05 gen 2011

Amat, aumenta il costo del carnet da 20 biglietti!


Non è una bufala: apprendiamo da un articolo di Repubblica che la Giunta Comunale ha deliberato lo scorso 30 Dicembre l’aumento (termine più idoneo rispetto la parola adeguamento) del prezzo del carnet di 20biglietti, passando di fatto da € 19,00  agli attuali € 23,50

Ma di quali politiche di trasporto parliamo?A che servono i tanti proclami sull’uso del mezzo pubblico, se poi è la stessa amministrazione comunale a disincentivarne l’utilizzo? Eppure la stessa Amministrazione Comunale, avrebbe potuto  attingere propri fondi per evitare di far gravare tale “adeguamento” all’intera utenza.E invece no…peccato che, come dimostra la stessa pagina del quotidiano, i fondi per altre cose “prioritarie” si trovano.

Queste sono solo assurdità.

Al seguente link potrete leggere e scaricare l’intera delibera, con tutti gli attori e protagonisti…buone risate!

http://scedelibere.comune.palermo.it/scedelibere//docs/albopretorio/82053/delibera_gm_268_3.pdf


amatcarnet biglietti amatgiunta comunale palermotrasporto pubblico

27 commenti per “Amat, aumenta il costo del carnet da 20 biglietti!

Comment navigation

  • Otto Mohr 47
    06 gen 2011 alle 23:32

    Mi spiace ma non c’è via di uscita….Cammarata e scagnozzi fino alla quinta generazione nitivinni a casa!

  • Fulippo1 1357
    07 gen 2011 alle 10:07

    Purtroppo viviamo in una città/regione/stato in cui i nostri amministratori possono fare qual che vogliono a dispetto di chiunque sia, ma tenendo conto dei loro incassi personali, senza che nessuno sia in grado ed a volte in diritto di poter opporsi.

    Noi tutti per questo siamo rassegnati e non possiamo fare altro che indignarci.

  • albarob 19
    07 gen 2011 alle 15:13

    Volevo informarvi che il servizio sostitutivo AST tra la Stazione Centrale e Notarbartolo non è affatto partito. Ne dà notizia il sito http://www.pendolaripa.altervista.org/ che risollecita nuovamente il Prefetto. Adesso ci mancava pure quest’ultimo aumento del carnet !

    A proposito di Amat, non vi sembra assurdo che esiste un abbonamento per lavoratori non residenti a Palermo che costa 20 euro ed invece un lavoratore che risiede in città debba pagare 48 euro? Qual’è il principio che determina questa differenziazione? Qualcuno me lo sa spiegare?

    Si parla e si invita continuamente la popolazione ad utilizzare i mezzi pubblici per snellire il traffico in città e per abbattere l’inquinamento, ma poi con queste tariffe non si incentiva completamente la gente ad utilizzarli.
    Ho dato uno sguardo alle tariffe di alcune città. A Milano ed a Roma il biglietto ordinario è di 1 euro e dura 75 minuti, mentre un abbonamento ordinario costa 30 Euro. E lasciatemi dire che parliamo di un altro mondo per quanto riguarda il servizio eccezionale che offrono, a partire dal fatto che sia il biglietto ordinario che l’abbonamento è utilizzabile per bus, tram e metrò.

  • mediomen 1143
    07 gen 2011 alle 16:24

    @ albarob
    Te lo spiego subito: perche a Palermo dobbiamo far campare PIU’ personale al Comune che non fa niente, PIU’ vigili urbani che non fanno niente, PIU’ operatori ecologici che non fanno niente, PIU’ personale alla Regione che non fanno niente, PIU’ personale alla provincia che non fanno niente, PIU’ persone che danno il voto piu facilmente……. e che poi hanno capito che con le buone non si cambia PIU’ nientre.

  • Daniele 444
    07 gen 2011 alle 16:57

    @mediomen: si ho visto anche il il servizio del tg1 di qualche giorno fà! C’è da vergognarsi! Per questo siamo una regione da terzo mondo ..

  • Metropolitano 3394
    07 gen 2011 alle 17:00

    Tutto ciò di cui ci lamentiamo è dovuto a chi fa i propri interessi anzichè quellli della società, ormai al collasso. E i tagli sono le conseguenze di una cattiva politica.


Lascia un Commento