02 set 2010

Nuovo parcheggio multipiano in via Candelai


Nuove inaspettate dal centro storico.

Verrà realizzato un parcheggio multipiano in via Candelai, quindi nel cuore del mandamento del Seralcadio, alle spalle del recuperato palazzo del Gran Cancelliere che invece si affaccia sulla parallela via del Celso.
Dalle scarne notizie leggibili sul cartellone, è un’opera approvata nel giugno di quest’anno e rientra nel programma PRUSST (programma riqualificazione urbana e sviluppo sostenibile del territorio). Alla sommità verrà realizzato un girdino pensile e da lì sarà possibile fruire delle mura puniche (che non ho ben chiaro dove siano visibili in questo particolare punto della vecchia cinta). C’è da chiedersi se sarà un parcheggio pubblico o fruibile solo da chi lavora al palazzo del Gran Cancelliere (di recente diventata sede di rappresentanza della Benetton).
Che dire, l’iniziativa sembrerebbe lodevole, specie in una zona congestionata dove i parcheggi sono pochi, però l’impatto estetico, come verrà risolto l’affaccio sulla strada, mi preoccupano non poco, speriamo bene.
Poichè trovo assurdo mimetizzare un parcheggio pluripiano dietro la finta facciata di un palazzetto antico, penso e credo che si opterà per qualcosa di contemporaneo.

il retro del palazzo del Gran Cancelliere:


palazzo del Gran Cancelliereparcheggio multipianoSeralcadiovia Candelai

27 commenti per “Nuovo parcheggio multipiano in via Candelai

Comment navigation

  • Calò 80
    04 set 2010 alle 19:26

    Il centro è densamente abitato? Da quello che so io il centro storico di Palermo a malapena raggiunge 25.000 abitanti o comunque meno di 30.000 abitanti. Ora considerando che nei prossimi grazie alle ristrutturazione degli edifici il centro storico si ripopolerà non possiamo lasciar entrare tutti i residenti altrimenti i vicoli saranno piene di auto posteggiate(non credo che tutte le abitazioni hanno un box) e la pavimentazione dei vicoli sarà continuamente calpestato dalle auto. E’ ovvio che chiudendo il centro ai residenti e realizzando i parcheggi sul perimetro ci sarà bisogno di navette che attraversino ogni 5 minuti le arterie principali del centro storico e di tutta una serie di servizi per anziani e disabili. Inoltre dall’incrocio via Roma/Via Vittorio Emanuele alla stazione o a via Cavour sono meno di 700 metri che volendo si possono percorrere pure a piedi.

  • tasman sea 20
    05 set 2010 alle 9:12

    @maqueda.
    non ho capito questa benetton, se sarà un negozio, un ufficio, o tutti e due.
    le mura puniche saranno dunque accessibili solo a chi usa il parcheggio? oppure si potranno vedere da qualche altra parte?
    se benetton fosse un negozio, forse il parcheggio avrebbe senso. se solo un ufficio, non vedo l’esigenza di tanti posti auto solo per i dipendenti. si tratta di un parcheggio multipiano, quindi capiente.
    in generale non mi piace l’idea di una via candelai che continuerà ad essere percorribile anche ai non residenti. se il parcheggio fosse solo per i residenti, sarebbe presto un flop. come al tribunale, si è visto che la gente preferisce posteggiare gratis in mezzo alla strada.
    sulla cortina edilizia non so. a palermo il vuoto ha un suo fascino, se usato bene. penso a piazza magione, spettrale nella sua vastità e mostra di rovine, ma senz’altro unica.
    mi fa invece schifo il vuoto di via mongitore.

  • Andrea Bernasconi 12
    05 set 2010 alle 9:27

    Per spere se abiti all’interno dei mandamenti storici, ovvero per capire quanto conosci questa zona, da “residente”. La mia domanda non è provocatoria, è stata posta solo perchè da un paio di punti da te snocciolati, i dati numerici, sembrerebbe che tu guardi la vita del centro solo su carta non avendo, magari, esattamente chiaro cosa effettivamente comporti (pro e contro) vivere all’interno della palermo storica. E’ come se… non avessi reale percezione delle problematiche, senza offesa. Oh, magari abiti da sempre in via Alloro… non ho la palla di vetro! ;)
    Ripeto, non è un giudizio provocatorio quindi non ti “accalorare” ;)

    Chiudo questo mio intervento dicendo che ci sono capoluoghi di provincia (leggi: città) che contano anche meno di 30000 abitanti, e che farsi 700mX2 più volte al giorno (se devi usare la macchina magari in due o tre occasioni nell’arco delle 24h…), magari con pacchi o altro bagaglio al seguito, per molti potrebbe risultare pesante. e anche a me, l’idea di farmi un km ogni volta che devo prendere il mezzo privato, non alletta.
    Batto nuovamente su un punto, che a mio avviso è importante e da molti non viene recepito: nella maggiorparte delle città europee i centri storici sono zone non più residenziali ma dedicate a commerci ed affari. Non c’è dunque bisogno di garantire una vicinanza ragionevole tra zone di parcheggio e abitazioni. Nei centri in cui la gente abita invece, ho visto sempre l’utilizzo di pass e un buon numero di posteggi adibiti ai residenti.
    scià!

  • Calò 80
    05 set 2010 alle 10:22

    Non sono residente nel centro storico di Palermo come il 97% delle persone che scrivono su questo sito internet. Detto questo conosco il centro storico perché ci abitano dei miei zii e dei miei cugini che spesso vado a trovare oltre ad andarci per altre questioni.

    700 metri possono essere un problema per un anziano o per un disabile. Per il resto delle persone tutta salute. E comunque ripeto che il centro storico potrebbe essere percorso da piccole navette per portare i residenti al parcheggio. E’ vero che in altri centri storici si lasciano entrare i residenti però ripeto se tu lasci entrare e uscire 15.000 auto(per fare un esempio) ogni giorno dal centro storico l’idea di avere un centro storico senza auto che percorrono in continuazione le vie del centro va a farsi benedire.

  • Andrea Bernasconi 12
    06 set 2010 alle 11:11

    15000 veicoli? non ho idea di quanti siano, non so quantificarli. ma con una cifra simile, rafforzo la convizione che ci vogliano posteggi, possibilmente multipiano, nel centro, a servizio dei residenti.
    Penso infatti che circa un km di strada all’andata e altrettanto al ritorno, per recuperare la macchina, sarebbero per CHIUNQUE una seccatura, un problema. Alzi la mano chi posteggia il proprio veicolo così lontano da casa o sarebbe pronto a farlo.
    Domandatevi, per chi non vive al centro, se a voi starebbe bene, ad esempio, vivere a piazza campolo e posteggiare in via sciuti…
    circa il flusso veicolare, come dicevo prima, basterebbe predisporre dei varchi sulle direttive principali (magari studiate in base alle aree di parcheggio da realizzare) e dotare di pass i residenti, con vincolo specifico su un determinato tragitto. così come fanno all’estero ;)
    ehi, sempre senza polemica, Calò ;)


Lascia un Commento