08 nov 2010

Aeroporti:a Palermo aumenta traffico passeggeri, +5,10%


Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa da parte di Gesap

Palermo, 6 novembre 2010 – Aumenta il traffico di passeggeri nelle’aeroporto Falcone Borsellino a Palermo. Nel mese di ottobre la Gesap, societa’ di gestione dello scalo, ha registrato un incremento del 5,10%, con oltre 370 mila passeggeri in transito. La performance torna positiva dopo il risultato negativo di settembre (-2,78%), determinato dalla chiusura totale dell’aeroporto tra il 24 e il 26 del mese per l’incidente dell’Airbus di Windjet. In recupero anche il dato sul movimento, che passa dal -4,68% di settembre al -1,92% di ottobre.

Il gruppo Cai, in particolare, ha registrato un aumento del traffico passeggeri, a ottobre, dell’11,74% a fronte di una riduzione del 2,65% dei movimenti. Ottimi i dati anche di RyanAir, la compagnia low-cost che nelle tre rotte nazionali (Verona, Treviso e Bologna) e nelle due internazionali (Siviglia e Marsiglia) ha ottenuto un riempimento dei voli (load factor) tra il 70 e il 90 per cento. Il volo per Siviglia ha registrato l’82% di riempimento.
”Il progressivo aumento di passeggeri e’ il segnale che stavamo aspettando e che ci fa ben sperare per la crescita dell’aerostazione ? commenta il vicepresidente della Gesap, Stefano Mangano – Oltre alle buone performance del gruppo Cai, l’apertura di nuove rotte con i low cost ci sta dando ragione sui flussi di passeggeri. Sarebbe il caso ? conclude Mangano ? che, proprio sul versante dei low cost anche la Regione facesse la sua parte contribuendo allo sviluppo di queste realta’ sul modello vincente applicato dalla regione Puglia”.


aeroporto falcone borsellinoaeroporto punta raisiryanair

24 commenti per “Aeroporti:a Palermo aumenta traffico passeggeri, +5,10%

Comment navigation

  • Viajero Solitario 2
    15 nov 2010 alle 20:30

    @aledeniz: posso farti buono il discorso sulla fonte, l’unico modo per controllare effettivamente è fare una proporzione tra pax e movimenti. Ma dire che si abbassano le frequenze in bassa stagione nell’accezione di TRN mi pare decisamente azzardato, non è una rotta di turismo, la tipologia di clientela è paragonabile a quelli che vanno a Venezia, Pisa o Milano. Se dovessimo ragionare in questa maniera allora non dovrebbero incrementare le frequenze su BGY o PSA. Se il volo avesse avuto quei LF la logica avrebbe voluto che aumentassero come minimo le frequenze o quantomeno mantenerle, non ridurle. Ma in ogni caso, non si discute di TPS, ma di PMO.

  • aledeniz 174
    22 nov 2010 alle 0:33

    @blackmorpheus:
    tu hai scritto:
    “Da nostre fonti, ci hanno detto che Ryanair a Palermo si becca 1 euro a passeggero e non paga le tasse aeroportuali.”
    Le tasse aeroportuali a PMO sono tra i 13 ed i 14 Euro a passeggero (se provi a fare una prenotazione con alcune compagnie, i.e. Meridiana, ti danno il dettaglio voce per voce), per cui se il vettore non le pagasse, e per sovrappiù ricevesse 1 Euro, il gestore o chi per lui starebbe finanziando 14 o 15 Euro a pax. Per le rotte con Verona, Treviso e Bologna non mi sembra proprio un gran bell’affare, e volendo nemmeno con Marsiglia e Siviglia, soprattutto l’ultima è una città ben più turistica di Palermo.

  • aledeniz 174
    22 nov 2010 alle 0:42

    @Viajero Solitario: l’affermazione che non si discute di TPS ma di PMO, dopo averlo chiamato in causa ripetutamente (BTW, i voli in continuità territoriale mi pare ci siano ancora, e probabilmente ci saranno sempre, sia da PMO che da TPS, e l’ultima volta che ho visto il 75% delle rotte in continuità territoriale da o per la Sicilia operavano da PMO), mi pare sinceramente lasci il tempo che trovi.

    Rilancio anzi su questo punto, non capisco perché Mobilita Palermo dedichi così poco spazio, e quel poco che dedica non certo entusiasticamente, a TPS, che si è fondamentalmente posizionato come l’aeroporto per vettori low cost di Palermo. Le ultime volte che sono stato a TPS, escludendo il nutrito contingente di turisti stranieri (che sono un patrimonio per tutta la Sicilia), l’accento che si sentiva maggiormente era il Palermitano. TPS e PMO condividono lo stesso bacino di utenza, se PMO è un aeroporto di Palermo, e merita spazio su Mobilita Palermo, altrettanto meriterebbe TPS.


Lascia un Commento