23 dic 2010

Tracciato per l’inversione di marcia in Piazza Einstein


Ampiamente dibattuto in precedenza, l’inversione di marcia su Piazza Einstein tiene banco.

Come avanzato in un commento, riportiamo l’idea di The Byfolk per consentire alle auto di tornare in direzione Catania attraverso una modifica su una corsia del ponte:

Sarebbe importante sapere inanzitutto se, a livello strutturale, questa modifica sarebbe attuabile.

A voi intanto il giudizio.


autostradeflussi veicolariinversione di marciaperpignanopiazza einsteintraffico

Articolo successivo

24 commenti per “Tracciato per l’inversione di marcia in Piazza Einstein

Comment navigation

  • huge 2219
    24 dic 2010 alle 16:55

    @The.Byfolk, vedo che accetti le critiche con filosofia :D

    Tecnicamente è certamente realizzabile. E’ solo un problema di costi in relazione alla reale utilità di una soluzione tampone come questa.

    Al momento non credo ci sia nessuno in grado di dare una risposta economica alle tue domande. Bisognerebbe fare uno studio apposta.

  • The.Byfolk 43
    24 dic 2010 alle 18:46

    @ huge

    Apprezzo sempre i tuoi interventi acuti e pacati.
    Le critiche si accettano sempre, i giudizi sommari non mi piacciono in ogni caso. Vedi “porcata”, “Lego”, eccetera…

    Non la ritengo una soluzione tampone. Anzi una soluzione definitiva, da attuare anche sull’altro lato se possibile.
    A mio parere la rotatoria serve ad altro.

    Non ne conosco il costo ma non credo possa essere proibitivo, neanche per il comune di Palermo, il quale ha realizzato in questi giorni una immissione dove c’era l’aiuola presso il ponte pitrè, con tanto di scavo e risistemazione. Opera condivisibile, ma non indispensabile, visto la privazione della stessa da circa 10 anni.

    Tra l’altro il costo potrebbe essere anche di molto inferiore all’installazione di un ulteriore ponte prefabbricato.

    NB Il ponte curvato così come lo conosciamo deve essere costato sicuramente di più a causa della curvatura stessa. Una curva sospesa è innaturale ed il peso è più difficile da sostenere per la struttura stessa che deve essere adeguata per assolvere a questo difficile compito.

    Un ponte dritto è il massimo che si possa avere per stabilità ed economicità, e per questo credo che l’opera sia fattibile senza troppi stenti.

  • emmegi 717
    24 dic 2010 alle 19:40

    @The.Byfolk
    Mi chiedo se conosci il significato degli emoticon.

    Auguri di un Buon Natale ;)


Lascia un Commento