28 set 2010

Blocco linea da Palermo C.le a Notarbartolo e servizio sostitutivo per Punta Raisi


Siamo giunti in prossimità del preannunciato blocco linea ferroviaria fra Palermo c.le e Notarbartolo. Blocco che si rende necessario per i lavori di raddoppio del Passante Ferroviario e la costruzione di alcune stazioni lungo questo tratto. Il blocco scatterà dal 4 Ottobre fino a Ottobre 2011; visto comunque l’andamento dei lavori (piazza Indipendenza docet), siamo anche qui ottimisti sul rispetto dei tempi.

Nello specifico, durante quest’anno di lavori: si provvederà alla demolizione e raddoppio del ponte ferroviario sull’Oreto (lato cimitero), prosecuzione lavori galleria lungo via Lodato, blocco stradale su corso Tukory e deviazione traffico per 4 mesi, realizzazione nuova galleria fra Lolli e via Imera, blocco stradale su via Malaspina e deviazione traffico, blocco stradale di via Colonna Rotta, e realizzazione delle fermate sotteranee Guadagna, Policlinico, Tribunale-D’Ossuna, Lolli-Dante.

Collegamento  ferroviario  Notarbartolo-Punta Raisi e viceversa:

Nella tratta Notarbartolo-Punta Raisi e viceversa, rimarranno invariati i collegamenti ferroviari; presso le biglietterie sono in distribuzione le tabelle con gli orari aggiornati.

Collegamento con bus diretto Palermo C.le-Punta Raisi e viceversa:

I viaggiatori muniti di biglietti di corsa semplice emessi da Trenitalia e validi per il percorso Palermo Centrale – Punta Raisi o viceversa o che includono tali percorsi, potranno utilizzare i bus di linea della Ditta PRESTIA & COMANDÈ. Nella tabella qui di seguito, tutti i dettagli:

Non c’è dubbio che ci saranno disagi ma siamo certi che alla fine di questi lavori avremo strutture idonee per un servizio ottimale di trasporto.  Abbiamo chiesto il potenziamento delle linee Amat 102, 109, 118 ma fin’ora non ci sono notizie. Complice anche dei disagi, la mancata reintroduzione dell’integrazione tariffaria fra bus e metrò. E di questo è responsabile il Comune, colpevole di non essersi attivato in tempo e di aver fatto da spettatore. A tal proposito, annunciamo un’assemblea cittadina/tavolo tecnico che si terrà fra un paio di settimana nell’aula consiliare di Palazzo delle Aquile in cui chiederemo alla politica di affrontare ed attuare alcuni provvedimenti per migliorare il trasporto pubblico locale in città. Saranno invitati pertanto i capigruppo al consiglio comunale, Amat, Trenitalia.Nei prossimi giorni vi daremo maggiori dettagli

amatblocco linea ferroviaria palermoblocco linea fra palermo centrale e notarbartoloblocco linea passante ferroviarioblocco linea stazione centrale notarbartolopalermo centralepalermo notarbartoloprestia & comandètrenitalia

37 commenti per “Blocco linea da Palermo C.le a Notarbartolo e servizio sostitutivo per Punta Raisi

Comment navigation

  • antony977 166020
    28 set 2010 alle 20:18

    @da89, sia alla stazione C.le che a Notarbartolo dovrebbero essere già in distribuzione i nuovi orari in funzione del blocco linea.
    Ad ogni modo fino all’ultimo giorno attenderemo risposta da Amat per il potenziamento di almeno 3 linee (102,109,118). E torno a ripetere che il Comune ha la grave responsabilità di aver fatto da spettatore in tutto questo tempo sulla vicenda biglietto unico e mancata discussione nuova rete Amat.

  • pendolaripa 27
    28 set 2010 alle 20:46

    Ad oggi all’assistenza clienti sono caduti dalle nuvole riguardo ai nuovi orari.

    La situazione la stanno gestendo in maniera vergognosa.
    Senza alcun rispetto per i pendolari.

  • albarob 18
    28 set 2010 alle 22:29

    In tutta questa faccenda Trenitalia ha garantito soltanto coloro che devono raggiungere l’aeroporto. Pensate a tutti i pendolari che provengono da Bagheria e che tutti i giorni devono raggiungere per esempio Carini. Cosa devono fare questi viaggiatori? Scendere alla stazione centrale, prendere un autobus Amat a proprie spese, raggiungere la stazione Notarbartolo e ripartire da lì.
    Secondo me era necessario stipulare una convenzione tra Trenitalia e Amat e fare in modo tale che chi fosse abbonato Trenitalia potesse raggiungere gratuitamente le stazioni interessate.

