28 mar 2011

Porticciolo Sant’Erasmo: la vendita degli appartamenti


Attraverso questo video segnalatoci da S. Biondo è possibile vedere come e dove avrà luogo l’attuale cantiere nei pressi del porticciolo di S. Erasmo.

Nel video di proprietà di una società immobiliare, sono visibili i rendering del progetto e anche qualche foto degli interni.

httpv://www.youtube.com/watch?v=mAu7Uu0TGG8


centro storico palermoEdifici storicilavori sant'erasmoporticciolo sant'erasmorendering sant'erasmo

17 commenti per “Porticciolo Sant’Erasmo: la vendita degli appartamenti
  • matteo O. 164
    28 mar 2011 alle 15:42

    Bel progetto, ma ancora una volta non sono previsti pannelli fotovoltaici sul tetto….lo Stato dovrebbe prevedere l’obbligo della copertura totale con pannelli fotovoltaici per ogni nuova costruzione (o per ogni recupero di strutture vecchie non monumentali)….in particolare in Sicilia!
    A meno che si parla di un palazzo storico (perchè non si capisce dal video), ed allora hanno ragione a non metterli!

  • tasman sea 20
    28 mar 2011 alle 16:24

    ragazzi, scusate l’OT, ma questa nuova versione di mobilitapalermo è bella ma troppo pesante. non ci sarebbe una forma più snella? vi scrivo da un pc relativamente nuovo, con google chrome 5, dove qualsiasi sito si apre in un attimo

  • Freddie 1052
    28 mar 2011 alle 18:00

    Bel progetto. Avrei delle curiosità in merito: dal rendering si evince la riqualificazione del porticciolo e la costruzione di un paio di pontili galleggianti, chi si farà carico di questi lavori? la società immobiliare stessa o il comune? dato che il video è pubblicato dalla società immobiliare e hanno i rendering deduco che abbiano preso loro l’appalto anche se mi sembra strano!
    Poi spero vivamente che venga espropriata quella pompa di benzina che impedisce la visuale al porticciolo, e che vengano allontanati tutti i “si arroste carne e pesce” che si sono impossessati dell’area.

  • Luca 129
    28 mar 2011 alle 19:05

    Ciao ragazzi, anche io vivo in Germania come tasman sea. Non posso vedere il video. Esiste un link alternativo, vimeo, o qualcos’altro?
    Concordo pure con lui che il sito e’ molto pesante e con il cellulare ho problemi di visualizzazione, oltre al fatto che nel postare i commenti la pagina fa refresh continui.

  • griffild 327
    28 mar 2011 alle 21:41

    è vero il sito è troppo pesante…. non è liscio…
    cmq volevo dire che il fatto che si stiano riprendendo vecchie costruzioni abbandonata mi riempie il cuore di gioia, visto sorpatutto che quel casermone li cn tutta l’aerea attorno è stata totalemnte abbandonata per anni…
    MA i prezzi che chiedono a mq sono per lo più IMPOSSIBILI….
    io a 28 anni cn un lavoro stabile posso contratto a tempo indeterminato etc etc, cn uno stipendio nella media, posso solo sognare di comprarmi una casa :S ….ormai si è sfiorati il ridicolo ti chiedono piu di 250 mila per 75 mq… :S …

  • Real 169
    29 mar 2011 alle 0:21

    Passiamo sul recupero edilizio, triste ma può andare.
    Spero che non gli permettano di distruggere l’ultimo angolo di spiaggetta rimasto davanti all’Ospizio, quell’ultimo residuo di porticciolo dovrebbe essere semplicemente recuperato e no devastato da un discutibile progetto…non è bastato lo scempio che è stato fatto del foro italico dopo la guerra! …ma????

  • pepposki 310
    29 mar 2011 alle 8:05

    Mi spiegate che differenza c’è tra questo casermone, e quello che è costruito in corrispondenza del castello a mare? Entrambi occludono la vista del mare, entrambi potrebbero essere considerati abusivi, ricordiamoci che c’è un vincolo che vieta la costruzione a pochi metri dalla riva, ma questo a differenza del palazzo nel parco del castello a mare essendo disabitato e quindi senza espropri singoli da fare, poteva essere buttato giù. Tra 30 anni i nostri figli rifletteranno sul perchè di questa costruzione, cosi come noi riflettiamo e ci indigniamo sul palazzo di piazza XIII Vittime. Mi auguro solamente che miglioreranno il contesto attorno alla struttura con giardinetti…

  • Luca 129
    29 mar 2011 alle 8:29

    @tuti77
    Grazie!
    Ho visto il video…
    Palermo risorgera’ solo Le restituiamo il mare. Ma qui si fa tutto il contrario!
    Invece di abbattare, si costruisce; Invece di creare giardini e attracchi turistici, si mette cemento.
    Nn impariamo Mai! Ci vorrebbe da noi un’onda Che si porti via queste porcherie da quello che un tempo era il golfo piu’ bello del mondo!

  • tasman sea 20
    29 mar 2011 alle 8:53

    bravo luca che citi il nostro amico comune goethe, anche se lui parlava di un certo
    promontorio, non di un golfo. quello anch’esso rovinato su cui sorgono i palazzoni di vergine maria, per intenderci.

  • MAQVEDA 17489
    29 mar 2011 alle 13:12

    @tutti
    ma quale casermone e casermone, l’edifico alto, sebbene degradatissimo è la casina del principe di San Giacinto. Andatevi a guardare una poco di foto d’epoca di Sant’Erasmo, non ha nulla a che vedere con il palazzo del Castellammare.
    Sul prospetto c’erano, e spero ci saranno ancora, dei mensoloni di balcone in pietra intagliati tipicamente secenteschi.
    Inoltre non è in cemento, ma come tutti i ripristini è stato realizzato con in mattoni gialli (non ricordo come si chiamino)
    Se di casermone da buttare giù si deve parlare, parliamo del condominio di undici piani che sta appena dietro, quello è orribile.

  • MAQVEDA 17489
    29 mar 2011 alle 13:19

    Questo equivoco è la conferma di quanto il degrado a Palermo abbia potuto sfigurare gli edifici storici, al punto che oggi vengono confusi con dei caseggiati moderni.

  • Real 169
    29 mar 2011 alle 16:05

    @ MAQUEDA, personalmente come avevo affermato sopra, non critico tanto il recupero dell’edificio in questione. In realtà dal video non è possibile verificare quanto il restauro sia filologico.
    Ma quello che mi preoccupa, sempre osservando il video, è che a posto della spiaggetta davanti all’Ospizio, si preveda la realizzazione di un’area pavimentata, che a mio avviso deturperà definitivamente quell’area.
    Sì anche io credo, che sia l’edificio di Castellamare, che il casermone di 11 piani dovrebbero essere abbattuti, ma qui siamo in piena utopia.


Lascia un Commento