10 lug 2010

Tre piazze del Cassaro: ulteriori dettagli sugli interventi previsti


Riportiamo ulteriori dettagli sulla riqualificazione di tre piazze storiche di Palermo prevista entro l’anno corrente:

 Oggi (ieri per chi legge, ndr) la Giunta Comunale ha approvato il progetto esecutivo redatto dagli Uffici dell’Assessorato al Centro Storico relativo a tre importanti piazze collocate lungo l’asse monumentale del Cassaro: piazza della Vittoria, piazza Bologni e piazza Marina. Questo atto completa l’iter procedurale  per consentire  da parte del Dipartimento Regionale delle Infrastrutture l’emanazione del decreto di finanziamento utilizzando risorse disponibili dal precedente programma di fondi strutturali. [...]

 Il costo totale del progetto è di 12 milioni di euro divisi nelle tre piazze in funzione delle diverse necessità e l’appalto sarà assegnato entro il 2010.

L’intervento più cospicuo è quello di Piazza Marina, volto ad una complessiva riconfigurazione della piazza e degli spazi limitrofi per restituirla al suo splendore originario e per agevolarne l’uso pedonale e come luogo di aggregazione, visti anche gli edifici storici che la circondano e le funzioni culturali e sociali che vi si svolgono: università, teatro, edifici comunali, ludoteca, etc. In particolare gli interventi riguardano:

  • il rifacimento della pavimentazione e dei marciapiedi, anche attraverso una migliore definizione delle aree pedonali (3,8 milioni di euro)
  • l’arredo urbano (300.000 euro)
  • il restauro e il ripristino della recinzione di Villa Garibaldi (170.500 euro)
  • l’illuminazione della piazza e della Fontana del Garraffo (26.800 euro)
  • l’illuminazione di Villa Garibaldi per renderne più agevole la fruizione (147.300 euro)

Anche Piazza della Vittoria godrà di un intervento di ampio respiro mirato soprattutto a restituire qualità al suo godimento vista anche la sua posizione strategica rispetto ad importanti centralità (Questura, Cattedrale, Palazzo Reale). Il progetto prevede:

  • il rifacimento della pavimentazione e dei marciapiedi (1,06 milioni di euro)
  • l’arredo urbano (730.000 euro)
  • l’illuminazione sia di Villa Bonanno che del lato su Corso Vittorio Emanuele (430.000 euro)
  • il restauro del complesso marmoreo di Filippo V (672.000 euro)

Infine, la terza piazza oggetto di manutenzione e riqualificazione sarà Piazza Bologni, oggetto di un intervento minore ma altrettanto significativo soprattutto in relazione alla presenza e attrattività del Museo Riso:

  • il rifacimento della pavimentazione e dei marciapiedi (770.000 euro)
  • l’illuminazione (15.400 euro)
  • le infrastrutture per l’interramento degli impianti elettrici e telefonici (45.600 euro).

L’Assessore Carta dichiara che “si tratta di un poderoso intervento pubblico di circa 12 milioni di euro, finalizzato al recupero degli spazi coinvolgendo il sistema delle imprese del comparto edilizio, che utilizzeranno circa 30-40 lavoratori per 30 mesi, producendo quindi un moltiplicatore di economie grazie all’indotto generato da un intervento di tale natura”.

I lavori dovranno essere aggiudicato obbligatoriamente entro il 31 dicembre 2010 e avranno inizio nelle prime settimane del 2011 per concludersi complessivamente dopo 30 mesi, con un programma di attività che permetterà di avanzare per stralci funzionali che consentano l’utilizzo delle piazze in maniera non troppo disagevole per i residenti e per consentire lo svolgimento delle funzioni pubbliche che vi prospettano. Allo stato attuale si stanno studiando soluzioni all’interno del Piano Urbano del Traffico che agevolino la pedonalizzazione permanente di piazza Marina e piazza Bologni, connettendole anche agli altri sistemi di piazze limitrofe (Kalsa, Magione e Gran Cancelliere), in modo da accelerare la riappropriazione dello spazio pubblico del centro storico.

