18 ott 2010

I “miracoli” palermitani


Tra i tanti miracoli che sono avvenuti a Palermo prima e durante la visita del papa segnaliamo anche il decespugliamento del percorso papale. Chi frequenta giornalmente viale Regione Siciliana e l’autostrada A29, infatti, conoscerà bene lo stato dei cespugli e del “verde” tra le corsie. Immondizia a cumuli e erbacce che arrivano anche a misurare oltre un metro di altezza.

In occasione della visita papale questi spartitraffico sono stati velocemente curati fino a renderli “civili”, ma il miracolo si è limitato al solo percorso previsto. Infatti basta spostarsi sul tratto di viale Regione Siciliana che costeggia l’autostrada (di strada, ma non visibile dalla papamobile) per trovare le solite situazioni da giungla urbana, la bretella che collega viale Regione Siciliana a via Ugo La Malfa subito dopo lo stabilimento Moka Termini tra un po’ dovrà essere affrontato machete alla mano.

Un altro miracolo non riuscito è quello del guard rail. Infatti, mentre sul tratto autostradale il guard rail è stato rifatto pochi anni fa ed è ancora in ottime condizioni e di tipo moderno, nel momento in cui finisce il tratto ANAS inizia l’inferno. Guard rail di vecchia generazione, ammaccato, accartocciato, piegato e addirittura assente in alcuni tratti. Un pericolo enorme per i motociclicsti. Purtroppo i “miracoli papali” non sono arrivati fin li…


decoro urbanodegradoguard railmanto stradaleStrade

4 commenti per “I “miracoli” palermitani
  • Prometeus 152
    18 ott 2010 alle 8:46

    Cit. “In compenso abbiamo tante belle bandiere del vaticano!”

    … Che marciranno sui pali dei lampioni finchè non aranno tutte sbiadite per la pioggia e il sole o annerite dallo smog…

    Propongo di realizzare tanti video. Ciaoscuno di noi potrebbe riprendere con una videocamera (o con una fotocamera dotata di funzione video) scene di degrado della città: sporcizia, infrastrutture in sta di abbandono, erbacce non curate, prostitute che passeggiano in pieno pomeriggio davanti alla palazzina cinese, musei chiusi di regola e aperti solo occasionalmente in barba al turismo, auto in sosta selvaggia (magari davanti ai vigili)…
    Poi con tutti questi video realizziamo un collage con un montaggio professionale (bastano un paio di programmini freeware) e lo mandiamo a tutte le principali rubriche di approfondimento: Report, Striscia la Notizia, Annozero, Matrix ecc..

    Per l’impostazione che gli darei io, metterei all’inizio del video lo slogan con cui l’attuale sindaco si è candidato a questo mandato: “il sindaco della nuova palermo” e gli slogan di tutta l’attuale maggioranza al Consiglio comunale. Perchè mi irrita un bel pò questa presa per i fondelli che si ripete ad ogni elezione, con tutte queste belle facce promettenti e gli slogan da buon samaritani filantropi che poi finiscono nel dimenticatoio una volta eletti…
    Questa è la mia proposta.

  • ligeiro 248
    18 ott 2010 alle 15:21

    c’è talmente carne al fuoco da farci già 5 puntate; e visto che non parlano di Berlusca’s Antigua non credo che l bloccheranno…
    FACCIAMOLO!!


Lascia un Commento