22 gen 2011

Fermi al semaforo per colpa di…


Già, per colpa di chi??

Oltre i normali tempi di attesa del rosso, siamo costretti ad arrestare la nostra marcia per colpa dei soliti furbetti in scooter che utilizzano i semafori pedonali come uno strumento privato per invertire il proprio senso di marcia lungo viale Reg. Siciliana, e non solo.

Nella foto siamo al semaforo Perpignano, ma siamo sicuri che anche in altre zone accade ciò.

La soluzione ovviamente a questo problema non può ovviamente essere l’utilizzo “full time” di vigili nei singoli incroci, però forse la tecnologia e le telecamere potrebbero venirci incontro.

Una semplice telecamera che rileva i numeri di targa dei trasgressori seguita da multa recapitata a casa. E’ possibile?


multesemaforitelecamerevigili urbani

Articolo precedente

18 commenti per “Fermi al semaforo per colpa di…
  • mediomen 1143
    22 gen 2011 alle 7:56

    Certo che è possibile, in un paese normale…..
    Ma poi chi guarda le telecamere, chi fa le multe? e poi se li perdono o non le possono notificare….ma per favore

  • cirasadesigner 1025
    22 gen 2011 alle 8:22

    bella l’idea peccato che a Palermo sembri tutta fantascienza, prima di mettere le telecamere farei un periodo di presidio di vigili, non si capisce bene perche nella nostra città questo corpo sia buono solo per stare in ufficio, passato il pediodo di presidio, passerei alle telecamere, con la speranza che non le rubino alla prima notte utile, ma forse è pretendere troppo da una città ormai alla deriva, sono rimasto esterefatto a vedere il corteo con la bara che si faceva fotografare per chiedere la riapertura… come si può strumentalizzare la morte di qualcuno… che poi a detta di qualche testimone, passava pure con il rosso….

  • alex72 122
    22 gen 2011 alle 9:30

    Purtroppo in questa città regna sovrana l’illegalità. Ma la cosa paradossale è che non si fà quasi niente per contrastarla. Motivo per cui si verificano scene come queste in via Perpignano e anche in altre zone della città.

  • Fulippo1 1357
    22 gen 2011 alle 9:37

    In via perpignano hanno nuovamente reinstallato (con grande tempestività devo dire) le barriere già installate ieri mattina ma subito dopo divelte da non so chi, ma chiunque sia andrebbe prima arrestato e poi bisognerebbe fargli risistemare economicamente e fisicamente il danno provocato.

    Penso che adesso per i pirati in scooter che attraversano gli incroci pedonali, sia piu’ complicato attraversare, ma comunque non impossibile.

    Poi vorrei far notare che a tutti quelli che si lamentano in maniera immotivata della pericolosità dell’incrocio, (ricordo che se si rispettassero le regole la sicurezza sarebbe garantita), tutti questi scooter che in continuazione passano e spassano tra i pedoni in attraversamento, creano un pericolo INECCEPIBBILE, tra l’altro molto probabilmente tra tutti quelli che espongono le loro lamentele in merito al pericolo forse ci sono anche i pirati degli scooter.

  • Freddie 1052
    22 gen 2011 alle 9:50

    Ieri ho assistito alla stessa idendtica scena al curvone della cala, proprio accanto alla chiesa santa maria della catena. Uno con lo scooter che procedeva in direzione foro italico si è fermato, ha premuto il semaforo pedonale, ha fatto fermare tutti e dopodichè ha scavalcato il muretto e si è immesso nella carreggiata direzione brancagel. Ma non parlate di vigili per favore, quelli pur di evitarsi la “sciarra” con il macagno di turno preferiscono far finta di non vedere e lasciarlo andare. Mille volte meglio le telecamere!

  • dcirri 30
    22 gen 2011 alle 10:47

    Ho assistito più volte (soprattutto la sera) a eventi del genere, soprattutto all’incrocio di via Perpignano. Ho tempestivamente segnalato la cosa qui e alla mail dei vigili, i quali mi hanno risposto che sarà loro cura intensificare i controlli in zona. Ammetto che proprio a questo incrocio, in pieno giorno, ho anche assistito al fermo di un signore da parte dei vigili. So che la sorveglianza da parte dei vigili non può avvenire 24 ore su 24 e a tutti i passaggi pedonali della città…e che a mancare è la civiltà di alcuni nostri concittadini. Ma visto che non tutti sono capaci di rispettare le regole del codice stradale e della buona educazione, credo che controlli e sanzioni anche attraverso le telecamere scoraggerebbero comportamenti del genere.