 I tre interventi fanno parte della più vasta strategia di riqualificazione degli spazi pubblici che ha come obiettivo la qualità della vita dei residenti e fruitori del centro storico. L’azione sugli spazi pubblici sarà propedeutica all’intervento del pubblico e del privato sul tessuto edilizio e commerciale che gravita sulle piazze.


assessore cartacassaropiazza bolognipiazza della vittoriapiazza Marinapiazze storicheriqualificazione piazze palermo

37 commenti per “Tre piazze del Cassaro: ulteriori dettagli sugli interventi previsti

Comment navigation

  • MAQVEDA 17489
    10 lug 2010 alle 19:41

    @Newarch, sono contentissimo della notizia che ci stai dando, piazza Sant’ONofrio ha un potenziale non indifferente, non sarà monumentale come tante altre, ma se risistemata potrebbe risultare davvero bella e caratteristica, specie in virtù dei vari restauri effettuati e in corso d’opera (otto edifici recuperati, uno dei quali alle fasi finali di ripristino tipologico e filologico, in pratica il 50% della piazza è stato recuperato)

  • riccardino85 39
    10 lug 2010 alle 20:40

    Come diceva Nanni Moretti in un suo celebberimo film: “le parole sono importanti!!!
    Scusatemi ho riletto il miei commenti è mi sembrano chiari e hanno toni pacati…comunque
    @-MAQVEDA – Insensato?!?! ti faccio un esempio: In favorita rifanno il manto stradale e dopo un mese bucano per mettere dei tubi di gas(e succesivamente rimettono l’asfalto). Questo è insensato. io dico: devi bucare perchè devi fare passare il tram. visto che ci sei fai anche il progetto per la parte di sopra. se poi ci sono problemi di fondi e finanziamenti è un altra cosa. mi sembra tutto tranne che isensansato fare un progetto completo e definito in ogni dettaglio. e poi c’è la piazza chiusa completamente no? fra un anno finiscono tutto e dopo richiudono la piazza per altri lavori? boo. forse sono pazzo
    @Fabrivit – evito di polemizzare sui toni che usi…
    per centro storico s’intende la città dentro le mura e all’interno della cinta muraria i vuoti di una certa rilevanza sono Magione, piazza Marina, Bologni, e quella di fronte palazzo dei Normanni. se ne conosci altri rilevanti
    me lo dici perchè non ne ho presenti altri. il centro storico ha bisogno di azioni politiche, economiche e sociali per essere rilanciato, fruibile e fruito.
    hai ragione, da un anno vivo in Spagna per studio ma a breve torno.
    Carta è un mio professore ed , anche se lavora per l’amministrazione che odio, non posso in alcun modo parlare male di lui. è disponibile, preparato e competente.
    un saluto e sempre aperto al confronto con toni amichevoli..magari

  • MAQVEDA 17489
    10 lug 2010 alle 20:55

    Spero che non te la sia presa per l’ “inensato” mica è una parolaccia;-) poi pareri, no? se facessero quello che proponi mica mi andrei incatenare per bloccare il cantiere:-) potrei solo essere contento.
    Scherzi a parte, la piazza non è tutta chiusa, al momento è chiusa solo la parte lato corso Re Ruggero, le altre corsie che permettono il transito tra corso Vittorio, corso Calatafimi e corso Pisani sono normalmente aperte al transito.

  • Panormus 200
    11 lug 2010 alle 10:10

    @Fabrivit – Dici che non sono degno delle tue risposte? Bene ti sei qualificato da solo e… bah… non aggiungo altro perchè non mi piacciono le polemiche… ti hanno risposto altri per me :)

  • Fabrivit 256
    11 lug 2010 alle 17:13

    Io non mi sono aggaddato con nessuno, ho espresso il mio parere su altri pareri.
    Caro paco non sarei migliore. Comunque continua a pensare che sia il migliore che si possa avere(perchè dai toni entusiastici con sui ne parli pare proprio che sia il migliore), così palermo lontano non ci va, anzi, non va da nessuna parte. Anzi, tenetevo stretto!!

  • Fabrivit 256
    11 lug 2010 alle 17:15

    ps…se qualcuno dice che le mie sono str….e non me la prendo affatto anzi provo a capire il motivo per cui me lo sta dicendo. Nessuno mi ha argomentato compiutamente perchè dovrei osannare carta, dovrei approvare le sue scelte, ecc.

