03 gen 2011

Video inversione di marcia dal ponte Pitrè


Un video che illustra e rende una maggiore idea dell’inversione di marcia dal ponte Pitrè. Ricordiamo che la svolta a sinistra è continua.Con questa operazione si tenderà a far gravare meno auto sulla rotonda di piazza Einstein e da un altro lato a rendere più celere l’inversione di marcia dal  lato monte.

httpv://www.youtube.com/watch?v=gUI51Lxvk9U


chiusura via perpignanocirconvallazione palermoinversione di marcia ponte pitrèvia pitrè

16 commenti per “Video inversione di marcia dal ponte Pitrè
  • pikacciu 182
    03 gen 2011 alle 12:54

    C’e’ da sottolineare che le altre due corsie in salita verso la via pitre’ alta sono entrambe dedicate alla risalita quindi gli automobilisti che salgono possono usare quella centrale se devono andare dritto o possono occupare la corsia di sinistra se poi devono svoltare a sinistra in direzzione Catania. Questo perche’ quando salgo per quella strada mi ritrovo regolarmente delle auto sulla corsia di sinistra in senso opposto che percorrono il ponte in divieto di accesso (questa volta hanno messo un segnale grande il doppio del solito per chi ha problemi di miopia). Quindi cari concittadini non abbiate paura di occupare la corsia di sinistra perche’ e’ percorribile per chi poi deve girare a sinistra, non e’ piu’ una corsia preferenziale, adesso e’ un nostro diritto percorrerla e non lasciarla libera per quegli incivili che continuano inperterriti a percorrerla in divieto di accesso.

  • Portacarbone 70808
    03 gen 2011 alle 13:29

    Ieri ho potuto constatare che per i furbi che volessero attraversare il ponte in controsenso è ancora più difficile farlo, vista la presenza del cordolo.

  • Fabion54 48977
    03 gen 2011 alle 15:01

    Devo fare i complimenti a chi ha curato i lavori, sembrano fatti veramente bene! La situazione migliora ;)
    Sarebbe utile sapere da chi abita in quelle zone se questa svolta continua ha sortito gli effetti sperati o se le strade colleganti via pitrè, via perpignano, via l. da vinci sono ancora intasate?

  • Metropolitano 3396
    03 gen 2011 alle 18:54

    @ Portacarbone
    il cordolo serve solo per delimitare la corsia d’inversione dalle corsie a salire, giusto ? Perchè mai dovrebbero invadere quella corsia ?

  • Portacarbone 70808
    03 gen 2011 alle 19:49

    @Metropolitano:

    si serve a quello. In questo modo le corsie a salire si sono spostate tutte dall’altro lato, compreso il tratto di corsia preferenziale che adesso non c’è più e che era infranta da molti automobilisti che scendevano da via Pitrè alta.
    Per questo ho scritto che è ancora più difficile, visto che se decidi di fare l’infrazione ti ritrovi le auto frontali!

  • lorenzo80 582
    03 gen 2011 alle 21:32

    Bene i cordoli, ma io sinceramente ci avrei messo un muretto di cemento o i new jersey, non si sa mai che qualcuno ci passi di sopra con la macchina o lo scooter. Staremo a vedere quanto durano sti cordoli.

  • Metropolitano 3396
    03 gen 2011 alle 22:14

    ah ok. Io avevo capito che uno di via Pitrè bassa imboccasse contromano la corsia che va solo a scendere per via pitrè (quella istituita per fare l’inversione o andare verso il centro), pur di salire; non ce ne sarebbe il motivo perchè ci sono già le altre due per andare a Boccadifalco.

  • The.Byfolk 43
    04 gen 2011 alle 21:58

    Io abito in zona:

    Gli scooter compiono principalmente questa infrazione:
    da via pitrè alta imboccano contromano la via Tasca Lanza, la attraversano e si infilano nella nuova corsia.

    Tutti compiono principalmente anche questa infrazione:
    trovandosi a scendere dalla nuova corsia, continuano dritto, andando leggermente in diagonale (oppure in controsenso) per reimmettersi su via pitrè bassa.

    Ricordo a tutti che la corsia è dedicata SOLO a chi provenendo da via tasca lanza deve effettuare una inversione del senso di marcia.

    In altre parole serve solo a passare dalla laterale di monte alla laterale di valle

  • Metropolitano 3396
    05 gen 2011 alle 3:06

    non è un’infrazione perchè via Pitrè è a doppio senso di circolazione, ma non bisogna usare le corsie del ponte per andare contromano. Ricordiamo che 2 vanno a salire e 1 va a scendere. Vanno usate nel senso giusto. E’ infrazione se si imbocca una corsia contromano, per esempio chi sbaglia a fare il percorso Catacombe-Aeroporto e circola sulla corsia a scendere (quella che di solito viene usata per l’inversione di marcia), oppure chi tenta nella vecchia maniera di scendere dalla corsia ex-preferenziale, ormai invertita verso la via Pitrè alta.