  • Metropolitano 3396
    22 gen 2011 alle 11:20

    Ieri sono passato di la e ho visto altre barriere che completano il percorso pedonale, perfino dove i motociclisti tentano di far inversione. Le barriere stanno proprio vicino al bottone di chiamata pertanto è assai difficile che gli scooteristi facciano inversione all’attraversamento pedonale Perpignano, però possono sempre farlo negli altri attraversamenti.

  • pinowolf 125
    22 gen 2011 alle 12:50

    io quando vedo questi scooteristi che attraversano l’incrocio per evitare di perdere 1 minuto, mi viene voglia di schiacciarli con la macchina.rischio conseguenze penali?

  • lorenzo80 582
    22 gen 2011 alle 13:43

    E’ una scena che vedo quotidianamente, alcuni per lo meno si degnano di scendere dal motore e trascinarselo (in quel caso non penso possano essere multabili), ma molti fanno degli zig zag pericolosissimi per loro e per gli altri! Lo dico sempre che l’ideale sarebbero le telecamere. Non è possibile pensare a un presidio 24h dei vigili, anzi almeno la mattina quando vado al lavoro li vedo quasi sempre. Ma le telecamere, posizionate in punti irraggiungibili da qualche malintenzionato, potrebbero essere un ottimo deterrente e non solo per l’incrocio ma SOPRATTUTTO per le corsie preferenziali continuamente invase.

  • Faber 114
    22 gen 2011 alle 20:22

    Sarebbe fantastico sapere che esiste [o potrebbe esistere] a Palermo un centro automatizzato di controllo trasgressori ai semafori, con un sistema di riconoscimento trasgressione, foto e invio automatico di multa; sia per la gente su scooter e motori che fanno i furbi usando il pulsante a richiesta, SIA PER I PEDONI CHE ATTRAVERSANO COL ROSSO O FUORI DALLE STRISCE PEDONALI, sia per tutti quei motociclisti e automobilisti [autobus e camionz compresi] che NON si fermano al giallo e che attraversano ugualmente al rosso o peggio di peggio si fermano SOPRA o DOPO la linea di arresto, sembra che nessuno sappia a cosa serve!!!

  • Faber 114
    22 gen 2011 alle 20:24

    p.s. chiaramente sui pedoni sarrebbe più difficile mandare la multa però ci starebbe!!

  • zanzibar2010 11
    23 gen 2011 alle 13:39

    MA PURTROPPO QUESTA GENTE NN VIENE ASCOLTATA E FIGURIAMOCI SE LA GENTE SI FERMA A GUARDARE QUESTI CARTELLI…
    MA è STATO SEMPRE COSì SI ASPETTA IL MORTO O I MORTI X METTERE IN SICUREZZA LE STRADE A PALERMO…..
    MA POI CHE SN BELLI GLI SVINCOLI IN VIALE REGIONE….??BELLI VIERU….!!
    MA CMQ PICCIUTTI RIVOLUZIONE E BASTA….SE SIAMO UN BEL PO’ IO SCENDO….

  • Metropolitano 3396
    23 gen 2011 alle 13:40

    Marchese Francesco Paolo
    ne ha messi altri cartelli su altri cavalcavia per definire le date di completamento di ciascun sottopasso (ad esempio Leonardo Da Vinci nel 2003, Viale Lazio nel 1991).
    Ricordo che il Ponte Pitrè è stato realizzato nel 1994.

  • AnimosaCivitas 0
    08 feb 2011 alle 13:46

    Certe volte non so quale forza superiore mi tiene dallo scattare col gas a tavoletta dal semaforo, per stirare questi “furbi” che usano il semaforo a prenotazione per gli attraversamenti pedonali, per attraversare in scooter..!!


Lascia un Commento