  • matteo O. 163
    11 lug 2010 alle 17:38

    Guarda io dico che Carta è un buon assessore perchè anche in passato è stato attivo per il recupero del centro storico.
    Ora non ricordo tutto ciò che ha fatto, ma tutte le volte che il comune faceva qualcosa di positivo era dovuto a lui. sicuramente sul sito stesso (nei post precedenti) puoi trovare conferma di questo.

  • Fabrivit 256
    11 lug 2010 alle 17:39

    @riccardino85
    gli interventi urgenti sono altri. Condizione disumana dei mercati cittadini, piazza s.domenico, piazza massimo e piazza verdi, piazza bologni (per la quale non critico l’intervento in se e per se, ma i presupposti e la mancanza di opere e DECISONI propedeutiche. esempio: rifare la pavimentazione non ha senso se non istituisci una zona pedonale.), castelo a mare.
    Da assessore, e soprattutto da urbanista, io mi dimetterei subito, al primo no o dictat postomi chiunque, a una proposta di pedonalizzazione.
    Io da urbanista e assessore al centro storico mi dimetterei subito se non mi tolgono le macchine che sono attorno al teatro massimo, uno dei teatri lirici più importanti del mondo.
    Peccato che come dice paco io so fare bene il mio lavoro (distruttore), carta sa fare bene il suo(lacchè-parlaparla). bye

  • riccardino85 39
    11 lug 2010 alle 18:08

    @ Fabrivit – Allora mi dai ragione quando parlo di programma politico, azioni politiche che mirano al recupero non solo strutturale ma anche sociale, economico. qui tu mi parli di piazza verdi, del Sastelleammare, che sono marginali . intervenire sulle tre piazze che si affaciano sull’asse principale, Il Cassaro, è la prima cosa da fare. L’asse e le tre piazze sono il vero centro. La gente deve tornare a vivere il centro. Dico vivere e non abitare perchè sarebbe riduttivo. si devono riaprire i negozi, i bar, e ovviamente impedire (IMPEDIRE) l’accesso alle automobili in maniera definitiva. Abbiamo la fortuna di poter lavorare sul centro storico in maniera diversa dalle altre città europee. E’ un occasione! oppure possiamo lasciarlo alla speculazione immobiliare, farlo diventare museo, continetore di se stesso.
    Per quanto riguarda Carta è lì da molto poco. Diamogli il tempo no?
    All’università ne ho sentito parlare sempre bene dai ragazzi. è una persono competente ma deve confrontarsi con con la giunta di Bianca Neve.
    un saluto

  • Fabrivit 256
    12 lug 2010 alle 11:27

    Gli interventi che dico io non sono secondari, anzi, sono il nostro biglietto da visita per i turisti, i quali la prima cosa che vedono scendendo dalle crociere è il Massimo (se guardiamo solo al centro storico). Certo che non è un bel biglietto vedere tutto lo spazio attorno al teatro in condizioni pietose…Il castello a mare doveva essere la punta di diamante di un recupero in diverse fasi mentre è rimasto solo la punta dello schifo.
    Il problema è che ci sono così tanti interventi da fare che non si sa d adove cominciare.
    Tornando a piazza marina, non vedo proprio la necesistà urgente di un intervento, non c’è è in buone condizioni ci sono interventi più necessari al momento. Come a dire, se soverchiano soldi si fa, altrimenti per ora amen.
    In questo momento i soldi non soverchiano ma mancano.
    Per piazza vittoria basta poco per migliorarla, sicuramente 3 milioni di euro sono una cifra spropositata.
    PIazza bologni confermo che gli intereventi è giusto che si facciano, ma non alle condizioni attuali, se si lascia lo status quo e si fanno i lavori i pochi bar sulla piazza ringraziano così come i posteggiatori…ma il decoro urbano si butta nel cesso…
    A cosa serve una pavimentazione nuova se tanto ci sono le macchine h24???? Tanto vale che tolgano le “balate” e facciano una bella spianata d’asfalto visto che sono così bravi!! (ovviamente è ironico).


Lascia un Commento