media locali dappertutto c’è una sorta di tacito accordo sul non parlare di suicidi per evitare l’effetto emulazione, magari non è solo una leggenda metropolitana

  • Vix 16
    24 lug 2011 alle 23:24

    Anche a me è sembrato assurdo che sia GDS che SiciliaOnline non abbiano parlato del suicidio e ancora più assurda credo sia la leggenda metropolitana dell’accordo. Cmq è pur vero che se uno si vuole uccidere il modo lo trova, quindi visto che qui si parla di mobilità permettetemi di essere un po’ cinico ma le barriere alte se da un lato servono a poco per dissuadere qualcuno dal compiere l’estremo gesto almeno si evita che quando lo compie paralizzi un importante arteria cittadina

  • Vivisicilia 7
    24 lug 2011 alle 23:50

    Veramente solo Gds ne ha dato notizia, sia radiofonica che via web, non è stato fatto un articolo ma la notizia è stata riportata tra le notizie brevi. (lo abbiamo verificato, con il telefonino, trovandoci in zona cercando di avere maggiori informazioni su cosa fosse successo).

  • MAQVEDA 17489
    25 lug 2011 alle 1:36

    poveretta
    io non ho sentito la notizia direttamente, ma mi è stato riferito che si tratta dell’ex ragazza del diciannovenne che si è ucciso l’altra settimana, proprio perchè lei l’aveva lasciato. A quanto pare lei non ha retto al rimorso. Certo delle barriere più alte non sarebbero sbagliate, ma non possono certo evitare, come detto da altri, che se uno si vuole ammazzare lo faccia comunque.

  • The.Byfolk 43
    25 lug 2011 alle 7:47

    Io proporrei delle barriere anche sulle banchine dei posrti, giusto per evitare che qualche crocierista abbia la tentazione di suicidarsi.

    Trovo assurdo che non se ne sia parlato, visto i disagi che questo problema ha creato,e sto parlando del traffico allucinante.

    Non credo che la scelta dipenda dalla facilità con cui si superano le barriere, ma, per assurdo dalla bellezza naturalistica della valle sormontata dal ponte. Nessuno si getterebbe volontariamente dentro la gittata di cemento di un pilone in costruzione.. andiamo chi vorrebbe morire così? Mentre tra il verde lussuregiante della valle dell’oreto, dove senti lo scorrere delle acque ed il cinguettio degli uccelli….

    Tuttavia benvenga un nuovo passamano gradevole esteticamente, anche se questo potrà attirare nuove orde di depressi suicidi

  • diesse78 123
    25 lug 2011 alle 9:02

    perkè ci sono stati altri suicidi negli ultmi 2 giorni??
    cmq io sono favorevole all’ innalzamento delle barriere, perkè ogni suicidio avvenuto non e’ stato fermato in tempo dai passanti, a causa delle barriere facilmente scavalcabili.

  • Viajero Solitario 2
    25 lug 2011 alle 10:36

    Di sicuro non è questo che impedisce il suicidio, ma aumentare i livelli di sicurezza è più che dovuto. Come disse una volta un professore, chi ha tentato il suicidio una volta, all’80% è un morto che cammina, prima o poi lo rifarà. Le modalità cambiano dalle persone, dal tipo di disturbo comportamentale, lo status socio-culturale e il sesso (le donne generalmente preferiscono metodi meno cruenti e che sporchino di meno, ad esempio avvelenamento da farmaci). Di sicuro il ponte non è l’unica maniera. Ci sono i palazzi e relative finestre. Mica possiamo mettere delle grate. Non dimentichiamoci di Norman, lo studente che si è buttato dal settimo piano di lettere.

  • blackmorpheus 54519
    25 lug 2011 alle 11:00

    a parer mio la discussione nemmeno esiste. Che il ponte abbia problemi di sicurezza è cosa ovvia, e su questo dobbiamo discutere per prevenire incidenti; ma qui non si tratta di un incidente, ma di una persona che volutamente ha voluto procurare del male a se stessa. Se non si buttava dal ponte lo avrebbe fatto in qualche altro modo, quindi non penso che le cause di questo suicidio siano imputabili alla sicurezza del ponte Corleone.

  • andreod91 16
    25 lug 2011 alle 12:22

    Il cinismo ve lo potete risparmiare comunque. O si parla della sicurezza del ponte oppure ci dilunghiamo anche sulla morte di Amy Winehouse scomodando persino Socrate e la filosofia del suicidio. Ognuno ha le sue ragioni e non vedo il motivo di stare qua a parlarne.

  • sam 21
    27 lug 2011 alle 17:42

    A me il 22 marzo 2011 su questo maledetto ponte è morto mio fratello dal rimorso di aver investito un bimbo con la sua auto, io sono piu che favorevole ad una messa in sicurezza, non ne sono sicuro ma se forse ci fossero state delle barriere piu alte mio fratello ci avrebbe ripensato e sarebbe ancora qui con me.


Lascia un Commento