15 ott 2010

Grandi lavoratori AMIA


Pubblichiamo questa segnalazione di Fabrizio, in merito alla negligenza di alcuni impiegati AMIA e di certi vigili urbani ormai abbonati alla nostra rubrica di denuncia. Purtroppo l’argomento non è nuovo; c’è di nuovo che questa volta abbiamo sollevato il problema direttamente in Sala delle Lapidi, di fronte ai consiglieri Filoramo e Ribaudo, sostenendo con forza che non è possibile che in questa città non ci sia nessuno che controlli i controllori, e che questo ruolo dovrebbe appartenere proprio alla politica locale. Più volte abbiamo denunciato atti di negligenza della polizia municipale, e sta volta non facciamo eccezione, con la differenza che ora i nostri consiglieri sono al corrente delle dichiarazioni del sig. Di Peri e che, quantomeno adesso, si oppongono a tali dichiarazioni affermando che un conto è che certe dichiarazioni escano dalla bocca di un comune cittadino, un altro è che escano dalla bocca di una carica istituzionale. Fatta questa premessa, vi lascio alla testimonianza del nostro amico, che non ha nulla di nuovo, ma che ancora una volta rende l’idea del perché la situazione in città sia degenerata a questi livelli. (ndr. ne approfittiamo per introdurvi anche una nuova funzione, che ci permette di georeferenziare un tag in ogni articolo all’interno di una mappa, permettendovi di individuare facilmente la zona di cui stiamo parlando)

Ciao a tutti voi, ringraziandovi sempre per il positivo apporto a questa città. Leggete cosa mi è successo. Da circa una settimana, al pomeriggio, noto sotto casa un mezzo a tre ruote dell’AMIA con all’interno il suo bel conducente intento ad ascoltare il suo MP3 o a fumarsi la sua bella sigaretta, forse due o tre perchè la sosta dura anche un’ora per volta. Cerco di contattare l’AMIA per segnalare il caso…. non risponde mai nessuno; allora chiamo i Vigili Urbani….. non è nostra competenza, mi viene risposto dall’operatore Centrale Operativa: “vada dalla Polizia o dai Carabinieri e sporga denuncia”.  Ribatto dicendo che la persona danneggiata dal comportamento poco civile dell’operatore AMIA non danneggiava solo me ma forse l’Azienda Municipalizzata AMIA o il Comune, mi chiude il telefono in faccia;  Chiamo il 113, i cui operatori molto garbatamente accettano di ascoltarmi, rispondendo che accerteranno. Dopo qualche minuto richiamo per dire che il mezzo AMIA era andato via. Comportamento professionale almeno. Mi chiedo, adesso, commettono omissione d’atti d’ufficio i Vigili Urbani o la Polizia è troppo buona?????? Allucinante…. Ai posteri l’ardua sentenza. DIMENTICAVO, IL TUTTO ACCADE IN VIA BELVEDERE N.2.

punta il tag per individuare la segnalazione


amiacomandante serafino di peridi perimobilita palermonegligenzapolizia municipaleSegnalativigili urbani

Articolo successivo

24 commenti per “Grandi lavoratori AMIA

Comment navigation

  • trunk 73
    17 ott 2010 alle 16:35

    PER SALVARE QUESTA CITTA’ BISOGNA PARTIRE DAL CORPO DEI VIGILI URBANI. OCCORRE RIFONDARLO. L’INEFFICIENZA REGNA SOVRANA PER NON DIRE LA LAGNUSIA.
    OCCORREVA L’INTERVENTO DEL PREFETTO PER INCOMINCIARE A FAR RISPETTARE LE REGOLE ?

  • trunk 73
    17 ott 2010 alle 16:55

    I signori Vigili, per cominciare, perché non si ripassano in Codice della strada e precisamente i seguenti articoli:

    15 – 20 – 29 – 61 – 62 – 74 – 75 – 79 – 80 – 97 – 146 – 148 – 153 – 155 – 164 – 170 – 193.

  • Freddie 1052
    17 ott 2010 alle 18:33

    Il gds odierno a pagina 29 riporta in sintesi la esplicita minaccia di un operaio gesip nei confronti di Giacomo Palazzolo (direttore di gesip), in quanto questi non sopportano e non vedono di buon occhio i controlli sulla presenza sul posto di lavoro. Sapete che vi dico??? FOTOGRAFIAMOLI a più non posso quando li vediamo nei bar o stravaccati su qualche panchina!!!


Lascia un Commento