04 feb 2011

L’inciviltà è anche in via Libertà


Per la rubrica “articolista per un giorno” pubblichiamo l’articolo di Kasia:

Salve,
vi invio un paio di fotto scattate di mattina in via Libertà, le macchine posteggiate sul marciapiede sono ovunque non si riesce a passare neanche a piedi figuriamoci una persona disabile.
Io sono residente in questa zona e devo dire che per poter passare spesso si deve scendere sulla strada dove passano gli autobus.
I vigili urbani non ci sono mai non ho visto mai le multe.
Non parliamo della raccolta differenziata è un tema lungo e le fto ci sarebbero pure.

In attesa di un pò di civiltà e con tanta speranza di miglioramenti.
Vi porgo i miei cordiali saluti

Kasia

cliccate sul link seguente per visualizzare le foto: http://img641.imageshack.us/slideshow/webplayer.php?id=13102010134.jpg

23 commenti per “L’inciviltà è anche in via Libertà

Comment navigation

  • Anothercity 35
    05 feb 2011 alle 13:00

    Anche in questo caso è il cittadina che comanda e si prende i propri spazzi necessari alla propria convenienza.
    Fate benissimo a fotografare e documentare i fatti.
    Ma siamo sempre li, qui non funzionerà mai niente, i vigili vengono quando vogliono loro 2-3 pattuglie per una città come palermo e gli stessi vigili se ne fregano…
    Il buono ha le mani legate, la polizia e l’aiuto dallo stato non esiste, armiamoci di pazienza e furbizia…
    Continuo a dire che voglio andare via da qui.

  • franz 199
    07 feb 2011 alle 11:05

    Rispondo a coloro che dicono: ci vuole più pugno duro da parte degli organi di vigilanza; siccome viviamo a Palermo e non a Oslo, sappiamo tutti che queste sono belle parole e nient’altro, tanto nessuno farà mai nulla così come non si è mai fatto nulla da secoli. Per cui quando dico che bisogna mettere le inferriate per non fare rubare (dissuasori e marciapiedi più alti), non parlo a caso perchè ci sarà sempre il ladro di turno che tenterà di rubare. Come giustamente dice @bloodflower, quello che manca è l’educazione, a partire dalla famiglia fino ad arrivare a quella civica che dovrebbe essere insegnata a scuola; ma da quando certi luminari degli anni 70 hanno iniziato a parlare di metodi educativi innovativi, ho visto un declino esponenziale che ha avuto influenze negative dappertutto soprattutto nelle istituzioni che dovrebbero dare il buon esempio. Guardiamo cosa succede al governo e ce ne rendiamo subito conto; se episodi come quelli di questi giorni fossero successi 20/30 anni fa qualche politico si sarebbe indignato e si sarebbe anche dimesso, oggi rientra nella gran parte di comportamenti della nostra società. Se quindi in tutti questi anni si è persa una delle poche cose che davano dignità alla nostra terra (l’educazione), come possiamo pensare di potere rieducare questa società allo sbando?

  • kasia 1
    07 feb 2011 alle 11:11

    Vi volevo far notare che più avanti dove c’è la prefettura il problema non esiste perchè ci sono i paletti lungo marciapiede. I vigili urbani passano ma non si fermano oppure stanno nelle traverse e fanno finta di non vedere, e quando piove assolutamente non si possono bagnare.

    E se provate a dire qualcose alle persone che stanno dentro le macchine sul marciapiede……..


Lascia un Commento