  • ratak 27
    29 set 2010 alle 7:41

    Scusate, la chiusura dell’incrocio perpignano regione siciliana che fine ha fatto?
    Non se ne parla piu’.

  • giovanni3857 46
    29 set 2010 alle 10:56

    @da89….sai chi sono :)…da quello che so io i treni da notarbartolo dovrebbero partire allo stesso orario di adesso gioè al minuto 44 e arrivare al minuto 24 tranne 8604 che arriva alle 7 e 12 credo il vecchio treno che parte da piraineto alle 18 e 45 parte ora un’ora prima o quasi da notarbartolo..questo è quello che so io dando un occhiata ai turni

  • Dario86 15
    29 set 2010 alle 13:12

    Ma poi vorrei sapere una cosa…loro chiudono per raddoppiare la galleria che collega Orleans a Notarbartolo….ma poi chiuderanno anche per raddoppiare la galleria Francia-Notarbartolo??Chi gestisce questa città mi ha ormai davvero portato quasi al vomito…nessun interesse per cercare di allievare i disagi che purtroppo arrecheranno questi lavori..Il comune se ne frega altamente dei cittadini…ora tutti noi pendolari lato trapani dovremmo recarci all’università con mezzi propri…ma voi immaginate che lo svincolo che porta in via ernesto basile dalla circonvallazione possa mantenere un flusso di traffico così pesante…ricordo che moltissimi studenti si recano all’università tutti allo stesso tempo visto che le lezioni, nella grande maggioranza dei casi, hanno inizio alle 8 del mattino…andate a vedere già il traffico che c’è nello svincolo in questo momento…figuriamoci quando ci sarà la metropolitana chiusa…cosa ci vuole a mettere i bus navetta che colleghino le fermate soppresse???

  • antony977 166020
    29 set 2010 alle 13:32

    @Dario86, verrà chiusa anche la galleria ma solo nel tratto Notarbartolo-Belgio.Ma passeranno ancora alcuni mesi.
    In una città normale avrebbero già messo abbonamento e biglietto unico metrò-bus in modo da alleviare i disagi

  • Dario86 15
    29 set 2010 alle 13:33

    Alla mia ultima domanda non voglio sentire risposte del tipo….non ci sono soldi etc etc..perchè per 10 ore di visita del Papa stiamo spendendo 2,5 milioni di euro…a me dispiace prendere proprio di mira la visita del Papa, sono un cristiano e il fatto che il capo della Chiesa venga a visitare Palermo non può che fare piacere,ma spendere tutti questi soldi solo per fare bella figura per questo piccolo tempo agli occhi diciamo del Mondo non è una giustificazione plausibile…I nostri amministratori cercano di fare apparire Palermo come una città che funzione agli occhi di tutti i giornalisti italiani e soprattutto stranieri che verranno a Palermo, sono stati organizzati itinerari per i pellegrini, tutto nei minimi dettagli…e per noi cittadini che siamo costretti a vivere i disagi che Palermo ci porta cosa si fa???Nulla!!!Il raddoppio sarà una cosa fantastica per Palermo ma anche per noi sarebbe opportuno organizzare dei piani per limitare,per quanto possibile i disagi….andate a vedere i piani che il comune di Torino ha fatto per i suoi cittadini per limitare i problemi…stanno facendo gli stessi lavori che stiamo per affrontare noi…Non vi sto parlando di Svezia,Danimarca o chissà quale paese…sto parlando di Torino,nostri connazionali…E’ una cosa che fa davvero rabbia!!!!scusate lo sfogo ma onestamente pur non condividendo assolutamente le idee della Lega Nord posso riuscire a capire come loro possano considerarci gente di Serie C…con le amministrazioni che abbiamo ci meritiamo di essere considerati come nulla!!!

  • antony977 166020
    29 set 2010 alle 13:46

    condivido in pieno quanto hai scritto.E tutto ciò ricopre ancor di più d’ipocrisia la nostra amministrazione.Sai da quanto tempo chiediamo la reintroduzione dell’integrazione tariffaria?
    Che hanno fatto fin’ora gli assessori competenti del Comune di Palermo?

