20 ott 2010

Passante Ferroviario Cardillo: demolizione attuale fermata


In fase di demolizione l’attuale fermata ferroviaria “Cardillo” sita in via Archestrato di Gela

Ringraziamo l’utente SB  per gli scatti


cardillopassante ferroviario cardillovia archestrato di gelavia costantinovia monreale

30 commenti per “Passante Ferroviario Cardillo: demolizione attuale fermata

Comment navigation

  • Antony82 140
    21 ott 2010 alle 17:22

    @Viajero Solitario

    Hanno pensato al tram nella zona Nord-Ovest che poi non se n’è fatto più nulla. Infatti, non è prevista alcuna linea di tram in questa parte della città ma soltanto le future linee di metropolitana C e D anche se in realtà trattasi di un’unica linea. Il problema è nei tempi di realizzazione: “probabilmente pronte nel 2015 dopo dopo Cristo….”.
    Io toglierei il “probabilmente” e mi soffermerei sul “dopo dopo Cristo”. Anzi, meglio dire molto molto dopo. E’ questo il punto inquietante!

    Saluti.

  • Viajero Solitario 2
    21 ott 2010 alle 19:43

    per nord ovest intendevo la zona “Michelangelo/Borgo Nuovo/Castellana/ Leonardo da Vinci alta”… e i lavori, almeno qui, sono partiti… per la zona nord (Pallavicino/Villaggio Ruffini/ZEN/Partanna) a quanto si è detto in questo sito, il progetto c’è, manca solo per Lombardo che sblocchi i fondi… ma una petizione, no?

  • Metropolitano 3231
    21 ott 2010 alle 20:28

    @Antony82

    Dici che a Brancaccio c’è un livello di disordine e criminalità uguale allo zen ? Ne dubito.
    Ti posso dire qualcos’altro per farti capire la sicurezza che percepisco tra una periferia e l’altra.
    A Brancaccio ci sono andato più volte con la bici da solo (tramite la corsia ciclabile di via Messina Marine), e qualche volta anche la sera senza avere alcun problema passando da piazza Vigili del Fuoco e poi tornando indietro dal viale regione (corsie laterali ovviamente) o da via Di Vittorio e Sperone. Ma una volta nell’agosto 2009 con Palermo Ciclabile ed Addiopizzo abbiamo fatto tappa nel tuo quartiere, di giorno. Era un pomeriggio caldo estivo, ed ho avuto comunque un po di terrore nonostante fossi stato accompagnato dal gruppo, specie mentre gli scugnizzi di zona costringevano i ciclisti di addiopizzo con l’eco-lapa (un mezzo ecologico di loro concezione a trazione elettrica) a farli salire a bordo in massa. A vederli mi mettevano una fifa che non ti dico. Loro ci sono voluti andare per una mission (sopralluogo o visita di una Scuola Media distrutta da piromani e vandali nei pressi di via Rocky Marciano), di divulgare la legalità come è giusto che facciano il loro ruolo, ma sfido chiunque a mettere piede in quel lugubre luogo, a parte il fatto che quello è il loro territorio inviolabile, topograficamente collocato da sempre in zona sfavorevole.
    Io magari non lo so se lo Scampia è peggio dello ZEN, so soltanto che ne parlano alla stessa maniera in tv. Se non arriveranno i tram da te, forse ci arriverà la metropolitana leggera automatica, ma è un progetto a lungo termine questo. Per ora ti andrà bene la nuova fermata, anche se giustamente Viajero disse che non è proprio vicina allo zen, ma si può risolvere la cosa potenziando i collegamenti con gli autobus verso la nuova fermata.

  • Metropolitano 3231
    21 ott 2010 alle 20:44

    @Viajero Solitario, la stazione è comunque Cardillo/ZEN secondo le ferrovie delo Stato.
    E poi se aspettiamo Lombardo per i finanziamenti della metro leggera, per la tratta B del Passante piuttosto mi domando come siamo messi nonostante siamo ad un passo dall’inizio dei lavori?
    Va bene che il comune ha dato parere positivo, ma non era vincolante. Se non sarà la Regione a dare l’OK per lo scavo della galleria profonda Notarbartolo-Lazio questi lavori per quanto siano pronti a partire non cominceranno mai, per non parlare dei fondi stanziati per la variante progettuale. Spero solo che la conclusione non sia un nulla di fatto, per il bene degli abitanti di Viale Lazio, Belgio, Francia, San Lorenzo e tutti i cittadini interessati dalle fermate sulla tratta B. Se Lombardo temporeggia a questo punto opterei per il cut&cover su viale delle Alpi, ma il passante va completato tutto! In qualsiasi maniera si facciano i lavori.
    A mio parere la petizione è meglio tenerla pronta per i lavori della tratta B del passante FS che è la tratta più scalognata dal momento che nonostante il progetto esecutivo ancora nessun colpo di piccone è stato dato.

  • Viajero Solitario 2
    21 ott 2010 alle 21:52

    Metropolitano, secondo quel che hanno detto sul sito per la tratta B è stata effettuata una variante progettuale approvata dal comune e credo non si sia parlato di bloccare i lavori. Almeno, così non mi è parso, invito i ragazzi dell’associazione a smentirmi o confermare. Il blocco dei lavori riguarda la linea B, il famoso anello ferroviario (Notarbartolo-Lazio/Libertà-Imperatore Federico-Fiera-Giachery-Palermo Marittima-Politeama), per un ricorso della seconda ditta nella gara d’appalto.

  • Metropolitano 3231
    21 ott 2010 alle 22:09

    Non dico che hanno parlato di bloccarlo, ma il fatto che non ne parlano più lascia presupporre un immobilismo da parte della Regione, che ancora tarda a dare l’ok definitivo. Doveva arrivare a brevissimo, ma invece…

  • Antony82 140
    22 ott 2010 alle 1:00

    @ Metropolitano

    Qualche anno fà mi ritrovai per sbaglio dalle parti di Brancaccio. Era un pomeriggio d’autunno. Mi ero perso e andavo su e giù per le stesse strade. Ad un certo punto comincio a notare una cosa abbastanza fastidiosa: prima uno scugnizzo (come li chiami tu) su uno scooter e dopo pochi minuti un altro in maniera sistematica; cinque minuti dopo e mi ritrovo con la stessa sequenza di scooter che mi passano vicino scrutandomi. Mi è sembrato un qualcosa di molto vicino ad un controllo del territorio del territorio. Poi per fortuna ho fatto mente locale ed ho ritrovato per purà casualità la strada di ritorno. Quest’estate, invece, zona Guadagna, di sera: vado a prendere un’amica; percorro una strada stretta che mi porta all’interno di una piazza circondata da palazzoni e in più al buio, giusto per non farmi mancare nulla. Cosa vedo: spaccio a go-go! Non vedevo l’ora che scendesse da casa sua per poi allontanarmi.
    Metropolitano, per carità, mica voglio farti cambiare idea. Il punto è che ogni quartiere periferico di questa città ha la propria croce. Mettiamocelo bene in testa.

  • Antony82 140
    22 ott 2010 alle 1:03

    Quasi dimenticavo: quella zona di Brancaccio nella quale mi persi, dopo tempo fu oggetto di una maxiretata antidroga.


Lascia un Commento