07 set 2010

La città è in mano ai parcheggiatori abusivi, ma la scelta è nostra…


Riceviamo questa grave segnalazione da un utente. Ci piacerebbe dirvi che si tratta di un caso isolato, ma purtroppo sempre più spesso la mafia dei parcheggiatori abusivi invade la nostra vita, la nostra libertà. Negli ultimi mesi le notizie di aggressioni verbali e fisiche nei confronti di palermitani si sono quadruplicate.

Evidentemente la certezza di impunità ha dato coraggio a questi avanzi di galera che, auto-legittimati da quell’aura di vittimismo tutto palermitano, non hanno più timore di imporre la propria legge sulle strade della nostra città. Più volte abbiamo richiesto l’intervento dell’amministrazione, delle forze dell’ordine…ma nessuno ha accolto l’invito. A questo punto è arrivato il momento di accogliere NOI il nostro stesso invito.

Tenetevi tutti pronti per una imminente mobilitazione generale contro questo fenomeno che è degenerato oltre ogni limite di tollerabilità e indecenza. In tanti ci avete chiesto di organizzare qualcosa. In tanti avete proposto, avete fatto sentire la vostra voce. Ora sta a voi…questa è un’occasione di RIBELLIONE. Sappiamo che a Palermo tutti vogliono, ma pochi fanno. La provocazione che vi lanciamo è: quanti di voi sarebbero realmente disposti a partecipare in prima persona ad una grande manifestazione contro i posteggiatori abusivi? La mobilitazione cittadina che stiamo cercando di organizzare dipende esclusivamente dalla vostra partecipazione. Inutile dire che più siamo meglio è, e meno rischi corriamo noi stessi. Ecco l’esperienza del nostro amico, sperando che questo possa servire a canalizzare la rabbia delle persone oneste in qualcosa di produttivo per la nostra società. Stay tuned…

Carissima redazione di Mobilita

Questa mattina ho ricevuto una notizia che mi ha indirizzato verso un vicolo cieco e indegno.

Ieri sera mio fratello mi ha chiesto se potevo prestargli l’auto e arrivato a piazza Magione, ha come al solito preso in giro un membro della comunità africana di posteggiatori abusivi, dicendogli che l’avrebbe pagato dopo. Al suo ritorno, ha trovato il parabrezza dell’auto in frantumi!

Non è tanto questo che mi fa andare in tutte le furie, ma una serie di avvenimenti precedenti e successivi a questo.

Circa 20 giorni fa, anche io mi trovavo a parcheggiare a piazza Magione ed infastidito dall’aria minacciosa dei posteggiatori abusivi, ho contattato immediatamente la polizia. Al 113, mi dissero che quel giorno, quella zona era coperta dai carabinieri e perciò mi hanno invitato a contattarli. Dopo 12 squilli, qualcuno alza la cornetta e dopo aver richiesto di effettuare un controllo presso i parcheggi, mi sento dire dal centralinista la seguente frase “ma lei non gli dia soldi”, io: “ma poi mi graffiano la macchina” lui: “io non li ho mai pagati e non mi hanno mai fatto nulla” . La volante è passata dopo circa un’ora, ma si è fermata di fronte un locale e i due carabinieri all’interno dell’auto si sono messi a chiaccherare con i buttafuori con grasse risate e voci alte per poi andare via senza fermarsi presso i parcheggi.

Stamattina, ho cercato di contattare il comando di piazza Verdi, dove si trova il centralino dei carabinieri di Palermo, per tentare di spiegare la stessa storiella che ho spiegato a voi nelle righe precedenti. NULLA, nessuno risponde, perciò chiamo il 112 e chiedo di parlare con un responsabile del centralino o della sede, mi passano la chiamata ma nessuno risponde. Tornata la chiamata indietro, il centralino mi dice che il capo di non so che è fuori stanza e mi invita a chiamare in un altro momento.