  • Metropolitano 3396
    05 gen 2011 alle 3:16

    A proposito. Ieri mentre salivo per via Pitrè in direzione Boccadifalco ho notato che gli scooter scavalcavano il cordolo giallo per scendere !!! :O
    Altro che via Tasca Lanza

  • The.Byfolk 43
    05 gen 2011 alle 9:29

    @ Metropolitano

    L’infrazione sta nel tirar dritto!!!!!!!!!!!!

    trovandosi a scendere dalla nuova corsia, CONTINUANO DRITTO, andando leggermente in diagonale (oppure in controsenso) per reimmettersi su via pitrè bassa.

    Lo scavalcamento del cordolo è un’altra variante!

  • Fulippo1 1357
    05 gen 2011 alle 11:23

    Ora ci vogliono pure gli “spuntoni” d’acciaio sul cordolo, per come ci vorrebbero sui bordi del marciapiede di via perpignano all’altezza del semaforo…..peccato che sarebbe pericoloso per i pedoni….!!!!!

  • Metropolitano 3396
    07 gen 2011 alle 10:11

    @The.Byfolk
    Ho detto che la via Pitrè è a doppio senso. E avevo detto tutto.
    Chi scende nel giusto senso non va contromano, a meno chè lo faccia da Pitrè alta imboccando le due corsie del ponte a salire per scendere, perchè inoltre la corsia di via Pitrè bassa verso il viale Regione è occupata dalle macchine, mentre la corsia di Pitrè a scendere è libera. Ma via Pitrè entrambi i versanti ha due corsie (3 sul ponte) separate da una striscia discontinua, quasi come una statale. Solo che nella strada statale c’è invece la striscia continua per dissuadere chiunque voglia fare una manovra di sorpasso vada contromano sulla corsia in direzione PA (quando lui sta andando in direzione AG, per esempio).
    Ho appena scoperto anche io un trucchetto ieri che in bici sono andato ai Cappuccini, da viale Regione: prima si fa una “testa di ponte” sul viale Regione monte, e la manovra consiste nel mettere la freccia sx (quando si guida in macchina), fermarsi al semaforo ed attendere il semaforo verde, segnale di solito dedicato a chi va dritto o a destra per Boccadifalco, mentre chi fa inversione può ignorare il semaforo. La manovra serve proprio per ridurre le difficoltà nella svolta a “L” a sinistra. Dopo il verde sul V.le Regione si percorre la corsia a scendere sul ponte, fermarsi e dare precedenza a coloro che provengono da destra (a quanto pare mentre è verde per Viale Regione monte, c’è il rosso per Viale Regione valle e via Pitrè bassa verso via pitrè Alta), e ci si immette su via Pitrè bassa sulla solita corsia destra. Tutto quà.

    @Otto Mohr
    Neppure i paletti messi sull’ex-incrocio perpignano riescono a bloccare gli scooteristi. Anche io sono dell’idea del cordolo alto in cemento armato, però per i pedoni sarebbe rischioso oltrechè intralciante.

  • luigi C 0
    04 feb 2011 alle 10:11

    Salve a tutti, sull’argomento ho da dire una importante notazione.
    La modifica delle corsie sul ponte e delle confluenze della corsia centrale di viale regione prima, possono essere valide solo se effettivamente rispettate dagli utenti.

    1) ci sono dei furboni che prima di arrivare al ponte di via pitrè dovendo girare a sinitra per fare inversione, prima si mettono addirittura a destra come se dovessero scendere per via pitrè direzione cappuccini, e poi chiudono a sinistra imboccando il ponte e la stessa cosa la fanno quelli che sono nella corsia centrale creando un collo di bottiglia assurdo. Credetemi la settimana scorsa alle 19:00 ho impiegato 30 minuti per percorrere il tratto di viale regione all’altezza di via la loggia, superare il ponte e tornare indietro facendo inversione sul “maledetto ponte” che già odio da anni.

    2) tutti coloro che devono immettersi nella corsia centrale di viale regione direzione carini, da quando hanno modificato il verso delle confluenze sono tenuti a girare circa 150 m prima del ponte; orbene tutto andrebbe ottimamente se non fosse per coloro che, dovendo fare la famosa inversione sul ponte pitrè invadono la zebbratura non rispettando la segnaletica andando letteralmente ad ostruire il passaggio per tutti coloro che devono cambiare corsia…

    Quindi volendo dare un giudizio personale, effettivamente il tempo di percorrenza sul ponte è notevolmente migliorato, ma prima devi avere tempo e pazienza per arrivarci. Un consiglio alla amministrazione comunuale come privato cittadino? Eliminate sto ponte inutile e fate una bella rotatoria


Lascia un Commento