25 lug 2010

58 milioni di euro: approvato il PIST


P.I.S.T. = Piano Integrato Sviluppo Territoriale

Apprendiamo e riportiamo quanto segue:

L’Organo Decisionale della Coalizione territoriale formata dal Comune di Palermo, come capofila, dai Comuni di Ustica e Villabate e dalla Provincia Regionale di Palermo ha approvato il Piano Integrato di Sviluppo Territoriale (PIST) predisposto dall’Assessore Maurizio Carta, come Soggetto delegato della Coalizione, per un totale di 58 milioni di euro di interventi distribuiti nei tre comuni. Il PIST è stato presentato alla Regione con la quale si attiverà una fase negoziale per definire i progetti da finanziare con le risorse dell’Asse VI del POR 2007-13.

Il Piano Integrato di Sviluppo Territoriale persegue l’obiettivo primario della competitività e della riqualificazione urbana in un’ottica policentrica che vede i tre comuni formare un sistema territoriale integrato attraverso una più efficiente distribuzione dei servizi di rango metropolitano perseguendo una nuova ottica insediativa capace di distribuire opportunità e ridurre diseconomie [...]

Gli obiettivi principali del PIST di Palermo sono la sostenibilità ambientale, le nuove centralità, l’attrattività, la riqualificazione urbana e la coesione sociale.

I principali interventi infrastrutturali che compongono il PIST sono:

  • Manutenzione straordinaria del Loggiato di San Bartolomeo con funzioni socio-culturali legate al waterfront storico (265.000 euro).
  • Completamento e adeguamento di palazzo Celestri di Santa Croce e Trigona di Sant’Elia per il potenziamento delle funzioni museali (1,5 Meuro)
  • Progetto definitivo per il rifacimento dell’impianto di illuminazione del Giardino Inglese del parterre Garibaldi (2 Meuro).
  • “Città Teatro”: restauro delle facciate del Teatro Politeama Garibaldi a potenziamento del ruolo culturale (3,4 Meuro)
  • Restauro, riuso e riqualificazione del Teatro delle Palme a Villabate per l’insediamento di centri di servizi di rango sovralocale con funzioni di nuova centralità urbana (2,5 Meuro).
  • Recupero degli edifici ex Hotel San Bartolomeo a Ustica per funzioni sociali e universitarie con funzioni di nodo del policentrismo metropolitano (3 Meuro)
  • Progetto per impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica e per l’illuminazione del piazzale delle scuole provinciali nel Comune di Palermo (5 Meuro).
  • Progetto per la realizzazione di un auditorium, palestra e impianti sportivi a Brancaccio con funzioni di centralità urbana (7,3 Meuro)
  • Cittadella dello Sport e Palazzetto polifunzionale a Villabate (4,2 Meuro)

I principali interventi per servizi sono:

  • Azioni propedeutiche per l’accesso del settore produttivo dei tre Comuni ai mercati esteri (254.000 euro)
  • Punti di informazione ed accoglienza con servizi telematici per il potenziamento della vocazione turistica (214.000 euro)
  • Potenziamento e diffusione di infrastrutture e servizi finalizzati all’e-inclusion (379.000 euro)
  • Valorizzazione delle attività commerciali, artigianali, di servizio e ricettive nell’area di piazza Marina, della Kalsa e del waterfront (562.000 euro), in partenariato con il Centro Commerciale Naturale “Piazza Marina e dintorni” [...]

Alla coalizione ha aderito un importante Partenariato economico e sociale, composto dall’Università degli Studi di Palermo, dall’Autorità Portuale di Palermo, dalla Camera di Commercio di Palermo, dalla Confindustria Palermo, dal Consorzio ASI di Palermo e dall’Ente Fiera, a testimonianza del vasto sistema di interessi economici e sociali che il Piano è in grado di intercettare e a riprova della convinzione di potenziare un’efficiente governante multilivello dello sviluppo del sistema metropolitano di Palermo.


maurizio cartapiano integrato sviluppo territoriale palermopist palermo

3 commenti per “58 milioni di euro: approvato il PIST
  • Daniele 444
    25 lug 2010 alle 17:44

    Si, spero anche io sia la volta buona .. anche se servirebbero più controlli nella stessa piazza Castelnuovo!

  • massimo-lg 78
    25 lug 2010 alle 18:44

    1- vediamo ora di questi interventi del PIST della coalizione territoriale con Palermo dentro, quanti ne verranno approvati dalla Regione Sicilia ;-) .
    Come abbiamo visto (http://www.euroinfosicilia.it/Portals/0/Opportunit%C3%A0/ELENCO%20PROPOSTE%20NON%20AMMISSIBILI%20%20%28ALL.%20B%20%296.1.3.5.pdf), sistemi di illuminazione – rifacimento di marciapiedi – rifacimento di piazza s.oliva, del PISU di Palermo non sono stati ammessi a finanziamento dalla Regione.
    Inoltre abbiamo visto che (http://www.euroinfosicilia.it/LinkDispatcher.aspx?link=FileID=34376) anche l’Aggiornamento del Sistema Informativo Territoriale di Palermo di 77.000 euro non è stato ritenuto ammissibile a finanziamento dalla Regione causa: nessun riferimento progettuale su attività e costi, impossibile valutazione coerenza con scheda intervento, allegato solo lo stralcio del piano esecutivo di gestione del PISU.
    Attendiamo cosa dirà mamma Regione e poi cantiamo vittoria.

    2- Sperando che gli interventi di questo PIST siano tutti ammessi a finanziamento dalla Regione, quello che più mi atterrisce da palermitano è la gestione. Purtroppo gli enti pubblici locali sono bravini ad attirare cospicui finanziamenti, avviare i lavori, inaugurare le opere, ma ahinoi palermitani, non sono altrettanto bravini nei piani di gestione e monitoraggio in itinere delle opere. Infatti si assiste molto frequentemente ad opere (si ricordino i primi periodi di giardino Zisa, giardino Foro Italico, parcheggio Basile e Giotto, ecc.) che dopo qualche mese dall’inaugurazione vengono lasciate a se stesse come se dovessere manutenersi e gestirsi da sole.
    Fa bene la Regione a chiedere chiari ed efficaci Piani di Gestione e per le pubbliche amministrazioni locali sono proprio questi i punti maggiormente deboli.
    Mi auguro che la nuova personalità che sta gestendo per ora il Centro Storico di Palermo sia all’altezza (e ci credo) della futura gestione di questi interventi una volta tagliato il fiocco.


Lascia un Commento