17 nov 2010

Aeroporti: Autogrill a Palermo, nuovo look per bar e ristoranti


Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa da parte di Gesap circa le nuove areee ristoro

Palermo, 16 novembre 2010 – Autogrill porta la formula innovativa di ristorazione Sky Lounge all’aeroporto di Palermo Falcone – Borsellino. Da oggi, e per circa 30 giorni, il bar provvisorio della sala imbarchi al terzo livello dell?aerostazione sarà chiuso per fare spazio alla nuova offerta food and beverage, sul modello di quello presente all’aeroporto Fiumicino di Roma. Con l’inizio dei lavori di ristrutturazione si da?  avvio a un importante restyling di tutte le aree di ristorazione che consentiranno all’aeroporto di Palermo di adeguare l’offerta ai livelli dei più importanti scali europei.

 


Entro l’anno il chiosco-bar verrà ampliato e trasformato in un punto Sky Lounge, che prevede un’offerta diversificata e di alta qualità per la consumazione al banco e ai tavoli.
Per ridurre al massimo il disagio dei passeggeri durante i lavori di ristrutturazione, la sala imbarchi verrà dotata di erogatori self bar e della segnaletica per indirizzare i passeggeri al bar snack nella sala imbarchi del secondo livello.
“Il programma di investimenti per migliorare l’offerta di servizi e soddisfare al meglio le esigenze della clientela di un aeroporto importante come quello di Palermo continua – afferma Sebastiano Bavetta, presidente della Gesap, la società di gestione dello scalo palermitano -. Lo dimostra l’avvio dei lavori per il nuovo punto di ristoro Sky Lounge, funzionale e moderno. I disagi per chi transita dalla sala partenze del terzo livello saranno limitati al massimo. La nuova offerta di servizi Food and Beverage e gli spazi accoglienti che, grazie all’investimeno che stiamo facendo e all’ingresso di Autogrill nella ristorazione in aeroporto, saranno entro un mese in grado di compensare i disagi di questi giorni”.

 


aeroporto falcone borsellinoautogrillgesapristorazione Sky Loungeristorazione Sky Lounge aeroporto falcone borsellino

22 commenti per “Aeroporti: Autogrill a Palermo, nuovo look per bar e ristoranti

Comment navigation

  • Viajero Solitario 2
    18 nov 2010 alle 1:05

    @Luca: l’aeroporto ormai c’è e rimane. Non si può infilarlo in tasca. E non si può smantellare e allocarlo altrove. Dirottare il traffico altrove, oltre che fantascientifico è davvero abominevole: Fontanarossa non potrebbe reggere quel carico, figuriamoci Birgi. Parlando sempre di fantascienza, servirebbero dei collegamenti AV oltre che AC e le infrastrutture non ci sono e non si costruiscono in breve tempo. Inoltre si allungherebbe incredibilmente il tempo di trasporto, è abominevole solo pensare una cosa simile. Non ci sono altri posti dove allocare l’aeroporto, l’unica sarebbe creare un’isola artificiale come per Osaka. Ma non ci sono né i mezzi, né i presupposti. Sarebbe un’opera costosissima che richiederebbe tasse aeroportuali elevate e non incentiverebbe ad atterrarci. L’allungamento della pista è necessario, ma chissà quando verrà fatto. Lamentarsi adesso è inutile, si pensi a come migliorare questa struttura e a lanciarla nell’internazionale. Non ricordo di avere visto folle di persone protestare circa la presenza del Poseidon sulla costa palermitana. Un CC ha una dubbia utilità, serve ma non è necessario Un APT a un’isola è indispensabile… o la tagli fuori.


Lascia un Commento

Ultimi commenti