20 dic 2010

Tram linea-1: viale Amedeo d’Aosta


Ci troviamo in viale Amedeo d’Aosta, dove da qualche settimana sono stati abbattuti  gli alberi lungo lo spartitraffico centrale.Prima dei lavori necessari per la posa dei binari, si dovrà procedere per lo spostamento di alcune condutture di sottoreti.


Il tram senza alcun dubbio porterà benefici all’intera zona (non solo in ambito mobilità), anche se non è certamente bello vedere file di alberi abbattuti; ci auguriamo però che ci possa essere una “compensazione” di verde nello stesso quartiere.


lavori tram via amedeo d'aosta palermotram palermo

Articolo successivo

12 commenti per “Tram linea-1: viale Amedeo d’Aosta
  • Oggilla 56
    20 dic 2010 alle 8:55

    sono Chorisie, ossia alberi bottiglia, quelli col tronco panciuto e pieno di spine! Avevano detto che quelli che potevano essere estirpati e messi in vaso si potevano salvare….ma l’articolo parla di “abbattuti”…evidentemente erano già belle grosse quelle povere piante!
    Peccato.

  • palermolibera 7
    20 dic 2010 alle 10:06

    a parte l’abbattimento degli alberi che per me è sempre un sacrilegio,quando metteranno i binari dove posteggieranno gli automibilisti di quella zona la propria auto che prima era sotto gli alberi?

  • xemet 427
    20 dic 2010 alle 10:47

    Conoscendo gli abitanti di questa stupenda città, l’auto la parcheggeranno sopra i binari…o in mezzo alla strada…

  • Fabion54 48894
    20 dic 2010 alle 13:17

    D’altronde il tram serve proprio ad evitare che si prendano le auto, quindi magari qualcuno avendo la fermata sotto casa farà la pensata: Vendo l’auto e risparmio!
    Questa deve essere il pensiero del palermitano tra 5-6 anni quando le tre linee e il passante saranno funzionanti! ;)

  • Siedler 102
    20 dic 2010 alle 14:49

    @Palermo Libera e Xemet
    Qualcuno fece tale affermazione anche mesi fa,
    qualcuno diede questa risposta che ripropongo.

    Per tutta la Via Leonardo da Vinci è vietato parcheggiare sul lato sinistro della carreggiata.
    Quindi in teoria,
    per tutta la sua lunghezza non vi dovrebbero essere auto parcheggiate accanto al marciapiede spartitraffico.
    Esistono anche i cartelli,
    vi ripropongo il punto:
    http://maps.google.it/maps?q=38.126662,13.313152&num=1&sll=38.126626,13.313165&sspn=0.006295,0.006295&gl=it&ie=UTF8&ll=38.126455,13.313155&spn=0.012153,0.01929&z=16

    Oppure inserite su Google Viale Leonardo da Vinci, 426
    Avviate Street View e guardate in direzione Piazza Einstein,
    sul lato vi è pure uno dei cartelli sopravvissuti.

    Una volta che vi sarà il tram sarà inutile avere l’auto per forza.
    A Roma il traffico non è rappresentato dalle auto dei locali, ma in maggiorparte da coloro che vengono da fuori.
    A Palermo abbiamo sia gli uni che gli altri.
    Siedler

  • chrispalermo 40
    20 dic 2010 alle 17:00

    @palermolibera
    Guarda che prima non c’era nessuna macchina posteggiata sotto quegli alberi. Forse cerchi un problema dove non c’è?

  • ing.giacomo 4
    20 dic 2010 alle 19:49

    Fate confusione via Amedeo D’Aosta è una traversa di Corso dei Mille e i lavori sono quelli della linea 1 , non c’entra nulla via Leonardo Da Vinci.
    Gli alberi non sono quelli detti da Oggilla ma quelli che vedete nelle foto rimasti sul marciapiede sinistro (nella foto), se vedete bene i pali che hanno montato pochi mesi fa, li hanno messi alcuni vicinissimi agli alberi “sopravissuti” tanto che molte lampade sono tra le chiome, e andranno potati drasticamente.
    Come cittadino della seconda circoscrizione, visto il silenzio dei politici di turno, chiedo un “rimborso verde”!!! (e non sono il solo)
    Sulla sinistra delle foto ci sono terreni coltivati destinati dal PRG a scuola che non verranno mai realizzate (nella zona ce ne sono abbastanza) perchè non realizzare li un parco urbano?

  • Gianfranco 109
    20 dic 2010 alle 20:11

    Io ci abbito maledetti avete cancellato i miei ricordi di quando andavo alle scuole medie uno delle poche zone verdi nei dintorni svaniti con un colpo di ruspa……………….


Lascia un Commento