Cerco di contattare via Dogali, ma nulla, nessuna risposta. L’unica persona con la quale sono riuscito a comunicare è stata una donna presso la questura di palermo, alla quale ho chiesto cosa si deve fare per avere delle pattuglie fisse nelle piazze ove si trovano parcheggiatori abusivi e spesso anche accattoni che chiedono soldi. Mi risponde che a causa dei tagli non è facile esaudire questa richiesta, ma io, possedendo una chiara visione di insieme a riguardo, replico con la seguente frase “E come mai allora la scorsa volta 6 pattuglie della polizia di stato si trovavano ferme in divieto di sosta e ostruendo il traffico, di fronte al bar stancampiano, e i 12 agenti mangiavano felicemente il gelatino e chiaccheravano allegramente!??? Se ci sono stati questi tagli, è normale che 12 agenti si fermano contemporaneamente????” La tizia replica ” Lei non se lo mangia mai il gelato?” Io: “quando lavoro mai” Lei: “si concedevano la pausa caffè” Io: “12 agenti insieme? non mi prenda in giro! E’ assurdo che 12 agenti si fermino a fare pausa contemporaneamente, soprattutto in periodo di tagli! Se avessero un minimo di professionalità la farebbero a gruppi al massimo di 4!” Dopo altre chiacchere inutili che evito di trascrivere, apro il vostro sito e cosa mi trovo? il video dei vigili urbani! Sono andato in tutte le furie! Si deve fare qualcosa per questa città, se il comune, lo stato, la regione e il 99% dei cittadini non fanno nulla e se ne infischiano, c’è da creare un gruppo che si muova attivamente e che ci creda nella possibilità di ripristinare qualcosa!

Perchè non pattugliare le piazze come dicevo prima, o mettere delle telecamere ad infrarossi sui balconi o nei pali della luce e riprendere ciò che succede in questi parcheggi? E poi c’è chi si trova tolta la patente per aver guidato con un misero bicchiere di birra nello stomaco! Se i problemi si risolvessero secondo una rigida priorità, secondo la loro importanza, sarebbe un grande passo per migliorare la nostra città…. se continua così io scapperò, presto, non posso continuare a sopportare un sistema marcio e un popolo succube che si lamenta e non fa nulla!

Ci stiamo perdendo e io preferisco comportarmi da codardo e fuggire, che essere uno dei poveri idioti a cercare di prendermi calci in faccia per fare del bene mentre il resto della gente se ne frega e non collabora! Non ho intenzione di perdere il mio tempo e la mia salute per cercare di fare un favore ad una città indegna, che non lo merita….


amministrazionecammaratacarabiniericomune di palermodi periestorsionemafiaminaccemobilita palermoparcheggiatori abusivipolizia municipaleposteggiatori abusiviSegnalati

55 commenti per “La città è in mano ai parcheggiatori abusivi, ma la scelta è nostra…

Comment navigation

  • malignetto 100
    07 set 2010 alle 21:29

    Ognuno la pensi come vuole, è certo che non è IL PROBLEMA di Palermo, ma resta comunque UN problema, e come tale va risolto. Le Autorità ci lasciano soli? Prendiamone atto e agiamo di conseguenza. Io lavoro a turni, spero di essere libero, se lavoro spero di poter trovare un cambio. E’ un problema che sento e voglio partecipare….
    Grazie!

  • riccardino85 39
    07 set 2010 alle 21:39

    @ blackmorpheus
    la mia critica parte dal fatto che in questi ultimi mesi si è dato molto spazio alla questione dei posteggiatori abusivi (qui nel nostro forum) che io condivido ma sto molto bene attento a non enfatizzare. se ne è parlato in maniera sempre più pressante e con modi sempre più accesi e spesso( se rileggi i commenti sia in questo che nelle altre discussioni ) violenti. se si discute con le modalità e con le argomentazioni giuste c’è la possibilità di arrivare a dei ragionamenti “utili” per la comprensione di un broblema ed è quello che hai fatto tu adesso con questa tua ultima risposta. se però le discussioni scadono nella banalità e nei luoghi comuni sono poco costruttive. io critico le parole usate( e lo ripetuto diverse volte su) e critico anche l’eccessiva l’eccessiva enfasi con cui se ne parla. non è che io appoggio l’abbusivo; tutt’altro. però oggi la prima collusa, illegale e mafiosa è l’amministrazione comunale con tutti i suo apparati.la testa è marcia e noi attacchiamo la coda. l’attacco mediatico è all’abusivo mentre il vero ladro e arraffone è l’assessore, il vigile Urbano e l’impiegato comunale. questo è un dato di fatto. Pur appoggiando in pieno la tua posizione( come l’hai spiegata ora) credo che le azioni andrebbero dirette verso un altro colpevole che ha molte più responsabilità. e quella la radice di tutti i mali e come vedi non è difficile da individuare.

