04 lug 2010

Sicurezza stradale: firmata convenzione tra Polizia di Stato e ANAS


Il Capo della Polizia, Antonio Manganelli, e il Presidente di Anas, Pietro Ciucci, hanno firmato il 02 luglio 2010 la nuova convenzione per ridurre l’incidentalità e innalzare i livelli di vigilanza sulla rete autostradale in gestione della Società. Più controlli di sicurezza, anche grazie all’impiego di tecnologie per la gestione del traffico, maggiore tempestività negli interventi ai cittadini, verifiche mirate a particolari settori della circolazione (come autobus, veicoli commerciali, trasporto merci pericolose), massima sinergia con il gestore delle strade per un’informazione all’utenza in viaggio tempestiva, puntuale e aggiornata.  La finalità principale è quella di potenziare gli strumenti volti a contenere il fenomeno infortunistico sulla rete autostradale in gestione Anas e di innalzare gli standard di sicurezza, tutto ciò nel rispetto degli obiettivi europei di riduzione del numero delle vittime da incidente stradale. Uno degli aspetti più rilevanti della nuova convenzione è quello che prevede il potenziamento dello scambio di informazioni, al fine di creare un sistema integrato di controllo. La convenzione avrà efficacia lungo le autostrade e i raccordi autostradali in gestione diretta di ANAS: • Autostrada A3 Salerno–Reggio Calabria; • Autostrada A19 Palermo–Catania; • Autostrada A29 Palermo–Mazara del Vallo; • Autostrada A90 Grande Raccordo Anulare di Roma; • Autostrada A91 Roma–Fiumicino; • Autostrada A18 Catania–Siracusa; • Tangenziale di Catania; • Raccordo Autostradale Sicignano–Potenza (RA5); • Raccordo autostradale Sistiana-Padriciano (RA13); • Raccordo Autostradale Trieste-Fernetti (RA14).  Ai consueti compiti svolti dalla Polizia Stradale sulle vie di grande comunicazione, l’impegno della Polizia di Stato indicato nella convenzione firmata è particolarmente orientato alla sperimentazione di nuovi moduli operativi con l’obiettivo di rendere maggiormente visibile la presenza della pattuglia accanto ai cittadini. Le nuove tecnologie a bordo dei veicoli Polizia consentiranno di rendere più efficace l’intervento grazie alla trasmissione in tempo reale delle informazioni e delle immagini alle sale operative, anche per la migliore assistenza e informazione dell’utenza in viaggio. Da parte sua ANAS si impegna allo studio e allo sviluppo di sistemi e tecnologie funzionali all’ottimizzazione dei flussi di comunicazione e alla velocizzazione dei controlli stradali e dell’attività contravvenzionale della pattuglia in ambiti mirati al contrasto dell’illegalità (sistemi di monitoraggio del traffico, tecnologie per l’acquisizione di immagini sulla viabilità autostradale). Tra gli altri aspetti innovativi, la convenzione prevede la possibilità di pianificare e realizzare servizi congiunti in occasione di particolari criticità, quali esodi estivi o eventi neve, e servizi mirati di controllo su alcune tipologie di utenza (in particolare sull’autotrasporto merci), anche attraverso attrezzature specifiche, oltre che la possibilità di adottare specifici piani per la prevenzione degli incidenti stradali con l’obiettivo di ridurre il tasso di incidentalità sulle autostrade ANAS. È prevista infine la possibilità di organizzare corsi di formazione congiunti per il personale dell’Anas e della Polizia di Stato, per creare comuni modalità di intervento e di informazione tra le strutture. A ridosso delle partenze per le vacanze estive, la convenzione va, peraltro, a rinsaldare una sinergia tra Polizia di Stato e ANAS che contribuirà a dare il massimo impulso alla collaborazione con Viabilità Italia, il Centro nazionale di coordinamento della viabilità, di cui entrambi i soggetti fanno parte.


a19a29aesysanasautostrade regione siciliapmvpolstradasicurezza stradale

Articolo precedente


Lascia un Commento