23 set 2010

Alloggi dell’esercito. Dopo 20 anni i ponteggi per completarli.


Finalmente dopo 20 anni, gli alloggi incompleti, di proprietà dell’esercito italiano ed abbandonati all’incuria del tempo, stanno per essere completati. Si tratta degli edifici siti in viale della Favorita.  Non sappiamo ancora se quest’ultimi verranno consegnati al comune per gestire l’emergenza case o saranno consegnati ai militari che fanno servizio a Palermo. In ogni caso dopo le nostre denunce al ministero della Difesa, al ministero delle Infrastrutture e  alla stampa, fa piacere che si completino quanto prima e che finalmente si recuperi il tempo perso, eliminando questo scempio e spreco di soldi pubblici.  Dalle foto si evince come nell’edificio posteriore sia stata ridipinta la facciata, mentre si lavora all’interno delle due strutture per ammodernare gli impianti. Poi si passerà all’installazione degli infissi ed alla sistemazione dei garage e spazi esterni. Dopo gli sforzi fatti, sicuramente vigileremo per far sì che vengano completati e subito consegnati!

FOTO DATA   12/VIII/2010

 

 

 


assessorato politiche sociali regione siciliacaserme esercito palermocomitato mobilita palermocomune palermoesercito italianoministero dell'internoministero della difesaprovincia di palermoregione sicilia

9 commenti per “Alloggi dell’esercito. Dopo 20 anni i ponteggi per completarli.
  • Fabion54 48728
    23 set 2010 alle 12:07

    …O solo un semplice giro per Palermo!
    Quante case disabitate ed edifici mai finiti ci sono??

  • tano 41
    23 set 2010 alle 19:36

    perche la regione invece di spendere 2,5milioni di euro per la visita del papa non usava questi soldi per finire gli alloggi?perche protestate per lo spreco dei soldi publici per gli alloggi e non protestate per lo spreco dei sodi per quanto riguarda il papa che fa forse sono pochi 2,5 milioni?per cortesia pretendo una spiegazione plausibile che ne vale la serieta del vostro sito buona serata

  • blackmorpheus 54519
    23 set 2010 alle 20:43

    @tano

    ma dici sul serio o stai scherzando? spero sia la seconda. La serietà del nostro sito è sotto gli occhi di tutti e non verrà certo minata solo per il fatto che non protestiamo per quello che passa per la testa a te. I motivi per cui non protestiamo per la visita del Papa te l’ho già spiegati in maniera abbastanza evidente e plausibile, se poi devi fare finta di non capire lascia perdere. Se ritieni questo sito poco credibile, sei liberissimo di non frequentarlo più, ma se permetti noi conosciamo le nostre ragioni meglio di chiunque altro. La domanda te la rifaccio io: con tutti i soldi che vengono buttati ogni giorno dai nostri enti amministrativi, come mai ti applichi in particolar modo alla visita del Papa? No perché sinceramente sembra che più che per i 2 milioni e mezzo di euro, tu voglia protestare contro la figura del Papa a prescindere. Liberissimo di pensarla come vuoi, ma non spacciare il tuo astio personale verso la chiesa cattolica per l’interesse di tutti. Tu stai tirando in ballo la politica per argomenti non attinenti a questo sito. Sei già pienamente fuori tema, quindi di invito a non insistere ulteriormente.

  • tano 41
    24 set 2010 alle 3:46

    assolutamente no io non sono ne contro il papa ne contro la chiesa il discorso e che sia i soldi per gli alloggi sia i 2,5 milioni sono soldi publici.allora la domanda viene spontanea perche per gli alloggi mettete tutto in evidenza e dei 2,5 neanche se ne parla?leviamo di mezzo la visita il mio problema sono i 2,5 perche visto che vogliamo sistemare un po di cose e si parla dei soldi publici se ne parla solo per alcune cose e non tutte?in ogni caso penso che 2,5 milioni sia una cifra da fare aprire un dibattito ma non perche sta venendo sua santita ma perche sono 2,5 della sicilia.scusa l’insistenza ma a questo punto non capisco proprio grazie buona notte

  • blackmorpheus 54519
    24 set 2010 alle 6:40

    @tano

    la risposta te l’avevo già data prima, ma te la ripeto ancora una volta: gli alloggi in questo caso fanno parte del contesto urbano, quindi si tratta di un argomento in tema. Se la visita del Papa avesse tolto esplicitamente fondi alle infrastrutture siciliane, allora sarebbe stato attinente e ne avremmo parlato. Ma qui si parla di 2 milioni e mezzo di euro stanziati dalla Regione Sicilia (quindi in realtà la parte dei palermitani ammonta a circa 400 mila euro) per la visita di un pontefice. Così come lo sarebbero stati per la visita di un capo di Stato. Non c’è nessun motivo per cui dobbiamo presupporre che con quei fondi ci avrebbero costruito infrastrutture. In ogni caso io sono contrario all’esborso di una cifra così esorbitante per la visita del pontefice…sta di fatto che una riflessione va fatta. Questa visita porterà in città centinaia di migliaia di persone, quindi sebbene ci sia un esborso economico, questo si tradurrà in un rientro economico per il territorio…dato che centinaia di migliaia di persone verranno a spendere soldi a Palermo. A questo c’avevi pensato? Ritornando al discorso di prima…di sperpero di denaro pubblico ce n’è dappertutto, e secondo questo criterio dovremmo cominciare a parlare anche della barca di Cammarata, degli assunti alla Gesip, del bilancio del Comune e dei soldi che spendono i nostri consiglieri per farsi i buffet. Qui stiamo parlando di danni molto più grossi di 2 milioni e mezzo di euro…ma trovi che siano attinenti al nostro sito? A me non sembra

  • tano 41
    24 set 2010 alle 16:04

    ok grazie per avermi delucidato piu di una volta e aquesto punto ritratto cosa scritto nel commento buona giornata

  • tano 41
    24 set 2010 alle 16:05

    ok grazie per avermi delucidato piu di una volta e aquesto punto ritratto cosa scritto nel commento3 buona giornata


Lascia un Commento