    @ antony977 scusami ma forse non mi sono spiegato bene. quando parlo di individuale e collettivo mi riferisco a i mezzi di trasporto. sicuramente l’auto è un mezzo individuale e il fenomeno dei parcheggiatori abusivi è legato all’auto. vanno di pari passo. meno auto ci sono meno posteggiatori abusivi ci saranno. altro discorso è quello del suolo pubblico. l’auto occupa spazio ed occupa spazio collettivo. se io prendo il mio divano e lo metto sulla strada mi ci sdraio di sopra e mi prendo il sole dopo due secondi arriva l’amico vigile e mi fa la multa….hai capito dove voglio arrivare? il problema è l’auto. meno auto meno posteggiatori, meno traffico, più spazio collettivo fruibile, sevizi pubblici che vanno su strade sgombre, aria pulita, e gente meno sclerata. siprendiamoci gli spazi pubblici si ma non parcheggiandoci l’auto.

    spero di essere stato compreso. un saluto

  • cicciocc 23
    07 set 2010 alle 22:11

    ditemi dove e quando, sarò presente a manifestare contro una tra le tante gravi piaghe di Palermo

  • Francesco81 41
    08 set 2010 alle 0:00

    a Palermo mi trovo un paio di volte L´anno perchè vivo fuori. Se cade ad Ottobre o a Dicembre ci sarò volentieri e non ho proprio paura. I posteggiatori sono un problema troppo sottovalutato, in altri paesi anglosassoni nessuno pagherebbe mai però magari più facilmente i posteggiatori si beccherebbero tanti di quei calci nel c. che se lo ricorderebbero ad eterna memoria!
    portiamo la protesta fuori dai pc, internet e il virtuale nella vita reale altrimenti Palermo non cambierà mai!

    un plauso a chi avuto le palle di scrivere sta lettera
    L´UNIONE FA LA FORZA!
    Francesco

  • blackmorpheus 54519
    08 set 2010 alle 7:02

    @riccardino85

    ma non mi sembra che ci siamo mai risparmiati contro l’amministrazione comunale e la polizia municipale. Non so se hai presente i feroci attacchi che abbiamo portato contro l’ex Ass. Tinervia o contro i comandanti della municipale Purpura e Di Peri…tanto per citarne alcuni. Non so se ricordi gli attacchi all’ass. Scoma, o al consigliere Ferrandelli per aver appoggiato la protesta del comitato di Cardillo. Gli attacchi alla politica non ce li siamo mai scansati, e persino in questo articolo ho ricordato come la polizia municipale e l’amministrazione non facciano nulla per debellare il fenomeno…che anzi agevolano con la loro indifferenza. Questi sono solo alcuni esempi, ma non puoi certo dire che la “testa” non l’abbiamo mai attaccata. In ogni caso la manifestazione serve prima di tutto a far capire che questa mafia per le strade non la vogliamo. Serve ad attirare consenso mediatico e a mettere il problema alla luce del sole, perché finché non ne parlano i giornali il problema non esiste. Serve per fare pressioni all’amministrazione e alla municipale. Serve a noi cittadini per non sentirci soli, e per respirare ogni tanto aria di civiltà e legalità. E’ una questione di strategie. La protesta davanti al comune la fanno tutti, e i risultati sono pressoché nulli. Una protesta di migliaia di cittadini che scendono in piazza per RIPRENDERSI la città è una cosa ben diversa. E’ un segnale chiaro e inequivocabile. I toni violenti sono necessari quando si parla di gente che non si farebbe scrupoli a spaccarti la faccia per non avergli pagato il pizzo. Questa è mafia senza mezzi termini. Il fatto che paghi un euro alla volta non significa niente. Non ha nulla di diverso da quelli che vanno a chiedere il pizzo ai negozianti per proteggergli il negozio. Non sono padri di famiglia…perché un padre di famiglia che si arrangia non si permette certo di usare questa arroganza e questa violenza. Io personalmente tollero molto di più i venditori ambulanti, che almeno si guadagnano il pane senza ricorrere a intimidazioni e violenza, rispetto a questi mafiosi che giocano proprio sulla paura per estorcere quanto più denaro possibile. Denaro che ovviamente non va solo a loro, ma soprattutto alle cosche che mandano questa città in vacca da decenni. Quindi se paghi il pizzo al posteggiatore, paghi il pizzo alla mafia, e contribuisci a creare un futuro peggiore per TE e per i tuoi figli. Non mi sembra un problema secondario, mi sembra un problema altrettanto grave da affiancare semmai all’altro problema: la negligenza e complicità delle forze dell’ordine e dell’amministrazione comunale.

