12 ago 2010

Strisce pedonali a LED


L’idea di portare i led sulle strisce pedonali è dell’azienda GDR Segnaletica di Villarbasse che ha proposto questa soluzione alle istituzioni per aiutarle a ridurre il numero di pedoni che vengono investiti nel nostro paese ogni anno (più di 20.000, con 627 decessi, nel 2007).  Il progetto che prevede di trasformare gli attraversamenti pedonali in percorsi illuminati si basa su un sistema di illuminazione dal basso. In questo modo si eviterebbero i problemi dovuti alle ombre. GDR Segnaletica ha acquistato un brevetto per strisce pedonali realizzate con led ad alta emissione, autoalimentati da pannelli solari integrati.

Nel progetto, oltre alle strisce illuminate, sono previste anche delle bande laterali luminose che avviseranno gli automobilisti 300 metri prima degli attraversamenti pedonali. Tutto questo sarà accompagnato da un dosso illuminato nello stesso modo.


attraversamenti pedonalicomitato mobilita palermocomune palermogdr segnaletica srlguida sicurasegnaletica orizzontale luminosasegnaletica orizzontale palermo

34 commenti per “Strisce pedonali a LED

Comment navigation

  • giuseppe83 79
    13 ago 2010 alle 0:25

    Anche io quoto Virus al 100%…è vero che lo sconcerto che nasce da questo episodio di pirateria determina un sentimento di ingiustizia civile e porta a pensare che solo qui possano accadere certe cose…ma non è così.
    Detto questo la proposta di mgliorare la segnaletica stradale con supporti sempre più tecnologici non è da escludere a priori…tutto quello che può comportare anche un minimo innalzamento degli standard di sicurezza stradale, va realizzato; bisogna semmai valutare il costo e se questo sia sostenibile..nello specifico non saprei il peso economico dell’istallazione e mantenimento dei LED, una cosa la so invece…l’educazione all’osservanza delle regole, come base della convivenza civile in ogni società, deve essere un insegnamento impartito sin dalla più tenera età e spesso manca anche a chi dovrebbe governrci…ma le teste non si cambiano dll’oggi al domani per cui ognuno faccia del proprio meglio ed eviti comunque il giudizio a priori!

  • phrantsvotsa 462
    13 ago 2010 alle 7:03

    Giusto, i led luminosi autoalimentati vengono usati in tantissime città. Esempi? Berlino, Madrìd, Parigi etc..
    Ma a Palermo?
    Prima di tutto l’asfalto è sempre deformato, da noi usano un asfalto speciale….deformante…un asfalto a tempo insomma, a scadenza. Il motivo? Andatevi a leggere “il giorno della civetta” di Sciascia!
    Un esempio di led palermitani? P.zza Politeama e Castelnuovo. Che fine hanno fatto i led? Sono tutti spenti. Per ogni cosa ci vuole manutenzione e per chi ancora non l’avesse capito…Palermo si muove per inerzia, è assolutamente anarchica. Come in Somalia, dove da anni non esiste un governo. Palermo e Mogadiscio sono due esempi di quella bizzarra forma politica che è l’anarchia. E mi fa ridere vedere in questo blog quanta gente spera nei prossimi lavori pubblici, nella convinzione che questi cambieranno la città. Poveretti…non avete ancora capito che ogni e qualsiasi lavoro pubblico appaltato a Palermo, nasce da esigenze diverse da quelle normali? Creare opere utili alla città, renderla migliore, agevolare i cittadini…niente di tutto questo. Latrocinio, corruzione, malaffare, mafia, politica, sporca, amici degli amici…chiaro no? Non ci vuole un master per capirlo!!

  • Paco 7942
    13 ago 2010 alle 10:17

    @ kaspersky, ancora la ricostruzione non è chiara, bisogna capire in che modo stesse attraversando. Anche a 40 km/h un pedone muore. Non sempre chi guida è un criminale.

