03 ago 2010

PFP variante Notarbartolo-San Lorenzo: ultimi lavori alla VI Commissione Urbanistica


Ultime riunioni da parte della VI Commissione Urbanistica prima della definitiva approvazione della variante del Passante Ferroviario nella tratta B Notarbartolo-Ex E.M.S./San Lorenzo.

Abbiamo avuto la possibilità di assistere (si ringraziano i consiglieri Filoramo e Spallitta per l’invito) all’ultima seduta della Commissione, la quale prima della pausa vacanze, si è promessa di approvare la variante.

Alla seduta erano presenti ingegneri Italferr che hanno illustrato il progetto definitivo nelle sue linee generali e che qui illustriamo:

Una nuova galleria a binario singolo verrà realizzata da Notarbartolo verso Belgio, e sotto il livello dell’attuale galleria. Il nuovo binario  pari arriverà ad avere  lo stesso livello di profondità dell’atuale binario dispari, presso la fermata Francia.

Chiaro quindi che le fermate Lazio e Belgio saranno realizzate  su due livelli con relative rampe di accesso, scale ed ascensori. Da considerare inoltre che la linea verrà abbassata di livello (interrata) da Belgio fino a San Lorenzo. Ciò per consentire  la realizzazione del prolungamento di viale Francia (passerà sopra i binari per ricongiungersi con via La Malfa) e gli attraversamenti stradali in zona San Lorenzo.  La stazione San Lorenzo sarà anch’essa interrata proprio come Notarbartolo.  Nel tratto da Belgio fino a San Lorenzo verrà realizzata una deviata provvisoria. E’ previsto anche qui il blocco linea per consentire la costruzione delle stazioni Lazio e Belgio.

La Commissione ritornerà a riunirsi questa settimana per altri dettagli e correttivi che ha proposto: realizzazione di  un percorso ciclo-pedonale negli spazi in superficie che verranno ricavati fra Belgio e San Lorenzo e un tapis roulant per collegare la stazione Lazio con il terminal di piazzale John Lennon.

Vi terremo aggiornati sugli esiti e l’imminente approvazione, con la previsione dei tempi di inizio lavori (entro l’autunno sicuramente).


commissione urbanistica comune di palermocomune di palermofermata laziofiloramoItalferrnuove stazioi passante ferroviariospallittastazione belgiostazione notarbartolovariante passante ferroviarioVI COMMISSIONE URBANISTICA

8 commenti per “PFP variante Notarbartolo-San Lorenzo: ultimi lavori alla VI Commissione Urbanistica
  • matteo O. 156
    03 ago 2010 alle 8:05

    Complimenti, bel lavoro!
    Sapete dirmi il tempo di percorrenza che ci sarà da palermo centrale a notarbartolo e poi a puntaraisi?
    grazie

  • huge 2149
    03 ago 2010 alle 10:27

    Che i lavori potrebbero partire in autunno ve l’ha anticipato Italferr?
    Perché credo, una volta approvata la variante, vada redatto il progetto esecutivo, per cui qualche mese dovrebbe passare.

    Potete invece spiegarmi quest’idea del tapis roulant? Viale Lazio è molto distante da piazzale Giotto. Come pensano di poterle collegare?

    Meglio pensare a un qualche tipo di collegamento tra le due fermate Lazio di passante e anello.

  • marcos 113
    03 ago 2010 alle 11:44

    un tapis roulant? e come? sarebbe lunghissimo il corridoio da via lazio a piazzale giotto, sono contento che partano i lavori in autunno e fa piacere che vogliano fare in fretta questa opera fondamentale.

  • Fabrivit 256
    03 ago 2010 alle 12:15

    Ma da viale Lazio a pzzle giotto c’è un sacco di strada!!! E’ un’ottima idea, speriamo approvino questa variante!

  • Metropolitano 3236
    03 ago 2010 alle 15:15

    Fantastico, grazie Mobilità !
    Dunque i cantieri da piazza Lolli e Via Malaspina e Notarbartolo si sposteranno verso la parte Nord della città, cioè a partire da oltre il viale Lazio (dopo la prima nuova fermata omonima del secondo macrolotto) per la galleria e variante ferroviaria di viale Francia. Non vedo l’ora di vedere aperti altri cantieri nella mia zona e non. Nella mia zona Notarbatolo, finora ho solo visto cantieri da un lato, da provenienza Brancaccio, ma mai oltre la stazione Notarbartolo. Ieri sera intanto ho visto degli operai della Trevi che stavano deviando il traffico a coloro che provenivano dalla strada che affianca la caserma militare di via Malaspina proprio all’ingresso del cantiere, senza però aver capito perchè.

    Comunque per fare il tapiro roulant ce ne vorranno di passaggi burocratici ammesso che si faccia.

  • antony977 165954
    03 ago 2010 alle 19:30

    @micky, sicuramente il termine originario 2012 verrà rispettato, perle tratte tutt’ora in cantiere;
    @l’idea del tapis roulant è della VI commissione anche se personalmente non è che la vedo tanta bene.La fermata Lazio è una fermata di tipo residenziale.Non è che ci siano uffici dirigenziali nelle immediate vicinanze come per esempio la fermata Belgio che abbraccio una notevole utenza e tanti uffici (Anas, Polo Tecnico Comunale, ecc.)
    Sulla partenza dei lavori Italferr ha illustrato la previsione dei tempi.Ovvio che si partirebbe con la cantierizzazione delle aree così come abbiamo visto per altre zone.
    Vi aggiorneremo sull’esito finale ;)

  • Viajero Solitario 2
    04 ago 2010 alle 19:22

    il tapis roulant ha sicuramente un suo perché, ma avrebbe senso con la stazione notarbartolo, decisamente più vicina e strategica… ma sicuramente non essenziale, vista la presenza del futuro tram nelle vicinanze….


Lascia un Commento