  • Dario86 15
    29 set 2010 alle 13:58

    La si chiede la reintroduzione dell’integrazione tariffaria da quando hanno fatto la scelta di separare il biglietto Amat da quello Trenitalia…una delle poche comodità che c’erano!!!Ma visto che devono rientrare i soldi per pagare i viaggi a Dubai dei nostri amministratori…per ripagare tutte le cene di “lavoro”…le auto blu…gli svarowski per il carro di santa rosalia,lo stipendio di chi tiene la barca del nostro caro Sindaco…sono stati costretti a sdoppiare il biglietto,alzare la tarsu etc etc…Davvero un peccato,sarò retorico ma Palermo potrebbe essere una delle città più belle al mondo,visto tutto il nostro patrimonio culturale….ma la verità è che siamo una città discarica,dove chi amministra non pensa al bene della città!!!

  • giovanni3857 46
    29 set 2010 alle 14:12

    @dario86 hai pienamente ragione purtroppo la situazione di palermo è disastrosaaaa per non dire di tutta la sicilia….a livello di trasporti siamo in agonia e le amministazioni comunali se ne sbatto altamente…tutto sto bordello nemmeno una settimana durerà appena qualche pezzo grosso del comune vedrà l’enorme traffico che ci sarà voglio proprio vedere che combineranno…nemmeno il presidente della regione stà facendo qualcosa se ne stanno tutti sedute nelle loro poltrone

  • antony977 166020
    29 set 2010 alle 18:36

    Attendiamo fiduciosi notizie da Amat.Se arriverà il rafforzamento delle linee sopra citate (o qualche altra cosa in più), bene.Anche se torno a ripetere, e non mi stancherò di farlo, che pesa molto l’integrazione tariffaria che di fatto non c’è

  • Metropolitano 3301
    29 set 2010 alle 18:56

    Per chi abita al centro storico e deve raggiugere l’aeroporto in effetti l’integrazione tariffaria ci vuole eccome. Non oso pensare a quali disagi incorreranno i pendolari che partono dal centro storico o dalle università per recarsi all’aeroporto. Non è tanto un problema pratico, quanto economico piuttosto. Basti pensare che oltre al biglietto della metropolitana bisogna aggiungere 1,30 € per l’autobus.

    Posso chiedervi se alcuni autobus Pestia e Comande faranno tutte le fermate previste comprese Vespri, Orleans e Notarbartolo ??
    Oppure sono tutti collegamenti Diretti all’aeroporto senza alcuna fermata intermedia ?
    In tal caso non si può parlare di autobus sostitutivi.

  • antony977 166020
    29 set 2010 alle 20:06

    @Metropolitano, il problema sarà soprattutto per gli universitari, dato che i pullman per l’aeroporto transiteranno per il Centro.
    E poi come pensi che un pullman possa districarsi in strade (strette) per collegare fra loro Vespri e Orleans?Allungherebbero tragitto e tempi.Serve l’integrazione tariffare soprattutto perchè il polo universitario rimarrà isolato.
    Un esempio: uno studente si reca giornalmente da Tommaso Natale a Orleans in metrò.Fin’ora ha usufruito dell’abbonamento Fs.Ma da lunedì sarà costretto a scendere a Notarbartolo e fare un altro biglietto per salire sulla 118 :(

  • giovanni3857 46
    29 set 2010 alle 20:52

    tra l’altro io sono di partico e ho la facoltà in via archirafi zona palermo centrale fino ad ora ho utilizzato anche il treno che tra treni diretti e coincidenze avevo un treno ogni ora…adesso invece x non essere derubato da qualche ladruncolo di 4 soldi devo rinunciare al treno e prendere il bus da mio paese fino a qua tutto liscio il problema che gli autobus sono 4 cioè andata 6e 20 o 7 ritorno 11 e 30 12 e 30 13 e 30 e 14 e 30 io la prossima settimana ho esame alle 14 e 30 ditemi come dovrei fare per fortuna mia ho preso casa ma non è una giustificazione questa chi invece viaggia ogni giorno come deve fare? a differenza dei bus di treni per partinico per fortuna ce ne sono molti ma chiudendo la linea come si fà???? QUESTA E’ LA SICILIA

  • Giusy 72
    30 set 2010 alle 10:04

    Sbaglio o questa notizia non ha avuto il giusto impatto mediatico?
    Il 4 è vicino e molti cittadini sono all’oscuro!!


Lascia un Commento