  • Paco 7942
    13 ago 2010 alle 10:21

    @ phrantsvotsa e ivan306, pedoni muoiono ovunque, sono disgrazie che capitano, ogni girono il telegiornale parla di nuovi incidenti in tutta Italia. Quando però avviene a palermo diventiamo tutti animali…

    In particolare i lavori pubblici in atto miglioreranno di parecchi la nostra città, quindi phrantvotsa smettila di portare avanti accuse che non puoi dimostrare. La teoria del complotto non fa bene a nessuno.

  • Paco 7942
    13 ago 2010 alle 10:33

    Quoto virus, siamo sempre bravi a criticare quello che succede da noi da non accorgersi che queste cose, purtroppo, succedono ovunque.

  • FedePA.87 0
    13 ago 2010 alle 10:56

    Accolgo con piacere tutto ciò che ha detto Paco..avevo già cercato di farlo capire io a qualche pessimista disfattista.

  • huge 2128
    13 ago 2010 alle 12:09

    In riferimento all’incidente che ha causato la morte della bambina, il non dare precedenza a chi attraversa sulle strisce in questo caso non c’entra. Purtroppo la bambina è stata sfortunata. La macchina le è piombata adosso carambolando dopo aver urtato un’altra auto all’incrocio.

  • ing.giacomo 4
    13 ago 2010 alle 16:37

    come è vero che chi guida a palermo sconosce avvolte il codice della strada, purtroppo anche molti pedoni!!
    Molti sconoscono le strisce pedonali e semafori e attraversano, vedi via Roma o via ruggero settimo, un pedona e dopo 5 metri un altro sfalsati…altro che strisce!!
    Per non parlare di chi cammina sotto il marciapiede, o sbuca tra le macchine o camion parcheggiati.
    Io da motociclista e automobilista mi considero fortunato a non avere avuto incidenti con pedoni ma penso che tutti dovrebbero avere più attenzione!!

  • mediomen 1136
    14 ago 2010 alle 6:55

    @ing.giacomo, molti non conoscono le strisce pedonali perché a Palermo le strisce sono scomparse, se ne vedono solo alcune tracce causa mancanza di manutenzione e vernice non adatta. Da pedone posso affermare che camminare a Palermo è un’avventura, chi sbuca dalle macchine lo fa perché le macchine occupano il marciapiede, più di una volta sono dovuto tornare indietro in quanto le macchine posteggiate non mi hanno permesso di continuare, per non parlare dell’attenzione che hanno i motociclisti a posteggiare sopra il marciapiede. Ovviamente dei controlli manco a parlarne, ma questa è un’altra storia, roba da “compromessi”.

  • Paco 7942
    14 ago 2010 alle 9:40

    @ mediomen, io ogni notte vedo AMAT che le rifà, ed in ogni caso anche se sono ben visibili il pedone se ne frega altamente ed attraversa dove gli pare senza guardare assolutamente nulla.

  • flat_eric 58
    16 ago 2010 alle 16:12

    Prima di tutto ciao a tutti, mi sono appena registrato.

    A proposito di nuova tecnologia allo scopo di reprimere il caos e l’inciviltà delle strade palermitane su molte strade del Portogallo esiste un sistema in sostituzione degli autovelox che funziona perfettamente.

    Lungo la strada da ‘controllare’ vengono piazzati dei semafori a distanza costante l’uno dall’altro (ad esempio in via Regione Siciliana andrebbe bene uno ogni km magari). Il semaforo è sempre verde e monta un autovelox telelaser. Quando la velocità del veicolo che sopraggiunge supera il limite il semaforo diventa rosso. Se qualcuno passa col rosso una fotocomera scatta una foto e spedisce la multa a casa.

    Vi assicuro che lungo le strade su cui sono piazzati questi dispositivi nessuno supera la velocità massima consentita.

    Cosa succederebbe se venissero montati dei dispositivi simili in viale Regione Siciliana? Io un’idea ce l’ho… magari verrebbero vandalizzati nel giro di qualche settimana…


Lascia un Commento