  • Simix 65
    08 set 2010 alle 11:28

    Concerto di Ligabue 7/09/2010: posteggiatori abusivi a due passi dalla polizia municipale chiedevano 5 euro per ogni macchina.
    VERGOGNA!
    RIPRENDIAMOCI PALERMO!

  • palermitanodoc 50
    08 set 2010 alle 19:11

    @ simix ma anche per tutti.
    Premettendo che la mia non è una difesa dei posteggiatori ma un consiglio utile per tutti (al di là della manifestazione) finchè esisteranno gli abusivi…
    Anch’io sono stato al concerto del Liga. Sapendo che ci sarebbero stati gli abusivi vicino al Velodromo che avrebbero chiesto 5 euro (è così anche per il Teatro Verdura) ho semplicemente posteggiato dietro Cornuit facendo centinaia di metri in più pur di non pagare il pizzo…
    e ogni volta che esco con la macchina, conoscendo oramai le loro zone privilegiate, posteggio anche più lontano pur di non pagare perchè a me girano le balle…anche se poi differenzio i nordafricani (che hanno passato una mala vita prima di arrivare in Italia) a cui ogni tanto dò anche due euro con tutto il cuore dai palermitani gente che ODIO con tutto il cuore perchè rappresentano la feccia della nostra città…ANDATE A LAVORARE COME TUTTI GLI ALTRI!!

  • tano 41
    08 set 2010 alle 21:32

    per me tutti quelli che protestano sono illusi di poter cambiare qualcosa che da sempre va cosi contenti voi.buona serata

  • antony977 166164
    08 set 2010 alle 21:58

    @tano, ma anzichè scrivere questi commenti sterili, cosa proponi???
    Non ti offendere ma sicuramente meglio di starsene con le mani in mano come te

  • tano 41
    10 set 2010 alle 18:04

    gia antony977 hai proprio ragione é faacile parlare senza proporre io sono cosi duro perche il50% di palermo si vende per un piatto di pasta figurati se viene fuori una protesta cosa succede comunque io comincerei pero bisogna essere tutti in massa dal non cominciare a pagare piu le tasse e non andare piu a votare voglio vedere se i politici e chi di dovere non avendo piu il nostro consenso si smuovono il culo per avere di nuovo il potere.ma so che questo non potra accadere mai in questa citta si segue il vento e non la coerenza.comunque piu che il mio commento sterile mi sembra questa protesta buona giornata

  • blackmorpheus 54519
    10 set 2010 alle 18:16

    @tano

    metti cento “babbaluci” in una pentola e chiudila con un coperchio…vedrai che appena cominciano a spingere tutti insieme il coperchio salta. Così è Palermo…ci sono centinaia di migliaia di “babbaluci”, solo che non hanno capito che devono spingere tutti insieme

  • ilbruni 16
    11 set 2010 alle 23:33

    Boh… Io per far venire subito la “volante” ho un metodo che ho usato un bel pò di volte:
    - prima di tutto mi presento, e chiedo di conoscere il nome della persona con cui sto parlando.
    - seconda cosa, dico chiaramente che ho subito un vero e proprio atto intimidatorio (non è un parlare a vanvera, purtroppo le cose vanno così)
    - terza cosa, dico che mi trovo ancora nei paraggi, e che attendo l’arrivo della volante per eventuale testimonianza.

    Anni fa, vicino i Candelai c’è stata una maxi rissa tra posteggiatori abusivi e Forze dell’Ordine; ebbene, tra le persone che hanno chiamato (Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani… ho fatto un bel pò di chiamate!), c’ero anche io. E stavo nei paraggi della piazza dove è scoppiato il casino, esattamente come mi era stato detto di fare.
    Ad ogni modo, oggi tendo ad essere più “pratico”: piuttosto che far telefonate o manifestazioni, in auto tengo qualche oggetto da utilizzare in maniera impropria. Si fa prima e si fa meglio; e se tutti facessero così (o, meglio, se molti fosser disposti a far così) di sicuro ci sarebbero meno posteggiatori abusivi.
    Se li arrestano, gli paghiamo vitto ed alloggio, e dopo poco escono; se gli fanno una multa, risultano nullatenenti e non la pagano. Se gli devo pagare qualcosa, tanto vale che gli pago la degenza in ospedale… Non è gente che si può “raddrizzare”, questa. Elementi peggio che inutili, nocivi. Tanto vale tentare di fargli capire cosa è giusto e cosa è sbagliato con le “parole” che capiscono: le legnate.


Lascia un Commento