03 nov 2010

Prime foto della chiusura di Corso Tukory


Come preannunciato, questa mattina si è proceduto alla chiusura di un tratto di Corso Tukory per permettere la continuazione dei lavori del Passante Ferroviario, sull’asse di via Lodato.

Da pochi minuti è stata chiusa parte della carreggiata e il traffico è andato in tilt: da un lato automobilisti indisciplinati che ignorano la più segnaletica stradale apposta nei giorni precedenti e da un lato la sosta selvaggia su corso Tukory nell’area successiva il cantiere (di fronte un noto ferramenta e colori).

New Jersey in fase di posizionamento nell’area di cantiere

Traffico convogliato a senso unico nella carreggiata fra le 2 pompe di benzina.Da notare l’incolonnamento oltre l’area di cantiere

Per chi proviene da via  Forlanini  via Benedettini, potrà tranquillamente proseguire lungo la strada che costeggia l’istituto di Biologia e percorso normale per Piazza Indipendenza o via Basile

Il traffico sostanzialmente risente della sosta selvaggia davanti un noto Ferramenta e Colori, nonostante le chiare indicazioni di zona rimozione.Da notare infatti che qui siamo ben oltre l’area di cantiere!

La carreggiata fra le i 2 distributori di carburanti è a senso unico

Le chiare indicazioni

Anche davanti il bar Massaro continua impassibile la sosta selvaggia

Le transenne canalizzano il traffico proveniente da via Basile in modo da rendere agevole ed intuitivo (ma tutti gli automobilisti hanno questa elasticità mentale) il transito per  Corso Re Ruggero.

Non è cambianto granchè con questi nuovi sensi di marcia, la quale sono rimasti circa identici a quelli precedenti. Prossimamente è previsto l’arrivo delle trivelle Soilmec per le relative fondazioni.Questa è solo la prima fase di lavori.Successivamente al termine di questi, si passerà all’innesto definitivo della nuova galleria con Orleans. I disagi possono starci visto quello che lasceranno questi cantieri e visti anche i tempi veloci con la quale la Sis esegue gli stessi.


chiusura corso tukorychiusura corso tukory palermochiusura stradeCORSO TUKORYlavori passante ferroviario corso tukorypassante ferroviariovia lodato

17 commenti per “Prime foto della chiusura di Corso Tukory
  • Fabion54 48954
    03 nov 2010 alle 12:46

    Sta mattina passando di lì ho notato la presenza dei vigili urbani, però il traffico era abbastanza bloccato.

  • giovanni75 320
    03 nov 2010 alle 13:02

    quelle tracce che si vedono nella seconda foto, sia sull’asfalto che sul marciapiedi che rassomigliano a un ripristino provvisorio di uno scavo in trincea, sono le pareti della futura galleria?

  • arabesk 94
    03 nov 2010 alle 13:06

    Ogni mattina passo a piedi davanti il bar massaro.
    E’ una vergogna che siano necessari 2 vigili per non consentire la sosta davanti al bar, inoltre i motori posteggiano ugualmente e se ne fregano altamente.
    Non ho mai visto un vigile fare una multa e poco prima del divieto di sosta si mettono anche in doppia fila incuranti di tutto e di tutti.
    Non parliamo di quello che succede quando non ci sono i vigili la doppia fila è la regola.

  • antony977 166269
    03 nov 2010 alle 13:17

    @giovanni, è una sottorete spostata.Le pareti saranno rappresentate dalle fondazioni, non appena arriverà la trivella.
    E’ chiaro ed evidente a tutti quali siano i motivi degli incolonnamenti: sosta selvaggia e mancanza assoluta di controlli

  • huge 2221
    03 nov 2010 alle 13:24

    C’erano vigili presenti a regolamentare il traffico?
    Non a far rispettare i divieti di sosta a quanto sembra…

  • Metropolitano 3396
    04 nov 2010 alle 11:06

    Grrrr. Bisogna agire con la forza collettiva (e con qualche minaccia) per costringere quei cazzoni a levare le proprie auto dalla strada. Le multe non bastano più ormai. Tutti coloro che devono passare di la con le macchine suonino tutti insieme (quasi fosse un concerto) senza sosta e risolvano la questione aperta tra l’autore del blocco del traffico con sosta selvaggia e gli automobilisti che devono passare, anche senza l’ausilio dei vigili, con una bella lavata di capo. Solo che molto spesso chi guida non conosce le cause dell’ingorgo.

  • Metropolitano 3396
    04 nov 2010 alle 14:37

    @emmegi Da come scrivono quell’articolo sembrerebbe che gli autori stiano dalla parte dei cittadini che curano solo i loro interessi e non la città in se. E dicono che la chiusura di via Perpignano sia slo un esperimento. Che significa, che poi riaprono l’incrocio e rigenerano quel tappo ?? Non hanno proprio capito nulla. Non citare più fonti simili.

  • antony977 166269
    04 nov 2010 alle 14:50

    stamattina ripetuti blitz della PM da Massaro, ma la gente è incurante.Dovevate vedere le facce attapirate di alcuni all’uscita dal bar, con l’arancina in mano e vedere il verbale nel vetro posteriore dell’auto :D
    Le immagini ad ogni modo parlano chiaramente: i rallentamente non sono tanto per la deviazione ma per la sosta selvaggia

  • Metropolitano 3396
    04 nov 2010 alle 15:38

    @antony977
    Menomale che io sono fuori città e non vedo niente di simile (anche se un po di curiosità nel vederli rosicare non mi manca ;) )
    Devono continuare i controlli a volontà !

  • monte_Pellegrino 597
    06 nov 2010 alle 3:32

    Ma che ci vuole a mettere una telecamera fissa da parte dei vigili davante al noto bar e fare le multe automatiche? Quando poi arriveranno le multe e e gli indisciplinati vedranno quanto gli sia costata quell’arancina, vedrete che nessuno oserà più posteggiare lì davanti ed ostruire la carreggiata!

  • monte_Pellegrino 597
    06 nov 2010 alle 3:36

    Ho notato che la segnaletica orizzontale è di colore giallo e non bianco e non riesco a spiegarmelo! Oltretutto il giallo sull’asfalto scuro è meno visibile del bianco. Qualcuno che sia fresco di lettura del nuovo codice della strada sa se è previsto quel colore giallo?

  • Amo_Palermo 161
    06 nov 2010 alle 12:01

    @monte_Pellegrino: la segnaletica è gialla in quanto si tratta di modifiche provvisorie dovute ad aree di cantiere. Se fosse stata bianca sarebbe stata una configurazione definitiva. In maniera analoga è stata realizzata la segnaletica orizzontale della bretella di Via Malaspina.
    se ti può interessare il riferimento normativo è:
    NUOVO CODICE DELLA STRADA (Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285)
    TITOLO II – Della costruzione e tutela delle strade
    Capo I – Costruzione e tutela delle strade ed aree pubbliche
    Art. 35. (Art. 21 Cod. Str.) Segnali orizzontali temporanei e dispositivi retroriflettenti integrativi o sostitutivi: ” segnali orizzontali temporanei sono di colore giallo … I segnali orizzontali da usare nell’ambito di cantieri e di lavori stradali sono le strisce longitudinali continue e discontinue per indicare i margini, la separazione dei sensi di marcia e le corsie, le strisce trasversali per indicare il punto di arresto nei sensi unici alternati regolati da semafori, le frecce direzionali o le iscrizioni con la grafica e le dimensioni previste per la segnaletica orizzontale permanente.”


Lascia un Commento